Condividere immobili in MLS con foto, video e virtual tour per avere successo sul mercato

Caro Collega,

domani entrerà in vigore il nuovo Dpcm che, fortunatamente, sembra non prevedere alcuna modifica per l’attività di noi agenti immobiliari.

Quindi continueremo come sempre a tenere aperte le nostre agenzie e a incontrare, con tutte le precauzioni del caso, i nostri clienti per appuntamenti, visite, ribassi e consulenze. Non dobbiamo però dimenticare che stiamo continuando a vivere un periodo davvero particolare e pieno di forti cambiamenti.

Per questo, come già fatto durante la “Fase 2” dal presidente di FRIMM Roberto Barbato, desidero sottolineare con forza l’efficacia dell’utilizzo completo dell’MLS e di tutti i suoi strumenti.

Ecco i punti fondamentali sull’utilizzo dell’MLS che ci porteranno al successo nel mercato immobiliare anche in momenti come questo:

– Condividiamo in MLS tutti i nostri incarichi e richieste

Non chiediamo storno ai colleghi

– Inseriamo tante foto anche dettagliate (i clienti hanno bisogno di vedere tutto dell’immobile) per ogni singolo immobile che condividiamo in MLS

– Carichiamo i video e i virtual tour (il nostro MLS è compatibile con le principali piattaforme)

– Utilizziamo il nuovissimo pulsante “Contattaci” su Whatsapp per permettere ai nostri clienti di chattare subito con noi sugli immobili di loro interesse

– Postiamo sui social il nostro form “Lascia una Richiesta” così che nuovi possibili acquirenti si registrino automaticamente nel nostro portafoglio richieste MLS

– Creiamo report con il Valucasa e inviamoli ai nostri clienti proprietari e acquirenti

– Controlliamo il Matching MLS che ci permette di velocizzare il lavoro e inviare immobili interessanti.

Potrei continuare – gli strumenti MLS sono davvero tanti – ma preferisco ribadire l’importanza di avere tutti gli incarichi con una commissione del 3% e, se così non fosse, il consiglio è quello di rinegoziarla con il proprietario, magari spiegandogli la strategia di collaborazione MLS per affrontare questo delicato momento e vendere al miglior prezzo e più velocemente.

Questo è davvero il momento giusto per usare il sistema MLS e connettersi con i colleghi. Crediamoci e il successo della nostra categoria sarà stupefacente.

Buon lavoro,

Vincenzo Vivo
Responsabile Rete Retail FRIMM, REplat, MLS Agent RE

Agenti immobiliari e nuovo Dpcm: visite, apertura dell’agenzia, autocertificazione

Agenti immobiliari e nuovo Dpcm

Entrerà in vigore domani, venerdì 6 novembre, il nuovo Dpcm varato dal Governo con l’obiettivo di contenere il contagio da Coronavirus. E queste nuove misure rimarranno in vigore fino al prossimo 3 dicembre. La novità più importante riguarda la divisione in fasce di rischio in cui vengono fatte rientrare le varie regioni d’Italia.

Nello specifico, si parla di zone rosse (ad alto rischio, in cui rientrano Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle D’Aosta), zone arancioni (a rischio intermedio, di cui fanno parte Puglia e Sicilia) e zone gialle (a rischio moderato, in cui si trovano tutte le altre regioni).

In questo scenario cosa cambia per gli agenti immobiliari e la loro attività? Fortunatamente quasi nulla, almeno al momento in cui si scrive.

Le disposizioni a cui fare riferimento sono proprio quelle della regione in cui l’agente immobiliare opera. Quindi, a meno che non arrivino chiarimenti in merito, ci sembra possibile dire che le agenzie possano rimanere aperte anche nelle zone rosse oltre che, ovviamente in quelle gialle e arancioni.

Per quanto riguarda le visite agli immobili potrebbe esserci una differenza tra queste ultime e le zone rosse. Sì perché, nel ricordare a tutti le misure di sicurezza che abbiamo imparato e messo in pratica in questi mesi, dal distanziamento tra persone all’uso della mascherina passando per l’igienizzazione continua delle mani, possiamo ipotizzare che nelle aree ad alto rischio si possano continuare a fare appuntamenti e visite agli immobili: stiamo parlando infatti di ““comprovate esigenze lavorative”. Proprio per questo, però, sarebbe meglio compilare l’autocertificazione (scaricabile qui) e magari farla compilare anche al cliente che si sposta per la visita.

In ogni caso, come già fatto nel corso della “Fase 2” di aprile, ricordiamo quanto sia importante ed efficace l’utilizzo convinto e completo del sistema MLS: condividiamo tutti i nostri incarichi, non chiediamo storno ai colleghi, inseriamo tante foto, carichiamo video e virtual tour, utilizziamo il nuovo pulsante “Contattaci” su Whatsapp, facciamo ricorso al form “Lascia una Richiesta” e al “Valucasa” oltre che al matching per velocizzare il lavoro e inviare ai clienti delle schede immobile sempre valide e interessanti.

Agent RE al primo “Congresso Internazionale MLS”: ecco il video con il responsabile Vivo

Vincenzo Vivo, Responsabile della rete retail per Frimm, REplat e Agent RE, si cimenta con lo spagnolo e invita tutti gli agenti immobiliari al primo “Congresso Internazionale MLS” che si terrà il prossimo 4 dicembre – completamente online e in diretta – a partire dalle ore 12.

Ecco il video ufficiale pubblicato sul canale dell’evento organizzato dai colleghi di MLS Spagna.

Noi del Gruppo FRIMM, l’azienda proprietaria del primo MLS Italiano con 54.000 nuovi immobili condivisi all’anno e oltre 2700 account attivi, siamo a dir poco entusiasti di essere chiamati a rappresentare l’Italia e tutti gli agenti immobiliari che collaborano in MLS a questa importante manifestazione internazionale!

Per partecipare all’evento, vi invitiamo a seguire questo link e a inserire il codice sconto “MLS Italia”.

Guarda il video su YouTube

Agent RE rappresenta l’Italia al primo “Congresso Internazionale MLS”: in diretta online il 4/12

Ci siamo! Finalmente possiamo svelare che noi di MLS Agent RE powered by REplat siamo stati chiamati a rappresentare l’Italia e gli agenti immobiliari MLS italiani al primo “Congresso Internazionale MLS” che si terrà il prossimo 4 dicembre – completamente online e in direttaa partire dalle ore 12.

Il direttore della nostra rete MLS, Vincenzo Vivo, parteciperà alla tavola rotonda del meeting virtuale organizzato da MLS España al fianco di esponenti del settore immobiliare collaborativo di tutto il mondo: Stati Uniti, Spagna, Canada, Argentina, Messico, Colombia, Costa Rica e di tante altre nazioni.

L’evento ha un programma molto fitto e interessante che ha l’obiettivo di attivare il business MLS – collaborazione tutelata ed efficace tra agenti immobiliari per soddisfare al meglio le esigenze dei clienti e contribuire al rafforzamento della categoria – tra gli operatori di tutti i paesi partecipanti.

Ecco il programma completo:

  • ore 12: Apertura lavori
  • ore 12.15: “Be Green”: nuove tecnologie e sostenibilità
  • ore 13.30: “La trasformazione digitale” (Attualità, interviste e dibattito con esperti della materia)
  • ore 15.30: “Zapping Immobiliare” (I migliori video, foto, soluzioni, spunti e situazioni divertenti dagli agenti immobiliari di tutto il mondo)
  • ore 16: “On The World” con la partecipazioni dei responsabili di reti e associazioni di tutto il mondo
  • ore 17.45: “Gli Agenti Immobiliari del mondo”
  • ore 18.30: “Esperienze di MLS”
  • ore 19.00: “Foro Internazionale sul sistema MLS”

Per partecipare all’evento segui questo link e inserisci il codice sconto “MLS Italia” (di €5 di sconto).

Nel corso dei prossimi mesi ci saranno anche delle grandi novità “internazionali” per quanto riguarda MLS Agent RE powered by REplat… Continuate a seguirci per scoprirle!

Frimm e Casavo insieme per un’operazione di sviluppo immobiliare da 5 milioni di euro

La divisione Real Estate Investing dell’azienda guidata da Roberto Barbato ha prima trovato l’accordo con l’azienda italiana, tra i leader nel mondo per la gioielleria di lusso, e poi ceduto l’operazione alla proptech di Instant Buying Casavo che realizzerà un complesso residenziale la cui commercializzazione sarà gestita in esclusiva dalla rete in franchising di Frimm

Frimm e Casavo, già partner da anni sul fronte retail con iniziative dedicate alle agenzie immobiliari e ai loro clienti, hanno cominciato a collaborare anche nel comparto corporate e, in particolare, in quello del trading e dello sviluppo immobiliare.

L’azienda del presidente Roberto Barbato, leader nel mercato dei sistemi MLS per l’aggregazione professionale tra gli agenti immobiliari (circa 2.700 account attivi e verificati) ha individuato la possibilità di acquistare gli uffici milanesi di Buccellati, in via Lodovico Mancini 1 (zona Cinque Giornate),tramite la divisione Frimm Real Estate Investing.

Il team di questa operazione, coordinato dal Project Manager Carlo Barbato e dall’Architetto Giulia Catinello, ha poi condotto un’accurata due diligence, predisposto il relativo business plan e trovato l’accordo con l’azienda leader nel mondo per la gioielleria di lusso. Successivamente, dati anche gli ottimi rapporti di partnership oltre all’offerta congrua ricevuta, l’azienda ha accettato di cedere l’operazione a Casavo.

L’accordo prevede inoltre la gestione della commercializzazione in esclusiva, da parte della rete in franchising Frimm, del complesso residenziale Qua.Mi che Casavo realizzerà in via Mancini.

“La divisione Frimm Real Estate Investing continua a crescere ed è pienamente in linea, nonostante tutte le difficoltà legate alla situazione Covid, con gli obiettivi stabiliti per fine 2020”, ha dichiarato Barbato, presidente di Frimm S.p.A., azienda che proprio quest’anno festeggia i primi 20 anni di attività e la sottoscrizione del secondo corporate bond da 6 milioni di euro complessivi divisi in 12 tranche da 500.000 euro. “È un piacere poter collaborare con start-up come Casavo che investono con intelligenza nel settore immobiliare e vi portano innovazione creando valore”.

Scarica il comunicato stampa ufficiale

“Contattaci” su Whatsapp e il cliente chatta con l’agente MLS dalla scheda immobile

Ogni anno mettiamo in contatto milioni di clienti – tra acquirenti e proprietari – con gli oltre 2700 agenti immobiliari che utilizzano attivamente la nostra piattaforma MLS Agent RE.

Oggi aggiungiamo alle schede immobili del sistema MLS una feature molto attesa dai nostri utenti che permette una comunicazione ancora più semplice, veloce e sicura tra chi cerca casa e gli agenti immobiliari che la vendono.

L’ACQUIRENTE CHATTA SU WHATSAPP CON L’AGENTE IMMOBILIARE DIRETTAMENTE DALLA SCHEDA DELLA CASA DI SUO INTERESSE

Si tratta del pulsante “Contattaci”, verde e con l’icona di Whatsapp, che permette al cliente che sta guardando una scheda immobile – sul suo smartphone o sul suo PC/Mac – di chattare su Whatsapp con un solo click direttamente con il responsabile della scheda suddetta, senza neanche conoscere il suo numero.

LA CHAT DI WHATSAPP FUNZIONA ANCHE ALL’INTERNO DELL’MLS! GLI AGENTI IMMOBILIARI POSSONO CHATTARE TRA DI LORO

La collaborazione proficua tra agenti immobiliari, si sa, è l’obiettivo primario di un sistema MLS. Per questo il nuovo pulsante “Contattaci” è funzionante su tutte le schede immobile condivise all’interno dell’MLS: gli Aderenti al sistema hanno sempre avuto una visualizzazione privilegiata di ogni immobile – sanno sempre, ad esempio, qual è l’agenzia o l’agente che lo ha condiviso – e ora possono chattare direttamente con il collega per ottenere informazioni sull’immobile da proporre ai propri clienti.

LA CHAT DI WHATSAPP NELLE SCHEDE DEL SISTEMA MLS AGENT RE

Il nuovo pulsante “Contattaci” è presente in tutte le schede immobile personalizzate del sistema MLS Agent RE: tutte le schede personalizzate con i contatti di una singola agenzia o di un singolo agente immobiliare ospiteranno questa nuova funzione a patto che il numero di Whatsapp su cui essere contattati sia stato inserito e salvato correttamente.

Sì, perché la chat di Whatsapp attiva 24 ore su 24 può essere invasiva quindi il sistema MLS permette ai suoi utenti di:

1. non mostrare il nuovo pulsante sulle schede immobile personalizzate

2. specificare un numero per Whatsapp differente da quello utilizzato come essere chiamati sul cellulare (per esempio quello del telefonino che si utilizza soltanto in agenzia).

La prima opzione è la condizione di default: per mostrare il nuovo pulsante “Contattaci”, l’agente immobiliare dovrà inserire il numero desiderato e salvare la modifica effettuata nella sezione “Modifica Dati Agenzia” del sistema MLS se ha un account Admin o in quella “Modifica Dati Utente” se ha un altro tipo di account.

LA CHAT DI WHATSAPP E GLI ACCOUNT MLS

MLS Agent RE offre 4 tipologie di account a seconda dell’utente e delle funzioni che ognuno deve avere.

Il pulsante “Contattaci” per Whatsapp è disponibile per i seguenti account:

– Agente Immobiliare Admin

– Agente Immobiliare

– Collaboratore (non solo dovrà inserire il suo numero Whatsapp nella pagina di gestione del suo account ma anche assicurarsi che il suo Admin abbia abilitato la visibilità dei suoi contatti all’esterno dell’MLS).

Conafi SpA partecipa al crowdfunding di FRIMM con una sottoscrizione da 250.000 euro

Frimm Bond 7% - Pretito Obbligazionario di Frimm S.p.A.

A maggio 2020 l’azienda del presidente Roberto Barbato ha emesso un Corporate Bond da 6 milioni di euro suddiviso in 12 tranche da €500.000 con tasso fisso al 7% raccogliendo 1 milione di euro in appena 20 giorni complessivi, grazie anche al prezioso contributo della società quotata in borsa e guidata dal CEO Nunzio Chiolo

Nello scorso mese di maggio Frimm S.p.A., che proprio nel 2020 festeggia 20 anni di attività nel settore immobiliare, ha avviato con successo il suo secondo esperimento di crowdfunding. Le prime due tranche da €500.000 del nuovo prestito obbligazionario del valore complessivo di € 6.000.000 sono state infatti sottoscritte in tempo record: in appena 20 giorni complessivi (12 giorni per la prima tranche e appena 8 per la seconda) è stato raccolto il primo milione di euro di questa seconda emissione.

La seconda sottoscrizione si è conclusa molto velocemente anche grazie all’intervento di Conafi S.p.A., società attiva dal 1988, con sede a Torino, quotata al mercato MTA di Borsa Italiana dal 12 Aprile 2007 e guidata dal CEO Nunzio Chiolo, che ha creduto nel progetto di crowdfunding di Frimm: un corporate bond con interesse del 7% lordo annuo posticipato a 3 anni che ha l’intento di finanziare parte delle operazioni di sviluppo immobiliare che l’azienda guidata dal presidente Roberto Barbato porta avanti tramite la propria divisione Real Estate Investing e che mette sul mercato tramite il proprio MLS e le proprie reti in franchising (per un totale complessivo di circa 1.160 agenzie immobiliari).

“Sono orgoglioso di poter annoverare Conafi S.p.A. tra i sottoscrittori del secondo Frimm Bond”, ha detto Barbato. “Il fatto che un esperto come Nunzio Chiolo creda nel nostro progetto significa davvero molto per il nostro Gruppo che ha lavorato tanto per creare un esclusivo circolo virtuoso basato sul nostro know-how ventennale e sull’efficacia dell’estesa rete di vendita del sistema collaborativo MLS”.

“I risparmiatori italiani cercano sempre più forme alternative d’investimento”, sottolinea il CEO di Frimm, Giuseppe Manzo. “L’equity crowdfunding ha infatti raccolto 76,6 milioni di euro rispetto ai 49 del 2019 (Fonte: Osservatorio della School of Management del Politecnico di Milano), e le piattaforme dedicate a questo tipo raccolta sono salite in due anni da 2 a 10”. La prima emissione del Frimm Bond, nel 2019, ha evidenziato proprio questa situazione in quanto è risultato insufficiente rispetto all’ampia domanda. “Ed è per questo che abbiamo proposto la nuova emissione di Frimm Bond fissandola a 6 milioni ma ripartendola in 12 tranche con taglio minimo di €10.000, per dare la possibilità a tutti in nostri sostenitori di poter partecipare e condividere il buon esito delle nostre operazioni di sviluppo immobiliare”, conclude Manzo ricordando poi che l’azienda ha raccolto già parecchie richieste per l’emissione della terza tranche prevista a ottobre.

“Conosciamo il gruppo Frimm da almeno 15 anni e abbiamo potuto apprezzare l’alta professionalità e la grande competenza che fanno di loro uno dei maggiori player del settore immobiliare”, ha spiegato Nunzio Chiolo, CEO di Conafi S.p.A. “In passato abbiamo in sinergia immaginato di realizzare dei progetti che coniugassero il mondo del real estate con il mondo finanziario. Quando Roberto (Barbato; ndr) e Giuseppe (Manzo; ndr) mi hanno proposto di sottoscrivere il bond, ho accolto con enorme piacere ed entusiasmo l’opportunità di partecipare al loro programma d’ investimenti. Mi auguro che possa essere l’inizio di una proficua collaborazione che possa sfociare in qualcosa di innovativo e concreto“.

Scarica il comunicato stampa ufficiale

Realizza Srl entra a far parte del primo sistema MLS in Italia, Agent RE connected to REplat

Realizza Srl, la prima rete in Italia di Property Finder, nelle scorse settimane ha aderito al network MLS Agent RE. Questa partnership incrementa le potenzialità di Realizza, partecipata di Hgroup Spa, in quanto Agent RE connected to REplat è il Multiple Listing Service numero 1 in Italia e permetterà alla sua rete di Property Finder di incrementare ulteriormente le sue potenzialità di combinare domanda e offerta nel settore immobiliare.

Agent RE è un software innovativo in grado di gestire un gigantesco database condiviso di immobili, venditori e acquirenti profilati in continuo aggiornamento e riservato ai soli agenti immobiliari. L’efficace sistema di matching automatico permette di trovare l’immobile giusto o l’acquirente perfetto in modo semplice e veloce.

Realizza Srl, nonostante la giovane età, ha già dimostrato un notevole potenziale, ad oggi conta una rete di +100 collaboratori su tutto il territorio nazionale, ed interpreta alla perfezione l’attività di Property Finding mettendo a disposizione di tutti gli aderenti al network MLS Agent RE il proprio portafoglio di immobili certificati (senza chiedere storni di commissioni).

Questa collaborazione arricchisce entrambe le reti mettendo in condizione gli agenti immobiliari che ne fanno parte di effettuare compravendite e locazioni con immobili e clienti anche all’esterno della zona di competenza. Realizza può inoltre contare su una clientela altamente profilata e dotata di una predelibera di mutuo e quindi già pronta e disponibile per la chiusura dell’operazione, grazie a Credipass, società di Mediazione Creditizia di Hgroup Spa.

Sia Realizza che Agent RE lavorano basandosi su un codice etico immobiliare per operare in massima trasparenza e tutela nel rispetto del cliente. Un sodalizio che mira a rendere il percorso di compravendita sempre più rapido, sereno e customer friendly.

“L’ingresso di Realizza accresce le potenzialità del nostro MLS che, oltre a far collaborare con regole univoche e chiare centinaia di agenti immobiliari in tutta Italia, è l’unico sistema in grado di garantire un futuro solido alla categoria”, spiega Vincenzo Vivo, responsabile della rete MLS Agent RE. “Condividendo in MLS incarichi immobiliari di vendita e acquisto, professionalità ed esperienza, infatti, gli agenti hanno la possibilità di ampliare il proprio portafoglio clienti e di approcciare altri settori, diversi da quello residenziale, presenti sul mercato come, ad esempio, le attività industriali, le case vacanza, la locazione, il settore alberghiero fino alla gestione di grandi operazioni immobiliari”.

“L’adesione al network MLS Agent RE è parte del naturale processo di evoluzione per una azienda di Property Finding come Realizza, fortemente orientata alla collaborazione che metterà in condivisione incarichi di vendita in esclusiva di immobili certificati tramite il fascicolo VerifiCasa, creato in collaborazione con Cerved, edi  clientela già profilata con predelibera di mutuo. La nostra potenzialità di crescita aumenta in modo esponenziale grazie a questa nuova ed entusiasmante partnership con una realtà del calibro di REplat”, afferma Paolo Pennacchio Direttore Generale di Realizza.

Scarica il comunicato stampa ufficiale

Frimm nomina il nuovo responsabile della rete retail: Vincenzo Vivo

Il già vicepresidente del Gruppo ha ora in mano i franchising FRIMM e REplat oltre al sistema MLS Agent RE per un totale di 1160 agenzie immobiliari

Nel corso della mattinata di lunedì 13 luglio, il presidente di Frimm S.p.A. Roberto Barbato ha comunicato con una nota interna che, con effetto immediato, ha incaricato Vincenzo Vivo, già vicepresidente del Gruppo, di gestire e coordinare tutte le attività relative alla rete retail dell’azienda composta dai franchising immobiliari FRIMM e REplat e dal sistema MLS Agent RE.

Vincenzo Vivo, manager con oltre 30 anni di esperienza sul mercato immobiliare passati per la maggior parte al fianco dello stesso Barbato, assume dunque il ruolo di Responsabile della Rete Retail diventando, di fatto, il principale referente della rete di vendita, di servizi e di consulenza dei franchising e del Multiple Listing Service del Gruppo.

La decisione del presidente Barbato arriva dopo lunghe e attente riflessioni in seguito alla crescita della produzione, superiore al 60%, registrata dall’azienda negli ultimi 2 anni. Questa crescita è incentrata certamente su una forte ripresa della rete in franchising che ha fatto registrare un salto in avanti del 15% in termini di punti vendita sia nel 2018 sia nel 2019 (e le proiezioni 2020, nonostante l’emergenza Covid-19, mantegono saldo il dato) ma anche e soprattutto sulla solidità di Frimm Real Estate Investing, divisione dedicata alle operazioni di sviluppo immobiliare nelle principali città d’Italia.

“La mia decisione è legata al forte impegno a cui, soprattutto in seguito all’emissione del secondo prestito obbligazionario Frimm Bond 7% da €6.000.000, la divisione Investing mi sottopone ormai quotidianamente togliendo così tempo e concentrazione alla gestione della rete”, ha spiegato Barbato nella sua nota. “I miei impegni da presidente e, sul campo, con Investing sono diventati davvero ingenti e continueranno a crescere ma con l’apporto concreto di Vincenzo Vivo so che l’intera azienda farà ancora meglio su tutti i fronti dal momento che, mai come ora, rete e operazioni di sviluppo sono strettamente collegate e sinergiche.

Vincenzo Vivo è uno dei soci fondatori di Frimm S.p.A. e un manager con oltre 30 anni di specializzazione nella gestione e nello sviluppo di reti immobiliari in franchising così come in quelle MLS (collaborazione tutelata nella compravendita immobiliare) e di vendita, anche all’estero (Spagna e Messico in particolare).

“Raccolgo con entusiasmo questa nuova sfida e sono pronto ad affiancare tutti i colleghi che ogni giorno lavorano per FRIMM, REplat e l’MLS Agent RE”, ha dichiarato Vivo. “Il primo obiettivo a breve termine è quello di chiudere il 2020 in linea con le proiezioni. Subito dopo mi concentrerò non soltanto sulla crescita della rete per il 2021 ma anche sulla sua digitalizzazione”.

Scarica il comunicato stampa ufficiale

Novità per gli Affiliati: libreria video per i webinar con calendario interattivo

FRIMM e REplat sono liete di presentare la nuova sezione dell’area riservata degli Affiliati dedicata alla formazione nazionale online: due pagine interattive che offrono il calendario completo, con tutte le informazioni su ogni singolo corso e con la possibilità di iscriversi, per il 2020 e la libreria video dei webinar grazie alla quale è possibile rivedere tutti i corsi del passato.

Questa nuova sezione si chiama, ovviamente, “Formazione” e nasce in seguito alla situazione di emergenza legata al Coronavirus: dopo aver aperto le proprie aule di formazione a tutti gli agenti immobiliari d’Italia, erogando oltre 20 webinar in diretta su Facebook, il Gruppo presieduto da Roberto Barbato ha deciso di continuare a erogare il programma formativo 2020 online tramite una piattaforma ad hoc e professionale dedicata ai webinar.

“Il programma formativo del 2020 si è addirittura ampliato”, racconta il vice presidente di Frimm S.p.A. Vincenzo Vivo. “Da maggio a dicembre offriamo oltre 40 webinar di altissimo livello tra corsi tecnici, legali, di vendita, di acquisizione, di gestione, motivazionali e tanti tanti altri. E i relatori, i coach, i trainer e le scuole di formazione su tutte top class: Sergio Borra e Training Broker One, Make Money Organization, Gian Luigi Sarzano, avv. Caterina Carretta di Lex Consult, Paolo Pennacchio, Pietro Margiotta e Alessandro Di Priamo”.

La sezione “Formazione” è disponibile ora per tutti gli Affiliati del Gruppo.

Ancora crowdfunding per Frimm: nuovo bond da 6 mln e prima tranche sottoscritta

Dopo il successo della prima emissione da €1.000.000 avvenuta nel 2019, l’azienda del presidente Roberto Barbato alza il tiro e lancia il nuovo bond suddiviso in 12 tranche da €500.000 con tasso fisso al 7%

Frimm S.p.A., che quest’anno festeggia i 20 anni di attività nel settore immobiliare italiano, ha appena avviato con successo il secondo esperimento di crowdfunding: la prima tranche del prestito obbligazionario del valore complessivo di € 6.000.000 è stata infatti sottoscritta in tempo record: in appena 12 giorni sono stati raccolti i primi  €500.000.

Nel corso del 2019 la società emise un primo bond del valore di € 1.000.000, diviso in 100 obbligazioni da € 10.000 con interesse del 7% lordo annuo posticipato con durata di 3 anni.

In seguito all’ottima risposta del mercato nel 2019 – la prima sottoscrizione si concluse con 8 giorni di anticipo mentre la seconda in appena 7 giorni dall’avvio – l’azienda guidata dal presidente Roberto Barbato ha deciso di alzare il tiro e riprovarci emettendo un bond da €6.000.000 suddiviso in 12 tranche da €500.000 confermando il tasso fisso al 7%.

Si tratta quindi del secondo prestito obbligazionario emesso da Frimm S.p.A. in 2 anni e arriva in seguito al lavoro prodotto negli ultimi anni dalle tre divisioni del gruppo: il franchising immobiliare Frimm, il sistema di condivisione immobiliare tutelata MLS Agent RE connected to REplat e il dipartimento Real Estate Investing dedicato alla realizzazione e alla gestione di operazioni di sviluppo immobiliare nelle principali città italiane.

“Molti non sanno che le case le sappiamo costruire, oltre che vendere grazie al supporto della nostra rete di agenti immobiliari collaborativi”, spiega il presidente Barbato. “E ora, con questo secondo e importante prestito obbligazionario, possiamo dire di saperle anche finanziare. È così che creiamo un circolo virtuoso per tutti coloro che lavorano con Frimm, siano essi agenti immobiliari, investitori, risparmiatori, venditori o acquirenti”. E conclude: “Ringrazio tutti quelli che hanno sottoscritto il nostro bond dandoci fiducia e tanta forza per dar vita a nuovi progetti immobiliari”.

Scarica il comunicato stampa ufficiale

Il post lockdown di FRIMM e dell’agente immobiliare: parla il presidente Roberto Barbato

Gerardo Paterna ha intervistato il presidente Roberto Barbato per la serie #losgabello del suo blog specializzato sul settore immobiliare.

Il confronto mette in luce tante cose interessanti per il mercato immobiliare e per il Gruppo FRIMM: il post lockdown, il futuro dell’agente immobiliare, l’MLS e la collaborazione, le attività del franchising FRIMM, le operazioni di sviluppo immobiliare della divisione Frimm Real Estate Investing e il Frimm Bond con cui sono finanziate.

Clicca qui per vedere l’intervista completa.

Lo smart working di Frimm: 20 webinar in 1 mese, nuovi strumenti B2C e tanti immobili da vendere in MLS

“Questa è la nostra ricetta che ha mantenuto in piedi, e anche ampliato, il nostro network di 1.130 agenzie immobiliari”, spiega il presidente di FRIMM S.p.A. Roberto Barbato. “L’azienda non si è mai fermata in questo periodo di emergenza creando attività formative e opportunità di contatto con i clienti per i circa 2.700 operatori che lavorano in collaborazione sulla nostra piattaforma MLS”

Tutti gli uffici e le divisioni di Frimm S.p.A. lavorano in smart working dal 9 marzo scorso e, da quel momento, l’azienda ha attuato un piano preciso per continuare a erogare servizi alla rete di oltre 1.130 agenzie immobiliari – di cui 323 affiliate alle rete in franchising di proprietà FRIMM e REplat – connesse alla propria piattaforma di collaborazione MLS.

Il piano ha previsto la continua erogazione, online e in remoto, di tutti o quasi i servizi previsti nell’offerta per agenti immobiliari che Frimm offre sul mercato. Nello specifico, l’azienda guidata dal presidente Roberto Barbato ha aperto le proprie aule di formazione a tutti gli operatori del settore, tenendo una media di 4 webinar a settimana in diretta sulla propria pagina ufficiale Facebook, con picchi di 1.500 partecipanti (la media è stata di 550/600 persone a meeting) e relatori d’eccezione come Gian Luigi Sarzano, Tiziano Benvenuti di MMO, il Dr Bellucci ma anche esponenti di aziende partner e formatori interni al Gruppo.

Non solo. I team IT e Prodotto hanno anticipato alcuni rilasci inizialmente programmati per i mesi a venire mettendo a disposizione degli agenti immobiliari due nuove applicazioni B2C – il “Valucasa” per le valutazioni immobiliari e il “Lascia Richiesta” per permettere al privato di interagire con l’MLS e ricevere proposte di immobili in acquisto personalizzate sui suoi desideri – che hanno il duplice obiettivo di fornire un servizio al cliente e di metterlo in contatto solo ed esclusivamente con quegli operatori esperti nel trattare la sua particolare esigenza.

E ancora, nella prima settimana di aprile la divisione Real Estate Investing, che si occupa delle operazioni di sviluppo immobiliare e di mini-trading nelle principali città d’Italia, ha concluso l’acquisto e le pratiche per la commercializzazione di un nuovo complesso residenziale composto da 24 unità – già condivise in MLS a beneficio di tutti gli Affiliati che possono inserirle nelle loro vetrine e venderle in collaborazione con la Casa Madre – in via Michele Amari a Roma.

“Sono felice di come il Gruppo abbia reagito alla situazione che l’emergenza Covid-19 ha delineato”, dice Barbato. “Ci siamo scoperti ancora più intraprendenti e imprenditori di quel che pensavamo, riuscendo non soltanto a mantenere intatta e motiva la rete di agenti che lavorano con noi ma anche a ingrandirla di qualche unità perché grazie alla bella e stimolante attività sui social network abbiamo creato contatti che si sono trasformati in un nuovi Affiliati e nuovi Aderenti al sistema MLS (circa una decina di nuovi contratti tra affiliazioni e abbonamenti MLS). Abbiamo affinato un know-how e un metodo di lavoro che non abbandoneremo ma, anzi, cavalcheremo nei mesi a seguire”.

Clicca qui per scaricare la nota stampa del 27 aprile 2020

Visite agli immobili: arriva il chiarimento del governo. Ecco cosa è possibile fare

visite agli immobili

Nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 5 maggio, è giunta l’attesa precisazione del governo in relazione alle visite sugli immobili. Sulle FAQ, le domande frequenti sulle misure adottate dagli organi governativi nel corso della Fase 2, presenti sul sito web ufficiale ha infatti trovato spazio la domanda specifica sulle modalità con cui gli agenti immobiliari possono svolgere le visite agli immobili.

Ebbene, la risposta è sì, le visite agli immobili sono permesse anche con il cliente a patto che questi siano disabitati. A questa importante specifica va però aggiunto un consiglio, oltre a ricordare il rispetto di tutte le altre regole di sicurezza e prevenzione: è bene verificare se in ambito territoriale (regioni e città metropolitane) gli organi preposti hanno imposto un’ulteriore restrizione in merito. E se così fosse, ovviamente, bisognerà adeguarsi.

Visite agli immobili permesse con i clienti in Fase 2 a patto che l’immobile sia disabitato
Nel nostro precedente articolo sottolineavamo come un appuntamento di vendita fosse improbabile in seguito al DPCM 26 aprile. E a distanza di una decina di giorni, come dicevamo, il dubbio è stato sciolto.

Sul sito del governo, alla voce “Pubblici esercizi e attività commerciali” delle FAQ sulla Fase 2, si legge quanto segue da ieri pomeriggio:

“Posto che il DPCM 26 aprile 2020 considera le attività immobiliari, tra cui quelle di mediazione immobiliare, non rientranti tra quelle sospese, costituisce una ragione legittima di spostamento il recarsi presso un’agenzia immobiliare o effettuare un sopralluogo presso un immobile da acquistare o da locare?”
“Sì. Tuttavia le visite degli agenti immobiliari con i clienti presso le abitazioni da locare o acquistare potranno avere luogo solo quando queste siano disabitate”.

Clicca qui per visitare la sezione FAQ sulla “Fase 2” contenente la precisazione sulle visite agli immobili da parte degli agenti immobiliari.

Fase 2: il 4 maggio riaprono le agenzie immobiliari. Consigli per lavorare in sicurezza

Ci siamo. Il prossimo 4 maggio le agenzie immobiliari possono alzare la saracinesca e riprendere la propria attività. La conferma è contenuta nel decreto (DPCM 26 aprile 2020) che il Governo ha presentato proprio oggi, 27 aprile e che ha inserito il codice Ateco 68, quello che ha a che fare con le attività immobiliari. Al comma 9 dell’articolo 2, il nuovo decreto specifica addiruttura che “le imprese che riprendono la loro attività a partire dal 4 maggio 2020, possono svolgere tutte le attività propedeutiche alla riapertura a partire dalla data del 27 aprile 2020”. Un’ottima notizia per tutti gli agenti immobiliari arrivata a seguito dell’impegno della consulta interassociativa Fiaip-Fimaa-Anama che nei giorni scorsi aveva ben evidenziato come l’intermediazione immobiliare rientrasse tra le attività a “basso”  livello di rischio.

C’è un protocollo di sicurezza che gli agenti immobiliari devono seguire per procedere alla riapertura e mantenere un’attività sicura e protetta?
«L’apertura delle agenzie avverrà con senso di responsabilità, nel massimo rispetto delle misure precauzionali igienico-sanitarie e di sicurezza sia negli ambienti di lavoro che nello svolgimento delle attività a tutela della salute pubblica», si legge nella nota della consulta interassociativa.

Ma cosa significa nella pratica? Un protocollo di sicurezza specifico per le agenzie immobiliari non esiste al momento ma possiamo provare a delinarlo utilizzando il buon senso e rifacendoci alle linee guida contenute tanto nel nuovo decreto del 27 aprile quanto nelle varie guide circolate finora come quelle dell’OMS, del Ministero dell Salute e delle Associazioni di Categoria.

Le regole che consigliamo di seguire all’interno dell’agenzia immobiliare e nello svolgimento dell’attività
Nel riaprire la propria agenzia immobiliare e nello svolgimento dell’attività, consigliamo di seguire queste regole:

  1. Tutto lo staff dell’agenzia deve lavarsi spesso le mani e nei bagni ci dovrebbe essere un cartello apposito che invita a farlo
  2. L’agenzia deve mettere a disposizione idonei mezzi detergenti per le mani; il gel disinfettante a base di alcol deve essere a disposizione sia per gli Agenti sia per i clienti all’interno dell’agenzia e deve essere sistemato in entrata. In caso di incontro, infatti, il cliente deve igienizzarsi le mani all’ingresso, perché è necessario che la procedura avvenga prima di accedere agli ambienti interni dell’Agenzia
  3. Tutto lo staff dell’agenzia deve usare la mascherina (ricordiamo che le mascherine migliori sono di tipo Ffp3 senza valvola ma vanno bene anche quelle chirurgiche)
  4. Le persone all’interno dell’agenzia devono mantenere la distanza di almeno un metro tra di loro (possibilimente con adozione di strumenti di protezione individuale come mascherine, appunto, ma anche divisori e parafiati in plexiglass)
  5. Non devono crearsi assembramenti, quindi si consiglia di incontrare i clienti solo su appuntamento facendo accedere persone in agenzia in maniera proporzionale all’ampiezza dei locali
  6. Il titolare dell’agenzia incentiva le operazioni di sanificazione nel luogo di lavoro
  7. Qualsiasi eventuale appuntamento in loco ovvero presso l’indirizzo dell’immobile da visitare va effettuato con materiale ad hoc: mascherina, occhiali protettivi, guanti e proteggi-scarpe
  8. Il titolare dell’agenzia incentiva lo smart working e gli appuntamenti virtuali (telefono, videochiamata, chat).
  9. Digitalizzare il più possibile la documentazione immobiliare per le trattative di locazione e vendita
  10. Utilizzo di postazioni singola senza la condivisione di telefoni e PC.

Con l’ottima notizia della riapertura delle agenzie immobiliari c’è però anche qualche dubbio che rimane. Dal 4 maggio, infatti, le persone potranno effettivamente spostarsi solo per esigenze urgenti, di tipo lavorativo, o per visite ai parenti, o per attività motoria. Un appuntamento di vendita diventa improbabile perché si dovrebbe entrare in casa di altri col proprio cliente, casistica che non sembra figurare tra quelle elencate (potrebbero esserci nuove indicazioni in merito nei prossimi giorni).

Al contrario, la visita di acquisizione potrebbe invece essere considerata come un’esigenza lavorativa, così come non dovrebbe essere problematica la visita a una casa vuota che si vuole affittare o vendere.

Ricordiamo che tutti gli agenti immobiliari FRIMM, REplat e Agent RE trovano offerte dedicate sui materiali di prevenzione brandizzati per la propria agenzia e il proprio staff nella loro area riservata.

Clicca qui per scaricare il protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro fra il Governo e le parti sociali

_____________________________________

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.