Oltre 160 presenze alla Tavola Rotonda “Soluzioni per vincere la crisi” con Barbato e Deiana

I grandi ospiti del mondo imprenditoriale, istituzionale e politico si sono sfidati a colpi di intuizioni nella Sala delle conferenze del Garante della Privacy

ROMA – L’ultima tappa in ordine di tempo del “tour” che sta compiendo il libro “Come fare soldi nei periodi di crisi”, scritto a quattro mani dal presidente di Frimm Holding Roberto Barbato e da Angelo Deiana ed edito da Gruppo 24 Ore, ha dato vita all’appuntamento forse più denso di significato di questo iter lo scorso 28 novembre durante “Soluzioni per vincere la crisi”, tavola rotonda che si è tenuta nella prestigiosa Sala delle Conferenze del Garante della Privacy in piazza Montecitorio a Roma.

Padroni di casa dell’evento i due autori Roberto Barbato (presidente FRIMM Holding) e Angelo Deiana (presidente ANPIB e presidente Comitato Scientifico CoLAP), che con il solito tono leggero ma come sempre accattivante hanno introdotto il tema della giornata – come battere la crisi – ma soprattutto i grandi ospiti del meeting: l’on. Irene Pivetti, il presidente di Confrimprese Mario Resca, il presidente dell’Asmef Salvo Iavarone, il presidente di Fiaip Paolo Righi, l’on. Alfonso Pecoraro Scanio, hanno dato il loro contributo alla conversazione, in un brillante inseguimento dialettico a caccia di opportunità offerte dall’attuale momento storico.

Così, se per Mario Resca non ci si occupa al meglio dei propri clienti “altri si preoccuperanno di farlo meglio di voi” e se una delle chiavi di volta per l’Italia potrebbe essere “puntare sui giovani per valorizzare il patrimonio culturale”, secondo l’ex presidente della Camera Irene Pivetti un buon metodo per cavarsi fuori dalla flessione è “applicare alle aziende la favola del vestito di Arlecchino: ovvero tesaurizzare le piccole qualità. Essere piccoli a volte è un vantaggio, è più semplice riciclarsi ed entrare in nuovi mercati. Si rende così necessaria una riflessione sulle dimensioni del sistema o dell’azienda”.

Un principio questo caro anche all’on. Alfonso Pecoraro Scanio, che nel suo intervento ha posto l’accento sui cambiamenti positivi che le crisi portano, come ad esempio “il crollo del mercato dell’automobile in luogo di un più sano e ambientalista aumento del numero di biciclette nelle nostre città. Questo perché in assenza di denaro si è costretti a ristrutturare regole ed abitudini”.

Il presidente Fiaip Paolo Righi ha invece sottolineato come “per resistere alla crisi e venirne fuori ci vogliono tenacia, adattabilità e coesione. Le crisi e i cambiamenti sono per i forti, ed è dunque proprio in questo momento che la categoria degli agenti immobiliari, grazie a concetti validissimi come la collaborazione e la condivisione e grazie a strumenti validi come l’MLS, deve rafforzarsi e affrancarsi come categoria professionale”.

Clicca qui per visualizzare la gallery dell’evento

“Gli immobili in Italia 2012”: circa 24,6mln di contribuenti risultano proprietari di immobili o di quote di essi

Mercato ImmobiliareÈ stato presentato a Roma, presso l’Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, lo studio “gli immobili in italia 2012” a cura del Dipartimento delle Finanze e dell’Agenzia del Territorio, con la collaborazione della SOGEI.
(…) Nell’ambito delle analisi relative al patrimonio immobiliare è emerso che nel 2010 il totale dei contribuenti che hanno presentato dichiarazione dei redditi è circa 41,5 milioni e di questi più di 24,6 milioni (il 59% del totale dei contribuenti) risultano proprietari di immobili o di quote di essi, con un incremento di circa 0,3 milioni di soggetti proprietari rispetto al 2009.

Tratto da Tribuna Economica

Clicca qui per leggere l’articolo