Da ora disponibili, su Agenzia delle Entrate, le quotazioni immobiliari del I° semestre 2013

quotazioni immobiliari  2013Dallo scorso 15 ottobre sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono state pubblicate le quotazioni immobiliari dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare riferite al primo semestre 2013 per tutti i comuni italiani.

Tali valori sono:
– di ausilio alla stima effettuata da tecnici professionisti;
– sono riferiti all’ordinarietà degli immobili e allo stato conservativo prevalente nella zona omogenea.

La stima effettuata da un tecnico professionista è l’unica in grado di descrivere al meglio un’immobile e di motivare il valore attribuito ad esso: per approfondimenti andare alla pagina Metodologie e processi OMI. Si consiglia, inoltre, di approfondire la Guida alla consultazione delle quotazioni OMI – pdf.

Tra gli strumenti a disposizione per ottenere valutazioni professionali sugli immobili, Frimm offre ai clienti il ValuCasa, software online gratuito che dà le valutazioni fatte dagli agenti immobiliari per via e numero civico in tutta Italia.

Per utilizzare i dati consultati è necessario indicare la fonte: “Agenzia Entrate – OMI”. Si possono usufruire le quotazioni gratuitamente partendo dal I° semestre del 2012 ed arrivare al I° semestre del 2013.

Inoltre, l’Agenzia delle Entrate precisa in una nota che:

– “Nel 1° semestre 2013,resta sospesa la rilevazione del mercato immobiliare nei comuni di Mirabello e Sant’Agostino in provincia di Ferrara e nei comuni di Bomporto, Camposanto, Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, Novi di Modena, Ravarino, San Felice sul Panaro, San Prospero, San Possidonio, Soliera in provincia di Modena, in quanto il mercato immobiliare risulta ancora particolarmente condizionato dagli effetti degli eventi sismici in Emilia Romagna del 20 e 29 maggio 2012”.

Ed ancora:

– “Resta anche sospesa la rilevazione del mercato immobiliare nelle zone centrali B1 e B2 di L’Aquila e nelle zone centrali (B1 e B2) dei comuni di Castelvecchio Subequo, Fagnano Alto, Fossa, Goriano Sicoli, Lucoli, Navelli, Ocre, Poggio Picenze, San Pio delle Camere, Sant’Eusanio Forconese, Tione degli Abruzzi e Villa Sant’Angelo, in cui il mercato immobiliare è ancora sensibilmente condizionato dagli effetti del sisma in Abruzzo del 6 aprile 2009”.

Tratto da Agenzia delle Entrate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...