MLS REplat e Habitat Investments: come investire a Londra con profitto

Casa a Londra con MLS REplatLa Habitat Investments Ltd. sceglie il multiple listing service di Frimm per far da tramite tra gli investitori italiani e i proprietari inglesi: 1.500 agenzie italiane saranno così connesse a uno dei mercati con il più alto tasso di crescita dei prezzi e del numero delle compravendite del mondo

Grazie alla “no tax area” per rendite inferiori alle 10mila sterline poi, il real estate londinese è dall’inizio della crisi un rifugio sicuro anche per i piccoli investitori. E gli italiani l’hanno capito bene: dalla fine del 2011 le richieste “nostrane” sono salite del 120%

MLS REplat, il Multiple Listing Service creato da Frimm è sempre più internazionale: dopo Russia, Francia e Stati Uniti (Florida), il sistema online che fa collaborare migliaia di agenti immobiliari in Italia arriva anche nella terra di Sua Maestà la Regina. A Londra, di preciso, per andare a inserirsi in uno dei mercati immobiliari che più sta dando segnali di crescita dal 2007 – all’alba della crisi globale – a oggi.

Merito di questa iniziativa è di una società di brokering, la Habitat Investments Ltd., fondata e guidata da due fratelli, Francesco e Marco Fasanella, italiani di nascita ma britannici d’adozione. Francesco in particolare, è avvocato esperto di “Land Law” – diritto di proprietà – e docente della stessa materia al Birkbeck College di Londra.

“Il know how che la Habitat Investments ha acquisito negli anni sul posto, unito alla regole di tutela garantite da MLS REplat e la sua velocità di diffusione delle notizie attraverso la rete di operatori che ogni giorno vi lavorano – afferma Francesco Fasanella – sono gli aspetti che più di altri ci hanno fatto propendere per questo accordo. MLS REplat dovrebbe in questo senso facilitarci la vita”.

Il contesto londinese è molto peculiare, non solo perché l’ambito giuridico che regola le compravendite immobiliari è completamente diverso da quello italiano (non esiste la figura del notaio, non esiste la nostra proprietà piena ma tre categorie di possesso immobiliare e cioè Freehold, Share of the Freehold e Leasehold) ma anche perché conviene investire grazie alla forte crescita dei prezzi – +42% – che si è registrata negli ultimi 6 anni nelle cosiddette “prime locations”, le zone di alto profilo.

“Il mercato londinese in determinate zone è davvero molto mobile, schizofrenico quasi”, spiega Fasanella, “ma a differenza di quello italiano è instancabile, non conosce sosta, e per gli investitoti esteri – arabi e russi su tutti – rappresenta una fonte di investimento sicura. Anzi si potrebbe quasi dire che la crisi globale abbia spinto ad acquistare qui”.

“L’acquisto di immobili londinesi da mettere a reddito è diventata anche per i nostri clienti italiani una consuetudine. Capita che si possa rivendere un immobile a prezzo superiore del 30% anche dopo pochi mesi dall’acquisto; ancora, altrettanto velocemente un prezzo schizza alle stelle perché l’immobile è finito in asta. In questo contesto la figura del broker immobiliare è un faro nel buio”.

Ma quanto è diverso, nei numeri, lo scenario inglese dal nostro? “Non ci sono molte spese all’acquisto innanzitutto”, spiega Fasanella, “mentre c’è invece una tassa di registro (“Stamp Duty“) che è variabile: gli immobili di valore fino a 250mila sterline pagano l’1%, quelli fino a 500mila pagano il 3% e così via fino a un massimo del 7%. Le pratiche legali hanno un costo di circa 2mila sterline, quindi per un investimento da 250mila sterline i costi aggiuntivi comprensivi di intermediazione (3% in media) e tasse si aggirano sulle 12mila sterline. Quanto al reddito, una casa a Londra rende in media dal 3,5% al 5% annuo: il vero vantaggio sta però nella “no tax area” per le rendite inferiori a 10mila sterline”.

Vale a dire che fino a quella cifra è tutto utile, e questo gli investitori italiani l’hanno capito bene: secondo Savills le richieste tricolori sono aumentate dalla fine del 2011 addirittura del 120%; gli italiani rappresentano l’80% della domanda a Kensington e il 70% a Knightsbridge.

Habitat Investments Ltd. Londra

 

 

 

Contatti:
Francesco Fasanella (Managing Director)
f.fasanella@habitatinvestments.co.uk
Tel: +44 (0) 20 753 36 539+44 (0) 20 753 36 539
Crown House, 72 Hammersmith Rd,
London, W14 8TH – United Kingdom
Habitatinvestments.co.uk

Scarica il comunicato in formato pdf

2 pensieri su “MLS REplat e Habitat Investments: come investire a Londra con profitto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...