MLS REplat protagonista all’EIRE di Milano

MLS REplat - EIRE Milano 2014Si è tenuto questa mattina all’EIRE di Milano il workshop organizzato da FIMAA Milano, Monza e Brianza in collaborazione con MLS REplat e intitolatoMLS come acceleratore del mercato immobiliare: le nuove frontiere della collaborazione tra professionisti“. Relatore dell’evento, oltre a Roberto Bartolotta, membro di giunta FIMAA MiMB e coordinatore rilevazione prezzi immobili della Provincia di Milano, anche Luigi Sciascia, Area Manager per lo sviluppo di MLS REplat in Lombardia ed esperto di piattaforme di collaborazione immobiliare.

Sciascia (nella foto qui accanto) ha utilizzato il tempo a disposizione per far luce sullo stato attuale del Multiple Listing Service in Italia, per illustrarne i benefici per gli agenti immobiliari e per i loro clienti.

MLS REplat, la piattaforma Multiple Listing Service creata da Frimm che fa collaborare ogni giorno migliaia di operatori del settore immobiliare – ha detto Sciascia a margine dell’evento – ha raggiunto grazie alla presenza a questa decima edizione dell’EIRE lo status di attore principale del mercato italiano anche presso il grande pubblico. Un’attestato di fiducia che anche FIMAA Milano, Monza e Brianza che ringraziamo per l’invito, ha voluto dare al sistema di collaborazione tra agenti immobiliari”.

Immobiliare, dati ISTAT: dal 2006 mercato crollato del 47,4% ma è in (costante) recupero

Mercato immobiliare: trend 2013Raffrontando il numero di compravendite del 2006 – l’ultimo anno prima della crisi globale – con quelle del 2013, il rapporto è a dir poco avvilente: una differenza di quasi il 50% (esattamente il 47,4%) di case vendute in meno. Di buono c’è però che secondo i dati Istat di più recente diffusione, seppur le compravendite del quarto trimestre 2013 siano sempre in diminuzione se confrontate allo stesso trimestre del 2012 (-8,1%), queste sono invece in recupero rispetto alla variazione osservata fra il quarto trimestre 2012 e il corrispondente del 2011 (-25,7%). Insomma, il “crollo” del mercato è sempre più lento o, a voler vedere il bicchiere mezzo pieno, sempre più controllato.

Vediamo nel dettaglio i dati dell’Istat. Nel quarto trimestre 2013, sono 160.525 le convenzioni notarili per trasferimenti di proprietà di unità immobiliari. Sempre in diminuzione se confrontate allo stesso trimestre del 2012 (-8,1%), ma in recupero rispetto alla variazione fra il quarto trimestre 2012 e il corrispondente del 2011 (-25,7%). Variazioni negative si sono registrate sia per le convenzioni notarili su immobili a uso abitazione e accessori (-7,6%) sia per quelle a uso economico (-13,5%). Il 92,7% dei trasferimenti di proprietà ha riguardato abitazioni (148.835), il 6,5% unità a uso economico (10.449) e lo 0,8% (1.241) unità immobiliari a uso speciale e multiproprietà.
Infine nel quarto trimestre del 2013 sono state poco meno di 70mila le convenzioni notarili per mutui, finanziamenti ed altre obbligazioni con costituzione di ipoteca immobiliare (esattamente 68.468). Un numero che conferma il rallentamento del calo (-1,3%) già osservato nei primi tre trimestri, e che  chiude l’anno con un dato complessivo del -2,9% rispetto al 2012.