MLS REplat si connette alla Repubblica Dominicana

Il Multiple Listing Service più diffuso in Italia apre i battenti anchea Santo Domingo, grazie all’iniziativa della società di investimenti “Houses for Sale in the World”. Obiettivo: soddisfare le richieste “caraibiche” di oltre 1.000 agenzie italianeper un mercato che rende tra il 6% al 12% grazie alla stagione turistica di 10 mesi

Houses for Sale in the WorldMLS REplat, la piattaforma online creata da Frimm che fa collaborare ogni giorno migliaia di agenti immobiliari in tutto il mondo, pianta un’altra bandierina virtuale anche nel Mar dei Caraibi, e precisamente nella Repubblica Dominicana. Merito dell’accordo raggiunto tra la branca estera del MLS italiano, MLS REplat International, e la Houses for Sale in The World (“H4S”), società presieduta da Eduardo Cirincio, broker italiano trapiantato a Santo Domingo e che lì ha costruito la sua “idea immobiliare”.

«H4S è una società per investimenti nel campo immobiliare costituita dai migliori professionisti del settore – spiega Cirincio – uomini e donne che dal settembre 2012 hanno creduto al mio progetto di diventare leader qui nella Repubblica Dominicana. Una terra fantastica, da anni meta tra le preferite degli italiani. La scelta di stabilire il mio business qui è giunta dunque come naturale risposta alla domanda: se fossi un investitore in cerca di alta redditività, dove investirei? Scartate destinazioni quali New York, Miami, Londra, gli Emirati Arabi o il Brasile, tutti mercati che già godevano di ampia rappresentanza in Italia, la scelta è caduta su questo paradiso, che in Italia non aveva rappresentanza nonostante l’enorme incremento di vendite dell’ultimo decennio».

Dopo le precedenti sette aperture estere in sei diverse nazioni (Inghilterra, Francia, Russia, Svezia, USA e Brasile) messe a segno in questo 2014 dunque, un nuovo e diverso mercato si apre all’espansione del principale Multiple Listing Service italiano, che ogni giorno definisce la routine lavorativa di oltre 3000 agenti immobiliari nostrani.

Un ambiente, quello del real estate dominicano, «certamente fertile, che rende mediamente dal 6% al 12% grazie ad una stagione turistica che dura 10 mesi pieni. È un mercato in crescita – sottolinea ancora Cirincio – ma mai soggetto a bolle immobiliari, trainato invece in maniera intelligente da politiche mirate ad aumentare ancora il flusso, con una politica fiscale che incentiva gli investimenti esteri, soprattutto quelli immobiliari, tutela la proprietà e il rientro dei capitali nei paesi di origine, costi di manodopera bassi, grande attenzione ai materiali e un sistema bancario autonomo propenso all’investitore estero».

«E poi – aggiunge – è un Paese che offre un lifestyle degno di Hollywood, ma a prezzi molto più accessibili, per non parlare della popolazione, adorabile, un alto livello di sicurezza, e una sanità efficiente e a costi relativamente contenuti. Del resto, se 65.000 italiani risiedono oggi in Repubblica Dominicana e 42.000 la visitano ogni anno come turisti, un motivo ci sarà».

Clicca qui per scaricare il comunicato in formato pdf

3 pensieri su “MLS REplat si connette alla Repubblica Dominicana

  1. Pingback: MLS REplat si connette alla Repubblica Dominicana | gambino.blog
  2. Pingback: MLS REplat si connette alla Repubblica Dominicana | Immobiliare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...