Condividere immobili in MLS con foto, video e virtual tour per avere successo sul mercato

Caro Collega,

domani entrerà in vigore il nuovo Dpcm che, fortunatamente, sembra non prevedere alcuna modifica per l’attività di noi agenti immobiliari.

Quindi continueremo come sempre a tenere aperte le nostre agenzie e a incontrare, con tutte le precauzioni del caso, i nostri clienti per appuntamenti, visite, ribassi e consulenze. Non dobbiamo però dimenticare che stiamo continuando a vivere un periodo davvero particolare e pieno di forti cambiamenti.

Per questo, come già fatto durante la “Fase 2” dal presidente di FRIMM Roberto Barbato, desidero sottolineare con forza l’efficacia dell’utilizzo completo dell’MLS e di tutti i suoi strumenti.

Ecco i punti fondamentali sull’utilizzo dell’MLS che ci porteranno al successo nel mercato immobiliare anche in momenti come questo:

– Condividiamo in MLS tutti i nostri incarichi e richieste

Non chiediamo storno ai colleghi

– Inseriamo tante foto anche dettagliate (i clienti hanno bisogno di vedere tutto dell’immobile) per ogni singolo immobile che condividiamo in MLS

– Carichiamo i video e i virtual tour (il nostro MLS è compatibile con le principali piattaforme)

– Utilizziamo il nuovissimo pulsante “Contattaci” su Whatsapp per permettere ai nostri clienti di chattare subito con noi sugli immobili di loro interesse

– Postiamo sui social il nostro form “Lascia una Richiesta” così che nuovi possibili acquirenti si registrino automaticamente nel nostro portafoglio richieste MLS

– Creiamo report con il Valucasa e inviamoli ai nostri clienti proprietari e acquirenti

– Controlliamo il Matching MLS che ci permette di velocizzare il lavoro e inviare immobili interessanti.

Potrei continuare – gli strumenti MLS sono davvero tanti – ma preferisco ribadire l’importanza di avere tutti gli incarichi con una commissione del 3% e, se così non fosse, il consiglio è quello di rinegoziarla con il proprietario, magari spiegandogli la strategia di collaborazione MLS per affrontare questo delicato momento e vendere al miglior prezzo e più velocemente.

Questo è davvero il momento giusto per usare il sistema MLS e connettersi con i colleghi. Crediamoci e il successo della nostra categoria sarà stupefacente.

Buon lavoro,

Vincenzo Vivo
Responsabile Rete Retail FRIMM, REplat, MLS Agent RE

Agenti immobiliari e nuovo Dpcm: visite, apertura dell’agenzia, autocertificazione

Agenti immobiliari e nuovo Dpcm

Entrerà in vigore domani, venerdì 6 novembre, il nuovo Dpcm varato dal Governo con l’obiettivo di contenere il contagio da Coronavirus. E queste nuove misure rimarranno in vigore fino al prossimo 3 dicembre. La novità più importante riguarda la divisione in fasce di rischio in cui vengono fatte rientrare le varie regioni d’Italia.

Nello specifico, si parla di zone rosse (ad alto rischio, in cui rientrano Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle D’Aosta), zone arancioni (a rischio intermedio, di cui fanno parte Puglia e Sicilia) e zone gialle (a rischio moderato, in cui si trovano tutte le altre regioni).

In questo scenario cosa cambia per gli agenti immobiliari e la loro attività? Fortunatamente quasi nulla, almeno al momento in cui si scrive.

Le disposizioni a cui fare riferimento sono proprio quelle della regione in cui l’agente immobiliare opera. Quindi, a meno che non arrivino chiarimenti in merito, ci sembra possibile dire che le agenzie possano rimanere aperte anche nelle zone rosse oltre che, ovviamente in quelle gialle e arancioni.

Per quanto riguarda le visite agli immobili potrebbe esserci una differenza tra queste ultime e le zone rosse. Sì perché, nel ricordare a tutti le misure di sicurezza che abbiamo imparato e messo in pratica in questi mesi, dal distanziamento tra persone all’uso della mascherina passando per l’igienizzazione continua delle mani, possiamo ipotizzare che nelle aree ad alto rischio si possano continuare a fare appuntamenti e visite agli immobili: stiamo parlando infatti di ““comprovate esigenze lavorative”. Proprio per questo, però, sarebbe meglio compilare l’autocertificazione (scaricabile qui) e magari farla compilare anche al cliente che si sposta per la visita.

In ogni caso, come già fatto nel corso della “Fase 2” di aprile, ricordiamo quanto sia importante ed efficace l’utilizzo convinto e completo del sistema MLS: condividiamo tutti i nostri incarichi, non chiediamo storno ai colleghi, inseriamo tante foto, carichiamo video e virtual tour, utilizziamo il nuovo pulsante “Contattaci” su Whatsapp, facciamo ricorso al form “Lascia una Richiesta” e al “Valucasa” oltre che al matching per velocizzare il lavoro e inviare ai clienti delle schede immobile sempre valide e interessanti.