Aumentare la visibilità e portare nuovi clienti nelle agenzie affiliate Frimm: l’azienda presieduta da Roberto Barbato porta la pubblicità nel mondo digitale

La nuova campagna pubblicitaria digitale di FRIMM è attiva. Gli affiliati Frimm ora hanno una marcia in più: la visibilità sui principali siti web italiani e sulle app più scaricate grazie all’attività di remarketing.

La protagonista della campagna pubblicitaria è la nuova Frimm App per smartphone e tablet: i banner, infatti, propongono ai clienti di scaricarla. Dopo aver effettuato il download, il cliente avrà accesso agli immobili del network Frimm e avrà la possibilità di fissare un appuntamento con un agente immobiliare direttamente dall’app stessa. Per questo motivo, a supporto delle agenzie in franchising, l’azienda del presidente Roberto Barbato ha acquistato oltre 5 milioni di impressions da ora fino a giugno. Un tassello importante che va di pari passo con quello che internamente viene chiamato “progetto SEO” (Search Engine Optimization) che vede impegnato il Gruppo sul corretto posizionamento delle agenzie affiliate su Google, sui social e sulle mappe (circa 15.000 telefonate in 4 mesi per un totale di quasi 3 milioni di visualizzazioni sul motore di ricerca; ndr).

Qual è l’obiettivo della campagna pubblicitaria digitale di Frimm?
Da sempre il principale obiettivo di Frimm è portare nuovi clienti nelle agenzie. Negli ultimi anni, infatti, le iniziative pubblicitarie promosse dall’azienda sono state molteplici: dopo gli autobus di Napoli, Salerno e Roma brandizzati con il logo Frimm e le tante campagne pubblicitarie negli stadi italiani di Serie A e B, per il 2021 l’attenzione è stata spostata completamente sul digitale e sul mobile.  

Remarketing e targeting comportamentale nella pubblicità di Frimm
Questo spostamento è stato necessario in seguito al cambiamento di certe abitudini e di determinati comportamenti del pubblico, accentuato dai mesi trascorsi tra le quattro mura di casa, a causa della pandemia da Covid-19. Ormai chi cerca casa tende a cominciare dallo smartphone interrogando un portale o una app: secondo la NAR, l’Associazione degli Agenti Immobiliari statunitensi, il 93% delle ricerche immobiliari si svolge online e, di queste, oltre il 73% avviene direttamente su device mobili.

È necessario quindi che le aziende stiano al passo interessandosi ad attività come quella del targeting comportamentale: tecnica utilizzata nel marketing che permette di proporre ai clienti dei messaggi relativi ad un prodotto per cui hanno mostrato interesse effettuando delle ricerche su altre pagine del web.

E in questo senso, la campagna pubblicitaria di Frimm è assolutamente attuale grazie all’attività di remarketing a essa connessa. L’idea di fondo è quella di rendere disponibili prodotti e servizi nel luogo giusto e al momento giusto: essere dove sono i clienti, per ascoltarne i bisogni e intervenire ove necessario. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...