Frimm e crowdfunding: sottoscritti altri €500k in 7 giorni

La seconda tranche del prestito obbligazionario del valore complessivo di € 1.000.000 è stata sottoscritta in una sola settimana. Nuovo bond in sottoscrizione previsto per maggio 2020

Frimm S.p.A., che quest’anno festeggia i 20 anni di attività nel settore immobiliare italiano, ha terminato con successo il primo esperimento di crowdfunding. Anche la seconda tranche del prestito obbligazionario del valore complessivo di € 1.000.000 è stata infatti sottoscritta in tempo record: in appena 7 giorni sono stati raccolti €500.000.

Nella prima metà del 2019 la società ha emesso un bond del valore di € 1.000.000, diviso in 100 obbligazioni da € 10.000 con interesse del 7% lordo annuo posticipato con durata di 3 anni.

Si tratta del primo prestito obbligazionario emesso da Frimm S.p.A. e arriva in seguito al lavoro prodotto negli ultimi anni dalle tre divisioni del gruppo: il franchising immobiliare Frimm, il sistema di condivisione immobiliare tutelata MLS REplat e il dipartimento Real Estate Investing dedicato alla realizzazione e alla gestione di operazioni di sviluppo immobiliare nelle principali città italiane.

“I numeri di Banca d’Italia ci dicono che dei circa 4.300 miliardi di ricchezza finanziaria posseduta dalle famiglie italiane, ben 1.400 miliardi, sono parcheggiati sui conti correnti”, spiega il CEO di Frimm S.p.A. Giuseppe Manzo. “Non si incassano interessi, non si spende, non si investe; il tasso di remunerazione medio di questa liquidità è dello 0,38%, ma scendendo nel dettaglio degli strumenti più utilizzati dalle famiglie si scopre che i conti correnti tradizionali rendono zero e, anzi, costano. Diecimila euro posteggiati su un conto infruttifero dopo cinque anni diventano poco più di 9 mila, per colpa di costi e inflazione. Ma nonostante ciò, i dati ABI certificano che nell’ultimo anno, i depositi della clientela residente sono aumentati di circa 30 miliardi rispetto al periodo precedente”.  E lo stesso vale per le imprese: nel 2019, fra titoli immediatamente convertibili e contante, detenevano immobilizzazioni per circa 340 miliardi, oltre il 20% del PIL, raggiungendo il livello più elevato degli ultimi venti anni.

Nonostante la poca propensione all’investimento registrata nel nostro Paese, Frimm ha coraggiosamente scelto di credere nel crowdfunding e di fondare la propria operazione su pochi e semplici ingredienti. “Un prodotto al tasso d’interesse lordo del 7%, emesso da un’azienda affidabile, ottimamente patrimonializzata, e con un’esperienza di oltre 40 anni nel settore; il passaparola tra gli amici, tra i nostri affiliati storici, tra gli imprenditori e i collaboratori che ogni giorno operano con noi”, spiega Manzo prima di concludere rivelando che “a maggio di quest’anno ci sarà una nuova emissione, con le stesse caratteristiche della prima e con cui cercheremo di accontentare i tanti estimatori di Frimm che non sono riusciti a sottoscrivere questa prima emissione e che ringrazio per gli attestati di fiducia che quotidianamente ci riconoscono”.

Scarica il comunicato stampa

Quote di mercato: Frimm a +37% in un anno

Il report Reti a Aggregazioni Immobiliari 2019 conferma la crescita dei franchising del Gruppo, Frimm e REplat, che dal 4% del 2018 sono passati al 5,48% del 2019

Il Gruppo Frimm ha fatto registrare un tasso di crescita del 37% della propria quota di mercato nel franchising immobiliare. Lo si evince dal confronto tra gli ultimi due Report “Reti e Aggregazioni Immobiliari” realizzati dal blogger Gerardo Paterna: quello del 2019, pubblicato lo scorso 4 dicembre da Re3bit, mostra i network in franchising Frimm e REplat (quest’anno il sistema MLS del Gruppo ha cambiato nome in Agent RE connected to REplat) con una quota di mercato del 5,48%, mentre quello del 2018 li vedeva al 4%.

«Questo bel risultato arriva a qualche giorno di distanza dal raggiungimento del primato cittadino del brand Frimm su Salerno», spiega il presidente di Frimm S.p.A. Roberto Barbato. «Siamo tornati con forza sui nostri prodotti di franchising dopo aver investito nella crescita della nostra rete MLS, giunta ora a oltre 2.500 agenti immobiliari. E non è un caso perché, analisi del mercato a parte, nel 2020 festeggeremo i 20 anni di vita del brand Frimm».

Il prossimo anno, Frimm continuerà a lavorare su metodo operativo e tecnologia con l’obiettivo di perfezionare la sua intera offerta per addetti ai lavori. «Cominceremo da un upgrade al Valucasa per poi proseguire con la pubblicazione della nuova versione del Manuale Operativo che contiene tutte le nostre procedure e il nostro know-how», racconta ancora Barbato. «L’obiettivo è quello di creare automatismi che portino risultati e riscontri ai nostri Affiliati in termini di vendita, di acquisizione e di visibilità».

Tra proptech e MLS: a Salerno città è FRIMM a primeggiare

Frimm è il primo marchio di franchising immobiliare a Salerno città. La rete di agenzie immobiliari affiliate all’azienda del presidente Roberto Barbato, campano doc con quasi 40 anni di esperienza nel settore, ottiene questo piccolo ma importante primato con il settimo affiliato cittadino – Nicola Gentile dell’agenzia Studio Gentile di via Trento 193 – che si aggiunge al totale complessivo di 20 punti vendita nell’intera provincia.

«È un bel traguardo che ci dà tanta fiducia sull’efficacia del metodo operativo che proponiamo agli operatori del settore», dice Giovanni Elefante, il responsabile della gestione e dello sviluppo di Frimm in Campania. «Soprattutto in questo momento di mercato in cui si fa un gran parlare di tecnologia, proptech, condivisione di informazioni in sistemi MLS, blockchain e iniziative digital, Frimm fa breccia su agenti immobiliari e clienti grazie al binomio che da sempre l’ha contraddistinta, ovvero immobiliare e tecnologia».

Si tratta di un binomio che nel corso degli ultimi anni è diventato sempre più attuale e concreto, al punto da scuotere completamente il settore. In uno scenario del genere, in cui le novità tecnologiche collidono con la burocrazia, da una parte, e la conoscenza tecnica e pratica del comparto immobiliare, dall’altra, diventa di fondamentale importanza rivolgersi a un operatore del settore preparato e aggiornato per vendere e comprare casa in tranquillità e sicurezza.

In questo senso, gli agenti immobiliari FRIMM sono stati dei veri e propri pionieri ed è questo che tanto sta piacendo sulla piazza di Salerno. Sul mercato da quasi 20 anni (ad aprile del 2020 verrà festeggiato il ventennale del marchio), sono stati i primi ad approcciare e utilizzare il concetto di “sharing”: ancora oggi condividono migliaia di immobili all’interno del sistema MLS (“Multiple Listing Service”, sofisticata piattaforma di collaborazione tutelata riservata agli agenti immobiliari) di proprietà dell’azienda.

«Si tratta di un modo di lavorare incredibile che Frimm ha importato dagli Stati Uniti», racconta ancora Elefante che ha l’obiettivo di conquistare il primato anche su Napoli città. «In pratica, chi affida la vendita della propria casa a un agente FRIMM, la sta affidando contemporaneamente all’intera rete di agenti immobiliari connessi al sistema MLS: ben 2.500 operatori pronti a effettuare la vendita. Con il vantaggio di pagare un’unica commissione al proprio agente di fiducia».«Recentemente uno studio ha rivelato che i clienti preferiscono un agente immobiliare di parte per vendere o acquistare casa in modo da essere tutelati al 100% –aggiunge il presidente di Frimm S.p.A. Roberto Barbato – e questo è già possibile con l’MLS. L’acquirente è seguito da un solo agente immobiliare di riferimento, così come il venditore.   In MLS entrambi gli agenti immobiliari collaborano tra loro e con gli altri professionisti del network, sostenendo realmente gli interessi delle due parti e permettendo ai propri clienti di vendere e acquistare casa più velocemente e al miglior prezzo».

Cresce la collaborazione tra agenti immobiliari: ecco i dati del Rapporto REplat

La cultura della collaborazione tra agenti immobiliari in Italia fa aumentare del 11,41% le compravendite in condivisione rispetto al 2017.

A dirlo è il rapporto redatto dal Centro Studi REplat relativo ai numeri del sistema MLS (Multiple Listing Service) Agent RE per l’anno 2018.

Per contrastare il trend che vede intorno al 50% il rapporto tra le compravendite tra privati versus agenzie (circa 280.000 per parte nel 2018, fonte OMI), gli agenti immobiliari devono continuamente tutelare i dati relativi al loro lavoro. Ecco perché, nel 2018, sono stati 2.447 (nel momento in cui scriviamo sono 2.780) gli agenti che hanno deciso di condividere le informazioni relative ai propri immobili e richieste di acquisto all’interno del sistema MLS connesso a REplat, numero uno per diffusione in Italia: i professionisti che utilizzano il sistema MLS rappresentano infatti il 5,95% della quota mercato sul totale delle agenzie immobiliari presenti in Italia.

«Utilizzare come standard di lavoro l’MLS significa per i professionisti del settore conquistare quote di mercato e consolidare il proprio ruolo, che ancora oggi non è prominente come dovrebbe», spiega Roberto Barbato, presidente di Frimm S.p.A., azienda proprietaria del sistema MLS Agent RE connected to REplat.

«Questo perché far parte di un sistema MLS significa proteggere le informazioni sensibili del proprio core business, gli immobili, fare banca dati e offrire ai clienti il massimo che il mercato ha da dare in termini di scelta di prodotto, consulenza, tutela, tempi di vendita e prezzi», prosegue il presidente Barbato.

Gli agenti immobiliari connessi ad Agent RE hanno concluso nel corso dell’anno 2018 ben 17.215 compravendite, di cui 10.329 sono state svolte in collaborazione con gli altri professionisti del network. Da queste collaborazioni sono state ricavate provvigioni del valore di più di 93 milioni di euro, rispetto ai 117 milioni di euro relativi alle compravendite totali.

Il valore del portafoglio di tutti gli immobili condivisi in piattaforma ha raggiunto i 4,7 miliardi di euro; mentre le case condivise all’interno dell’MLS sono state cliccate più di 8 milioni di volte da clienti e agenti immobiliari interessati.

Analizzando invece i dati delle singole città, è eccezionale la situazione di Milano. Nella metropoli lombarda le collaborazioni sono infatti cresciute del 107% rispetto lo scorso anno, complici anche gli investimenti del Gruppo Frimm mirati sulla città.

In aumento deciso anche Napoli (+83%), la cui quota di mercato sul territorio è la più alta rispetto alle altre città italiane connesse all’MLS (19%).

Al contrario, vengono registrati risultati in leggera flessione per quanto riguarda le collaborazioni di Roma (-12,88%) e Palermo (-12,10%), a cui fa seguito la frenata di Torino (-31,64%): segno che il continuo trend positivo del real estate italiano (transazioni in aumento complessivo del 2,4 % rispetto al 2014, fonte OMI) sta infondendo coraggio negli operatori del settore. Roma rimane la città con più operatori immobiliari (845) che utilizzano l’MLS, anche escludendo i dati della provincia capitolina (229).

«Recentemente uno studio ha rivelato che i clienti preferiscono un agente immobiliare di parte per vendere o acquistare casa in modo da essere tutelati al 100% – conclude il presidente Barbato – e questo è già possibile con l’MLS. L’acquirente è seguito da un solo agente immobiliare di riferimento, così come il venditore.   In MLS entrambi gli agenti immobiliari collaborano tra loro e con gli altri professionisti del network, sostenendo realmente gli interessi delle due parti e permettendo ai propri clienti di vendere e acquistare casa più velocemente e al miglior prezzo».

Clicca qui per visitare la pagina del Centro Studi REplat

Frimm, crowdfunding riuscito: sottoscritti €500.000 in tempo record

Roberto Barbato - Frimm Real Estate Investing

La prima tranche del prestito obbligazionario del valore complessivo
di € 1.000.000 è stata completata con 8 giorni di anticipo.
Seconda tranche prevista a gennaio 2020

Frimm S.p.A., da circa 20 anni uno dei gruppi leader nel settore immobiliare italiano, ha emesso un bond del valore di € 1.000.000. Questo prodotto è stato diviso in 100 obbligazioni da € 10.000 con interesse del 7% lordo annuo posticipato da estinguere in 3 anni.

Il prestito obbligazionario, deliberato dal C.d.A. lo scorso 24 maggio (delibera iscritta il 5 giugno 2019 con registrazione n. 17355 presso la C.C.I.A.A. di Roma), è composto da 2 tranche del valore di € 500.000, entrambe suddivise in 50 obbligazioni da € 10.000 ciascuna.

La prima delle due è stata sottoscritta in netto anticipo rispetto alla data di scadenza, prevista per il 24 luglio 2019, mentre la seconda tranche potrà essere sottoscritta a partire da gennaio 2020.

Si tratta del primo prestito obbligazionario emesso da Frimm S.p.A. e arriva in seguito al lavoro prodotto negli ultimi anni dalle tre divisioni del gruppo: il franchising immobiliare Frimm, il sistema di condivisione immobiliare tutelata MLS REplat e il dipartimento Real Estate Investing dedicato alla realizzazione e alla gestione di operazioni di sviluppo immobiliare nelle principali città italiane. In questo senso, i bilanci positivi degli ultimi anni parlano chiaro e anche il 2018 si è infatti chiuso con un utile del +330% rispetto al precedente esercizio.

“I fondi raccolti in così breve tempo sono un segno evidente della grande fiducia che il mercato ripone in Frimm”, spiega il presidente Roberto Barbato. “E principalmente verranno utilizzati per proseguire l’ottima performance messa a segno dalla divisione Frimm Real Estate Investing”.

“Riceviamo circa 150 segnalazioni all’anno di possibili operazioni da parte degli oltre 2.450 agenti immobiliari della nostra rete”, continua Barbato. “Il nostro team di analisti è severissimo e soltanto le operazioni con determinate caratteristiche geografiche e potenzialità edificatorie vengono prese in considerazione per sviluppare un business plan. L’obiettivo per il 2020 è quello di consolidare il ruolo di Frimm anche in questo comparto, come già avvenuto per il franchising immobiliare e il software MLS”.

Frimm lancia “ReStart”: 1 anno di REplat in regalo ai giovani agenti immobiliari

Pensata per gli agenti immobiliari che hanno ottenuto l’abilitazione da meno di 12 mesi, l’iniziativa prevede un anno di abbonamento gratuito alla più grande piattaforma MLS in Italia: per lavorare subito con 28.000 immobili, 180.000 clienti e 3.500 colleghi agenti immobiliari.

Quest’anno in Italia sono circa 1.200 i nuovi agenti immobiliari (fonte: Centro Studi Fiaip) che hanno ottenuto l’abilitazione, un dato in crescita “lieve ma costante” secondo le stime della più grande associazione di categoria (i numeri Fiaip indicano oggi un totale di 41.131 agenti immobiliari abilitati), con punte di iscrizioni ai registri delle camere di commercio – in ordine decrescente –  del Lazio, della Lombardia, della Toscana, dell’Emilia Romagna e del Piemonte.

Oggi Frimm presenta il progetto ReStart, la “borsa di studio” che offre tutti i servizi di MLS REplat gratis per un anno proprio ai neo agenti immobiliari. Possono ottenere l’abbonamento gratuito a MLS REplat tutti gli agenti immobiliari che abbiano ottenuto l’abilitazione dalla Camera di Commercio di riferimento da meno di 12 mesi: con la registrazione al sistema, i neo agenti riceveranno immediatamente una loro password per accedere all’account “Agente Immobiliare” (in MLS REplat esistono anche account da “Collaboratore” e “Coordinatore”), identico in tutto e per tutto a quello dei colleghi più esperti e che contiene dunque 28.000 immobili, 180.000 richieste di acquisto e anche l’accesso alla versione mobile di MLS REplat, la app per smartphone  “REplat Agent”.

“La nostra nuova mission aziendale dice che amiamo aiutare le persone a realizzare progetti immobiliari“, sottolinea il presidente di Frimm Roberto Barbato, “ed è esattamente quello che l’iniziativa ReStart si prefigge di fare: grazie a tutti i servizi contenuti all’interno del nostro sistema REplat, ai giovani agenti immobiliari non servirà altro per far partire con sprint la propria attività”.

“Definiamo ReStart una ‘borsa di studio’ ma forse dovremmo chiamarla ‘borsa di lavoro’”, scherza il numero uno di Frimm. “Come per ogni impresa in fase di start up, anche per l’attività immobiliare serve un certo lasso di tempo per incamerare nozioni e informazioni prima che il business cominci a restituire risultati: ed è in quella delicata fase che ReStart interviene – sottolinea il presidente Barbato – cercando di dare ai ragazzi che si affacciano alla professione di agente immobiliare un protocollo di lavoro e un database di immobili e acquirenti con cui cominciare e soprattutto il know how e la tutela di un’azienda come Frimm, che fa questo da sempre”.

Frimm è vicina agli agenti immobiliari italiani: da quasi 20 anni la società di servizi immobiliari presieduta da Roberto Barbato crea servizi e iniziative che sostengono e agevolano il lavoro del mediatore. Il suo prodotto di punta, il sistema MLS REplat, in dotazione a tutti i 3.500 agenti registrati in Italia, è oggi il pacchetto di strumenti online specifici per agenti immobiliari più utilizzato in Italia, che grazie alle app in dotazione fornisce ormai un vero e proprio protocollo operativo agli utenti, definendo il loro standard di lavoro dentro e fuori l’agenzia.

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa in formato pdf

Frimm S.p.A. approva il bilancio dell’esercizio 2016

Deliberato inoltre l’attribuzione di un dividendo: un segnale estremamente positivo per la società presieduta da Roberto Barbato, leader in Italia nel mercato delle piattaforme MLS

L’assemblea dei soci di Frimm S.p.A., azienda che dal 2000 gestisce il network immobiliare Frimm e che ha introdotto in Italia il sistema di condivisione immobiliare MLS REplat, riunitasi a Roma in data 7 giugno 2017, ha esaminato e approvato il bilancio al 31 dicembre 2016, un consuntivo che ha presentato dati estremamente positivi, in linea con il trend di crescita aziendale.

Nella stessa sede l’assemblea dei soci ha deliberato l’attribuzione di un dividendo, pari a € 0,04 per azione, inconfutabile segnale questo del brillante superamento da parte di Frimm del periodo di crisi del mercato immobiliare nazionale.

“In un’epoca in cui il successo delle aziende che operano nel settore dei servizi è così strettamente legato alla tecnologia e all’innovazione”, ha affermato il presidente Roberto Barbato, “Frimm dà un segnale fortissimo al mercato, confermando la propria crescita e rafforzando la leadership nel settore immobiliare grazie a MLS REplat, oggi prodotto numero uno in Italia tra le piattaforme che favoriscono la collaborazione tra professionisti del real estate”.

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa in formato pdf

Frimm, MLS Replat e Realisti.co: visite virtuali, condivisione e servizi avanzati a caccia di nuovi mercati

Visite virtuali e immagini a 360° vanno a rafforzare l’operatività dei due brand italiani nativamente collaborativi e pionieri nell’innovazione immobiliare. Per gli agenti della rete ancora più servizi per competere con successo.

Milano, 3 aprile 2017 – La partita del posizionamento nel mercato immobiliare si gioca su tecnologia e condivisione. È proprio in sintonia con questa vision che nasce la sinergia tra Realisti.co , startup torinese che ha reso semplice ed economica la realizzazione di tour realistici e foto a 360° e Frimm S.p.A. , hub di servizi per l’immobiliare e pioniere nell’introduzione del Multiple Listing Service in Italia con MLS REplat, piattaforma che vanta una rete di agenti immobiliari connessi di oltre 3.500 professionisti. Una tradizione ventennale nel real estate che trova ulteriore spazio di crescita grazie a un servizio innovativo pensato per far compiere all’agente immobiliare un immediato salto di qualità nella presentazione degli immobili – tanto al cliente quanto, soprattutto in abito MLS, al collega agente con cui vuole collaborare – che ha in portafoglio. L’incremento di servizi qualificanti favorirà una positiva percezione del servizio reso al cliente e contribuirà a contrastare la deriva della disintermediazione che tanto preoccupa il settore.

“L’accordo con Realisti.co è un passaggio coerente con la visione dell’azienda e in linea col mercato contemporaneo che impone velocità di adattamento e sfide quotidiane sempre più marcate “, dichiara Roberto Barbato, presidente di Frimm e MLS REplat, che aggiunge: “Il virtual tour è il futuro e vogliamo dare ai nostri agenti immobiliari Frimm, MLS REplat e Frimm Academy e ai loro clienti la possibilità di arrivarci prima di tutti. Immaginate l’importanza di tour virtuali degli immobili sia in agenzia e sia addirittura da casa propria: si vende e si compra meglio ciò che si conosce”.

L’evoluzione del consulente immobiliare passa anche dalla sua predisposizione ad accettare l’introduzione di nuova tecnologia come mezzo per migliorare il servizio reso al cliente. Se tali innovazioni hanno una soglia di apprendimento bassa, come nel caso di Realisti.co, diventa più facile migliorare le performance del professionista.

“Per noi questo accordo è davvero significativo per la grande esperienza di Frimm – MLS REplat nel settore dei servizi immobiliari. Essere scelti da loro ci conforta sul lavoro svolto fino ad ora e ci dà una grande carica nel voler confermare Realisti.co come standard di settore” afferma Edoardo Ribichesu, cofondatore e CEO di Realisti.co, che conclude: “Continueremo il nostro percorso di crescita mantenendo attenzione e sensibilità verso i consulenti immobiliari, fornendo a loro un vantaggio competitivo e un beneficio tangibile per il cliente finale, vero motore del mercato”.

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa in versione pdf

Formazione professionale: è realtà la partnership tra MLS REplat e Mike Ferry Italia

La piattaforma MLS n.1 in Italia e l’azienda di formazione del n.1 dei realtor U.S.A. Mike Ferry si sosterranno a vicenda in attività di sviluppo e promozione dei temi legati alla collaborazione MLS tra agenti immobiliari.

Due delle principali e più attive realtà dell’immobiliare italiano hanno trovato l’accordo che gli operatori MLS aspettavano: MLS REplat, il più grande network MLS in Italia (oltre 3.500 agenti immobiliari connessi) creato nel 2000 e presieduto da Roberto Barbato e Mike Ferry Italia, l’azienda diretta da Tiziano Benvenuti che ha l’esclusiva per l’Italia (ed è presente anche in Francia e Belgio) di tutti i prodotti e i servizi di coaching e formazione della Mike Ferry Organization hanno firmato un accordo di partnership che prevede attività di reciproco supporto nello sviluppo e nella promozione dei temi cari al Multiple Listing Service (MLS), il sistema di condivisione immobiliare re del mercato negli Stati Uniti e sempre più diffuso anche in Italia, proprio grazie a MLS REplat e alla MFI.

La partnership prende il via ufficialmente proprio oggi a Sorrento in occasione del seminario “Superstar Retreat” (28-31 marzo 2017), una quattro giorni organizzata proprio da Mike Ferry Italia – e di cui MLS REplat è sponsor – tutta dedicata al lavoro degli agenti immobiliari che collaborano tramite MLS.  L’accordo prevede attività di co-branding in pubblicità, presenza di entrambi i brand agli eventi di sviluppo e formazione MLS (MLS REplat ne organizza oltre 200 ogni anno, mentre Mike Ferry Italia eroga 270 giorni di formazione l’anno), e sostegno reciproco nella diffusione dei temi alla base della collaborazione tra agenti immobiliari.

È un accordo atteso e fortemente voluto da entrambe le parti – ha detto Roberto Barbato, presidente di Frimm S.p.A. e di MLS REplatperché sia MLS REplat e sia Mike Ferry Italia hanno a cuore il futuro della categoria degli agenti immobiliari italiani, e non ci può essere categoria in Italia senza MLS. L’obiettivo di MLS REplat – prosegue Barbato – è quello di fornire al coaching di Mike Ferry Italia la possibilità di utilizzare la più grande piattaforma MLS italiana, e allo stesso tempo di dare a 3.500 aderenti MLS REplat la qualità della formazione immobiliare made in U.S.A., perfetta per chi fa collaborazione nel settore”.

Scarica qui il comunicato stampa in formato pdf

 

#LaCasaRiparte: a Milano il 21 marzo per analizzare il nuovo boom immobiliare. Milano guida il residenziale nel 2016 (+21,9% rispetto al 2015)


Prezzi stabili, ma ancora sotto i livelli di 10 anni fa. Bene anche la locazione con canoni in rialzo del 3,7%

Milano, 21 marzo 2017 – Si confermano i segnali positivi per il mercato immobiliare residenziale. Milano è la città che per prima ha colto umori e tendenze di un settore che dopo anni di recessione sta dando segnali di stabilità nei valori delle case e di ripresa nel numero di compravendite.

In questo scenario di ottimistica prudenza, si svolgerà il prossimo 21 marzo l’incontro #lacasariparte, un momento di confronto tra pubblico e privato, con la collaborazione della Regione Lombardia, aperto ai cittadini e agli operatori professionali, dove tra legislazione locale, strumenti e tecnologia, si farà il punto su come cogliere ogni opportunità per valorizzare questa fase di ripresa.

Nel corso dell’incontro, infatti, si parlerà della legge sul recupero dei seminterrati, delle esigenze abitative della città, della digitalizzazione dei dati del mercato immobiliare, dei ruoli nella filiera immobiliare, di strumenti per gli agenti immobiliari, di evoluzione del mercato e di come è cambiata la concezione valoriale della “casa” per le nuove generazioni (a partire dai Millennials).

Questo evento è una grande opportunità per chiunque è interessato al mondo casa” afferma Diego Caponigro, Presidente di OID – Osservatorio Immobiliare Digitale,  “gli argomenti saranno molti e lo scopo è quello di rafforzare l’immagine di un mercato che, nonostante tutto, manifesta un trend positivo. Faremo un focus sul tema delle locazioni e sul rapporto tra nuove generazioni ed esigenza abitativa, in un confronto molto concreto“.

L’evento si terrà a Milano presso l’Auditorium Giorgio Gaber, in piazza Duca d’Aosta 3.
L’apertura dei lavori è prevista per le ore 17.30 ed il termine alle ore 20.30.

 

Interverranno:

  • Diego Caponigro, Presidente OID
  • Fabio Altitonante, Consigliere Regione Lombardia
  • Pietro Tatarella, Consigliere Comune di Milano
  • Gerardo Paterna, Vice Presidente OID
  • Carlo Giordano, CEO Immobiliare.it
  • Giuliano Tito, General Manager Lombardia MLS REplat e Frimm
  • Vittorio Zirnstein, Giornalista di ReQuadro

Registrazione gratuita a questo indirizzo: lacasariparte.osservatorioimmobiliaredigitale.it

Scarica qui il comunicato stampa in formato pdf

L’Osservatorio Immobiliare Digitale – OID, pensato e fondato da Diego Caponigro, esperto di digitalizzazione nel settore immobiliare e da Gerardo Paterna, consulente e blogger immobiliare, già noto per i numerosi report di settore pubblicati negli ultimi 10 anni, ha lo scopo di raccogliere dati, individuare trend ed elaborarli al fine di pubblicare report periodici. L’Osservatorio Immobiliare Digitale è costituito in forma di associazione e vuole coinvolgere in modo trasversale aziende, enti e istituzioni che hanno interessi e dati da condividere del settore immobiliare.

 

MLS REplat, Roma prima città d’Italia per patrimonio immobiliare condiviso: 1 miliardo e 300 milioni

Roma, piazza NavonaMaxi-tesoretto pari a 40 milioni di euro in provvigioni per gli agenti immobiliari connessi nella Capitale alla piattaforma creata da Frimm

Il Centro Studi Frimm, ufficio statistico dell’azienda provider di MLS REplat, primo aggregatore immobiliare italiano per diffusione (4.000 agenti immobiliari connessi quotidianamente), ha diramato nuovi dati circa il mercato degli immobili online legato alla città di Roma.

Gli agenti immobiliari capitolini connessi tramite MLS REplat (software che detiene il 60% del mercato del Multiple Listing Service in Italia; fonte: “Reti e aggregazioni immobiliari 2015”; http://www.gerardopaterna.com) hanno attualmente in condivisione 2.990 immobili in vendita del valore complessivo di € 1.328.298.401. Ottimi risultati anche in provincia dove gli immobili in vendita condivisi sul network sono 2.142 e raggiungono un valore di € 509.769.601. Questo determina un potenziale ammontare di provvigioni pari a € 39.848.952 nella capitale e di € 15.293.088 in provincia calcolato su una base media di provvigioni al 3% (fonte: Centro Studi Frimm su dati Infoimprese, Pagine Gialle, Virgilio, Google; settembre 2016).

 A Roma e nella sua provincia le agenzie che si servono di MLS REplat per offrire i propri immobili in rete sono 327, pari al 11% dei 2.942 esercizi operanti sull’intera area: è il primo territorio italiano per numero di agenzie online.

“L’apertura ai mutui da parte degli istituti di credito, ma anche la variazione al ribasso del prezzo degli immobili, hanno determinato nuovi impulsi al mercato delle compravendite a Roma”, spiega Vincenzo Vivo, vicepresidente di Frimm S.p.A., il quale aggiunge: “Roma è ancora il principale mercato immobiliare italiano, il valore dei suoi immobili così come la sua storia, è eterno. Aggiungere la qualità di strumenti tecnologici legati al sistema MLS in un contesto unico come quello della Capitale d’Italia non può che accrescere la portata dell’offerta immobiliare, la quale costituisce ancora un elemento ineguagliabile e dal respiro internazionale”.

Scarica qui il comunicato stampa in pdf

Frimm e Bruno Vettore siglano accordo per la formazione del network in franchising

Bruno VettoreBV Invest, società dell’ex dirigente di Tecnocasa, Pirelli RE e Gabetti, strutturerà per Frimm un percorso finalizzato al potenziamento delle performance dell’azienda provider del più grande MLS italiano.

Frimm S.p.A., azienda leader nel franchising immobiliare e provider del più grande sistema MLS in ItaliaMLS REplatha scelto BV Invest, società specializzata nella formazione e nella consulenza strategica alle aziende, per la progettazione di un percorso formativo di ampio respiro che coinvolgerà il management Frimm, la rete commerciale, gli Affiliati Frimm e i potenziali aderenti al network.

“Nell’ambito della ripresa del mercato immobiliare – dichiara Roberto Barbato, presidente di Frimm S.p.A. – lo sviluppo del network si affianca a quello dell’MLS e ritorna al centro dei nostri progetti futuri, poiché la formula del franchising, affermata negli anni, è una grande opportunità per molti agenti immobiliari”.

Il programma prevede una serie di seminari ed eventi sul territorio – Frimm è presente in ognuna delle 20 regioni italiane per un totale di circa 4.000 operatori immobiliari – che hanno lo scopo di approfondire temi quali opportunità, vantaggi ed efficacia del modello franchising applicato al moderno agente immobiliare, cresciuto nell’epoca della collaborazione tutelata tra professionisti, e al moderno cliente, evolutosi negli anni di internet. Da una recente indagine effettuata da BV Invest su un campione di 1.000 soggetti tra i 25 e i 50 anni è infatti risultata fondamentale la percezione del brand nella scelta del consulente da scegliere per vendere o comprare casa.

“Siamo molto soddisfatti di questo accordo – afferma Bruno Vettore, amministratore delegato di BV Invest – poiché ci permetterà di collaborare con una azienda presente sul mercato ormai da sedici anni, e che ha sempre messo al centro della propria operatività il fattore umano, le persone, il vero patrimonio di un’impresa di successo”.

Scarica qui il comunicato stampa in versione pdf

MLS TALK 2.0: con Fiaip, MLS REplat e SoloAffitti torna l’evento-dibattito sull’immobiliare

MLS Talk 2.0 Jesi 6 ottobre 2016Fiaip, MLS REplat, Solo Affitti e Auxilia Finance e gli aspetti cardine della professione di agente immobiliare nella splendida cornice dell’Hotel Federico II di Jesi (AN).

Un evento unico nel suo genere nel real estate italiano, un confronto aperto, competente e autorevole tra esperti imprenditori di un modo “differente” di fare immobiliare. Tutto questo è “MLS Talk 2.0: come fatturare con MLS, condivisione, prequalifica e affitto”, seconda edizione del meeting che a JESI il 6 ottobre 2016 svelerà i segreti e condividerà il know-how di realtà quali MLS REplat (la più grande piattaforma online per la collaborazione tutelata tra agenti immobiliari), Fiaip (la principale associazione di categoria in Italia), Auxilia Finance (società di Fiaip all’avanguardia nella mediazione creditizia), e Solo Affitti (primo network italiano specializzato in locazioni).

Dunque certamente brand ma soprattutto personaggi di altissimo profilo offriranno spessore al programma della manifestazione, rispondendo alle domande del pubblico presente e a quelle raccolte online nelle settimane precedenti: è prevista la presenza di Paolo Righi (presidente di Fiaip), Sabrina Cancellieri (vice presidente vicario Fiaip), Roberto Barbato (presidente di Frimm S.p.A. e MLS REplat), Samuele Lupidii (CEO di Auxilia Finance S.p.A.), Silvia Spronelli (presidente di Solo Affitti S.p.A.), Giorgio Spaziani Testa (presidente di Confedilizia) e Vincenzo Gibiino (senatore e presidente dell’Osservatorio immobiliare parlamentare).

L’evento prevede inoltre interventi di ospiti speciali: Valentina Fraschetti e Fosca De Luca di Home Staging Lovers approfondiranno i temi dell’home staging. Non mancherà il contributo essenziale degli organizzatori FIAIP Marche, MLS REplat e Solo Affitti.

Scarica qui il comunicato stampa in versione pdf

MLS REplat, a Milano 8 milioni di euro in provvigioni per gli agenti immobiliari che collaborano

In cimilano_duomottà gli operatori milanesi connessi alla più grande piattaforma MLS italiana rappresentano il 6% dell’intero mercato di agenzie immobiliari, con 122 agenzie su 2.000.

Il Centro Studi Frimm, ufficio statistico dell’azienda provider di MLS REplat, primo aggregatore immobiliare italiano per numero di aderenti (4.000 agenti immobiliari connessi quotidianamente), ha diffuso nuovi dati circa il mercato degli immobili online legato alla città di Milano.

Gli agenti immobiliari milanesi che collaborano tramite MLS REplat (software che detiene il 60% del mercato del Multiple Listing Service in Italia; fonte: “Reti e aggregazioni immobiliari 2015”; www.gerardopaterna.com) hanno attualmente in condivisione 518 immobili del valore complessivo di 275.196.000 euro. Bene anche in provincia: gli immobili condivisi sul network sono 82 e raggiungono un valore di 34.007.600 euro. Questo determina un potenziale ammontare di provvigioni pari a 8.255.880 euro nel capoluogo e di 1.020.228 euro in provincia, calcolando al 3% la commissione media accordata agli agenti immobiliari coinvolti nelle compravendite (fonte: Centro Studi Frimm su dati Infoimprese, Pagine Gialle, Virgilio, Google; settembre 2016).

Nella città di Milano le agenzie che si servono di MLS REplat per concludere le proprie compravendite in collaborazione sono 122, vale a dire il 6,1% di quota mercato (sulle 2.000 agenzie totali). La Lombardia, invece, detiene una quota di mercato del 5,7%, ossia 288 esercizi aderenti alla piattaforma gestita da Frimm su 5.049 operanti nella regione. Dunque non solo l’area metropolitana milanese ma l’intero territorio lombardo si conferma particolarmente predisposto nel recepire l’uso di nuove tecnologie per la conclusione di transazioni immobiliari.

“A Milano sussiste una reale voglia di condividere risorse e affari, una vera e propria mentalità collaborativa. Ne sono prova i numerosi meeting in orario d’ufficio ma soprattutto quelli al di fuori”, spiega Giuliano Tito, responsabile dello Sviluppo di MLS REplat in Lombardia. “Mi riferisco agli ormai consueti aperitivi della collaborazione: incontri dove gli agenti immobiliari danno vita a proficue partnership con colleghi che ovviamente fanno parte dello stesso network che li tutela, MLS REplat”.

Scarica qui il comunicato stampa in versione pdf

MLS REplat, in Piemonte 8 città connesse: il network immobiliare più grande del Nord Italia

Le citorino-1ttà piemontesi che utilizzano la piattaforma di condivisione immobiliare creata da Frimm sono 8 per un totale di 153 agenzie immobiliari in collaborazione.

Il Centro Studi Frimm, ufficio statistico della società provider di MLS REplat, ha divulgato nuovi dati circa il mercato delle agenzie immobiliari piemontesi connesse alla piattaforma leader nella condivisione d’immobili in Italia (35.000 immobili condivisi): il Piemonte è risultata prima regione del Nord Italia per diffusione territoriale del network.

Il totale delle agenzie immobiliari che operano in Piemonte è di 2074; gli aderenti al sistema che fa incontrare domanda e offerta nel settore immobiliare sono invece 153, pari al 7,4% degli esercizi attivi nell’intera area (fonte: Centro Studi Frimm su dati Infoimprese, Pagine Gialle, Virgilio, Google; luglio 2016).

Nella città di Torino le agenzie che utilizzano MLS REplat per concludere i propri affari sono 127. Ad Alessandria, così come a Biella, operano 4 agenzie MLS REplat, a Cuneo collaborano in 6. Nelle città di Vercelli, Asti e Novara le agenzie che si servono del sistema per la condivisione d’immobili sono rispettivamente 2 per ogni area. Infine a Verbania si contano 6 aderenti al network.

Il Piemonte con un indice di penetrazione più alto rispetto a Lombardia (5,7%) e Veneto (6,5%) si pone come regione con la quota mercato più alta del Nord Italia. Ma non solo, sul territorio si è diffuso il più grande network di città in connessione tra di loro: le città che collaborano sono 8, anche in questo caso un numero maggiore di Lombardia e Veneto, rispettivamente con 7 città attive sulla piattaforma. Va sottolineato inoltre come nel secondo semestre del 2015 il mercato delle compravendite in Piemonte abbia mostrato valori positivi in tutte le sue province. Il numero delle transazioni immobiliari nell’area è cresciuto del 10,1% (fonte: Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate).

Frimm è impegnata da ormai sedici anni nella diffusione di una mentalità collaborativa che consenta agli agenti immobiliari di aumentare profitti e professionalità”, spiega Daniela Esposito, responsabile dello sviluppo in Piemonte per Frimm e MLS REplat. “Gli agenti immobiliari piemontesi si stanno rivelando particolarmente ricettivi in tal senso, utilizzando le nuove tecnologiche che il mercato propone e condividendo le proprie risorse con i colleghi”.

Scarica qui il comunicato stampa in versione pdf