RE/MAX: prezzi delle case e vendite in aumento

mercato immobiliare USATratto da Datamanager

RE/MAX Italia divulga il report relativo al mercato immobiliare USA con i dati diffusi nell’edizione di maggio 2013 del RE/MAX National Housing Report. Basato sui dati MLS ricavati in 52 aree metropolitane negli Stati Uniti, include tutte le tipologie di immobili residenziali.

Clicca qui per leggere l’articolo

Crisi Immobiliare, case più piccole e meno costose per gli italiani

crisi immobiliareTratto da International Business Times

La crisi si fa sentire e non poco sul mercato immobiliare. Prima la crisi del credito, dovuta principalmente alla forte avversione al rischio delle banche per via della dubbia solvibilità dei mutuatari, poi la crisi di domanda dovuta al primo fattore e ad una crescente diminuzione del potere d’acquisto, stanno letteralmente distruggendo il mercato immobiliare italiano.Secondo uno studio di immobiliare.it, gli italiani stanno comprando immobili sempre più piccoli…

Clicca qui per leggere l’articolo

Mercato immobiliare USA. Obama assicura: “È in via di guarigione”

Barack ObamaTratto da Guidafinestra.it

I segnali, come evidenziamo da qualche mese, sono tutti concordi: il mercato immobiliare degli Stati Uniti è in via di ripresa. Ora lo ha autorevolmente confermato il presidente USA Barack Obama nel suo tradizionale discorso alla radio del sabato sera.

Clicca qui per leggere l’articolo

Il social housing secondo il Movimento 5 stelle

beppe grilloTratto da Monitor Immobiliare

Dal blog di Beppe Grillo la proposta di edilizia sociale trasmessa al gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle: “Negli ultimi sei anni le compravendite immobiliari sono dimezzate (fonte Confedilizia), nel 2012 i mutui ipotecari per acquisti di immobili sono calati del 42%. Molti cittadini non riescono più a pagare i mutui. Le loro abitazioni sono messe all’asta, i pignoramenti sono in forte aumento, ma per la depressione del mercato immobiliare molte aste vanno deserte. Gli istituti di credito posseggono immobili, pignorati e ricevuti in garanzia, che non riescono a vendere e che continuano a perdere il loro valore.

Un milione di famiglie vuole acquistare un alloggio o rimanere in quello ipotecato, ma ne è impossibilitata perché non trova una banca che la finanzi o le eroghi un mutuo. Lavoratori precari, a tempo determinato, liberi professionisti e collaboratori oltre ad un buon numero di imprenditori, sono considerati soggetti a rischio insolvenza e nessun prestito può essere loro garantito.

Riformulando il concetto di abitazione sociale o agevolata, si propone che lo Stato sia “garante” per le famiglie. I Comuni e gli enti locali potrebbero trattare con le banche per ottenere un prezzo scontato degli immobili invenduti da assegnare alle categorie che non riescono ad avere un mutuo. Il rischio insolvenza di norma non supera un 5% dei casi e lo Stato potrebbe pagare le rate al posto del cittadino per il periodo di difficoltà e recuperare la spesa sostenuta allungando i termini di pagamento.

Clicca qui per leggere l’articolo

 

Imu abolita, anzi no

Enrico LettaTratto da Immobiliare.it

Il discorso con cui il neo premier Enrico Letta ha presentato il suo esecutivo al Parlamento è stato caratterizzato dall’argomento IMU. Secondo le parole del Primo Ministro, già dalla prossima scadenza fissata per Giugno, la tassa sugli immobli di proprietà subirà uno stop. Nelle prime ore successive alle dichiarazioni di Letta, le agenzie aveano battuto notizie secondo cui l’imposta sarebbe stata abolita, ma i portavoce ufficiali del Governo si sono subito preoccupati di chiarire l’equivoco; la scadenza di Giugno viene solo bloccata e non annullata, in attesa delle decisioni dell’ esecutivo riguardanti la rimodulazione dell’imposta.

Clicca qui per leggere l’articolo

Mutui, rallenta il calo della domanda ma il mercato immobiliare torna ai livelli degli anni ’80

MutuiTratto da il Sole24Ore

Continua l’attenuazione della contrazione del numero di domande di mutui residenziali da parte delle famiglie italiane, con un complessivo calo dell’11% nel primo trimestre 2013 rispetto al corrispondente periodo del 2012, quando il crollo era già evidente (-42% nei dodici mesi del 2012 rispetto al 2011). È quanto emerge da Bussola Mutui, bollettino trimestrale di Crif e MutuiSupermarket.it.

Clicca qui per leggere l’articolo

Mutui in caduta libera,-39,5% primi 9 mesi 2012

mercato immobiliareTratto da Ansa.it

Roma – Mutui in caduta libera nei primi nove mesi del 2012. Le concessioni di ipoteche immobiliari a garanzia di mutui, finanziamenti ed altre obbligazioni verso banche e soggetti diversi dalle banche registrano una perdita annua del 39,5%. Il calo è perticolarmente accentuato nelle isole (-50,6%) e al Sud (-42,8%). Lo rileva l’Istat.

Clicca qui per leggere l’articolo

 

Intervista a Paolo Righi, presidente di Fiaip: “L’immobiliare può far ripartire l’Italia”

Fiaip - Federazione Italiana Agenti Immobiliari ProfessionaliTratto da il Sole24Ore

È scesa in campo durante la campagna elettorale, come forse non aveva mai fatto prima. Fiaip, la Federazione degli agenti immobiliari, è particolarmente attenta alle mosse politiche dei prossimi mesi, che potrebbero alternativamente risollevare o affondare il mercato immobiliare italiano. E, secondo il suo presidente, Paolo Righi, le differenze tra gli interventi positivi e quelli negativi possono talvolta essere sfumature.

Clicca qui per leggere l’articolo

La crisi non è solo colpa delle tasse

crisiTratto da il Sole24Ore

Freno per le locazioni turistiche o aggravio per le imprese soffocate dall’invenduto, in tanti additano il prelievo fiscale come uno dei principali colpevoli della crisi del mattone. Fatto sta che l’introduzione dell’Imu non sembra la causa diretta del crollo delle compravendite: gravosa quanto sperequata, l’imposta sugli immobili nel 2012 ha sicuramente penalizzato ulteriormente i proprietari, ma in un settore già in crisi e indebolito da precedenti previsioni sovradimensionate di crescita.

Clicca qui per leggere l’articolo

Crisi economica: è il mercato immobiliare la causa?

Crisi ImmobiliareTratto da Trend Online

Dal 2008 l’Occidente è entrato in una crisi finanziaria senza precedenti, che si manifesta con modalità differenti. Prima c’è stata la crisi dei mutui subprime americani, poi il crollo della finanza e quindi gli scricchiolii orrendi delle finanze pubbliche. Grecia, Cipro, Spagna, Italia sono a rischio default e questo pesa moltissimo. Ma da cosa nasce davvero questa crisi?

Clicca qui per leggere l’articolo

Abi: in corso tavoli tecnici per far ripartire il settore

Agenzie ImmobiliariTratto da Ansa.it

Per far ripartire il mercato degli immobili sono in corso tavoli tecnici con associazioni di settore, strutture pubbliche e private. È quanto emerso nel corso della presentazione del Rapporto “Il risparmio immobiliare privato” dell’International University College di Torino, organizzata da Abi, Assoimmobiliare e Fondazione italiana per il notariato.

Clicca qui per leggere l’articolo

Codici: attenzione a proposte immobiliari troppo allettanti

crisi immobiliareTratto da Help Consumatori

Il raggiro corre online e non risparmia il mercato immobiliare. È la denuncia del Codici che sta ricevendo molte segnalazioni da parte di consumatori che lamentano di essersi trovati, loro malgrado, vittime di truffatori online. Diverse le tecniche del raggiro accomunate dal silenzio del venditore (o presunto tale) dopo il versamento della caparra. L’Associazione fa il punto sulle situazioni più diffuse e mette in guardia i cittadini. “In caso di trattative visionate preventivamente l’immobile e avvalersi anche dell’aiuto di esperti del settore per valutare la regolarità delle condizioni esistenti”, spiega Ivano Giacomelli, segretario Codici.

Clicca qui per leggere l’articolo

Mercato immobiliare, il mutuo sempre più un miraggio

MutuiTratto da Il Fatto Quotidiano

La depressione del mercato immobiliare italiano non sembra essersi ancora arrestata. Influiscono la flessione del reddito delle famiglie e l’aumento della disoccupazione. Ma anche le condizioni del mercato del credito: sempre più compravendite si concludono senza la stipula di un mutuo.

Clicca qui per leggere l’articolo