Lo smart working di Frimm: 20 webinar in 1 mese, nuovi strumenti B2C e tanti immobili da vendere in MLS

“Questa è la nostra ricetta che ha mantenuto in piedi, e anche ampliato, il nostro network di 1.130 agenzie immobiliari”, spiega il presidente di FRIMM S.p.A. Roberto Barbato. “L’azienda non si è mai fermata in questo periodo di emergenza creando attività formative e opportunità di contatto con i clienti per i circa 2.700 operatori che lavorano in collaborazione sulla nostra piattaforma MLS”

Tutti gli uffici e le divisioni di Frimm S.p.A. lavorano in smart working dal 9 marzo scorso e, da quel momento, l’azienda ha attuato un piano preciso per continuare a erogare servizi alla rete di oltre 1.130 agenzie immobiliari – di cui 323 affiliate alle rete in franchising di proprietà FRIMM e REplat – connesse alla propria piattaforma di collaborazione MLS.

Il piano ha previsto la continua erogazione, online e in remoto, di tutti o quasi i servizi previsti nell’offerta per agenti immobiliari che Frimm offre sul mercato. Nello specifico, l’azienda guidata dal presidente Roberto Barbato ha aperto le proprie aule di formazione a tutti gli operatori del settore, tenendo una media di 4 webinar a settimana in diretta sulla propria pagina ufficiale Facebook, con picchi di 1.500 partecipanti (la media è stata di 550/600 persone a meeting) e relatori d’eccezione come Gian Luigi Sarzano, Tiziano Benvenuti di MMO, il Dr Bellucci ma anche esponenti di aziende partner e formatori interni al Gruppo.

Non solo. I team IT e Prodotto hanno anticipato alcuni rilasci inizialmente programmati per i mesi a venire mettendo a disposizione degli agenti immobiliari due nuove applicazioni B2C – il “Valucasa” per le valutazioni immobiliari e il “Lascia Richiesta” per permettere al privato di interagire con l’MLS e ricevere proposte di immobili in acquisto personalizzate sui suoi desideri – che hanno il duplice obiettivo di fornire un servizio al cliente e di metterlo in contatto solo ed esclusivamente con quegli operatori esperti nel trattare la sua particolare esigenza.

E ancora, nella prima settimana di aprile la divisione Real Estate Investing, che si occupa delle operazioni di sviluppo immobiliare e di mini-trading nelle principali città d’Italia, ha concluso l’acquisto e le pratiche per la commercializzazione di un nuovo complesso residenziale composto da 24 unità – già condivise in MLS a beneficio di tutti gli Affiliati che possono inserirle nelle loro vetrine e venderle in collaborazione con la Casa Madre – in via Michele Amari a Roma.

“Sono felice di come il Gruppo abbia reagito alla situazione che l’emergenza Covid-19 ha delineato”, dice Barbato. “Ci siamo scoperti ancora più intraprendenti e imprenditori di quel che pensavamo, riuscendo non soltanto a mantenere intatta e motiva la rete di agenti che lavorano con noi ma anche a ingrandirla di qualche unità perché grazie alla bella e stimolante attività sui social network abbiamo creato contatti che si sono trasformati in un nuovi Affiliati e nuovi Aderenti al sistema MLS (circa una decina di nuovi contratti tra affiliazioni e abbonamenti MLS). Abbiamo affinato un know-how e un metodo di lavoro che non abbandoneremo ma, anzi, cavalcheremo nei mesi a seguire”.

Clicca qui per scaricare la nota stampa del 27 aprile 2020

Visite agli immobili: arriva il chiarimento del governo. Ecco cosa è possibile fare

visite agli immobili

Nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 5 maggio, è giunta l’attesa precisazione del governo in relazione alle visite sugli immobili. Sulle FAQ, le domande frequenti sulle misure adottate dagli organi governativi nel corso della Fase 2, presenti sul sito web ufficiale ha infatti trovato spazio la domanda specifica sulle modalità con cui gli agenti immobiliari possono svolgere le visite agli immobili.

Ebbene, la risposta è sì, le visite agli immobili sono permesse anche con il cliente a patto che questi siano disabitati. A questa importante specifica va però aggiunto un consiglio, oltre a ricordare il rispetto di tutte le altre regole di sicurezza e prevenzione: è bene verificare se in ambito territoriale (regioni e città metropolitane) gli organi preposti hanno imposto un’ulteriore restrizione in merito. E se così fosse, ovviamente, bisognerà adeguarsi.

Visite agli immobili permesse con i clienti in Fase 2 a patto che l’immobile sia disabitato
Nel nostro precedente articolo sottolineavamo come un appuntamento di vendita fosse improbabile in seguito al DPCM 26 aprile. E a distanza di una decina di giorni, come dicevamo, il dubbio è stato sciolto.

Sul sito del governo, alla voce “Pubblici esercizi e attività commerciali” delle FAQ sulla Fase 2, si legge quanto segue da ieri pomeriggio:

“Posto che il DPCM 26 aprile 2020 considera le attività immobiliari, tra cui quelle di mediazione immobiliare, non rientranti tra quelle sospese, costituisce una ragione legittima di spostamento il recarsi presso un’agenzia immobiliare o effettuare un sopralluogo presso un immobile da acquistare o da locare?”
“Sì. Tuttavia le visite degli agenti immobiliari con i clienti presso le abitazioni da locare o acquistare potranno avere luogo solo quando queste siano disabitate”.

Clicca qui per visitare la sezione FAQ sulla “Fase 2” contenente la precisazione sulle visite agli immobili da parte degli agenti immobiliari.

Fase 2: il 4 maggio riaprono le agenzie immobiliari. Consigli per lavorare in sicurezza

Ci siamo. Il prossimo 4 maggio le agenzie immobiliari possono alzare la saracinesca e riprendere la propria attività. La conferma è contenuta nel decreto (DPCM 26 aprile 2020) che il Governo ha presentato proprio oggi, 27 aprile e che ha inserito il codice Ateco 68, quello che ha a che fare con le attività immobiliari. Al comma 9 dell’articolo 2, il nuovo decreto specifica addiruttura che “le imprese che riprendono la loro attività a partire dal 4 maggio 2020, possono svolgere tutte le attività propedeutiche alla riapertura a partire dalla data del 27 aprile 2020”. Un’ottima notizia per tutti gli agenti immobiliari arrivata a seguito dell’impegno della consulta interassociativa Fiaip-Fimaa-Anama che nei giorni scorsi aveva ben evidenziato come l’intermediazione immobiliare rientrasse tra le attività a “basso”  livello di rischio.

C’è un protocollo di sicurezza che gli agenti immobiliari devono seguire per procedere alla riapertura e mantenere un’attività sicura e protetta?
«L’apertura delle agenzie avverrà con senso di responsabilità, nel massimo rispetto delle misure precauzionali igienico-sanitarie e di sicurezza sia negli ambienti di lavoro che nello svolgimento delle attività a tutela della salute pubblica», si legge nella nota della consulta interassociativa.

Ma cosa significa nella pratica? Un protocollo di sicurezza specifico per le agenzie immobiliari non esiste al momento ma possiamo provare a delinarlo utilizzando il buon senso e rifacendoci alle linee guida contenute tanto nel nuovo decreto del 27 aprile quanto nelle varie guide circolate finora come quelle dell’OMS, del Ministero dell Salute e delle Associazioni di Categoria.

Le regole che consigliamo di seguire all’interno dell’agenzia immobiliare e nello svolgimento dell’attività
Nel riaprire la propria agenzia immobiliare e nello svolgimento dell’attività, consigliamo di seguire queste regole:

  1. Tutto lo staff dell’agenzia deve lavarsi spesso le mani e nei bagni ci dovrebbe essere un cartello apposito che invita a farlo
  2. L’agenzia deve mettere a disposizione idonei mezzi detergenti per le mani; il gel disinfettante a base di alcol deve essere a disposizione sia per gli Agenti sia per i clienti all’interno dell’agenzia e deve essere sistemato in entrata. In caso di incontro, infatti, il cliente deve igienizzarsi le mani all’ingresso, perché è necessario che la procedura avvenga prima di accedere agli ambienti interni dell’Agenzia
  3. Tutto lo staff dell’agenzia deve usare la mascherina (ricordiamo che le mascherine migliori sono di tipo Ffp3 senza valvola ma vanno bene anche quelle chirurgiche)
  4. Le persone all’interno dell’agenzia devono mantenere la distanza di almeno un metro tra di loro (possibilimente con adozione di strumenti di protezione individuale come mascherine, appunto, ma anche divisori e parafiati in plexiglass)
  5. Non devono crearsi assembramenti, quindi si consiglia di incontrare i clienti solo su appuntamento facendo accedere persone in agenzia in maniera proporzionale all’ampiezza dei locali
  6. Il titolare dell’agenzia incentiva le operazioni di sanificazione nel luogo di lavoro
  7. Qualsiasi eventuale appuntamento in loco ovvero presso l’indirizzo dell’immobile da visitare va effettuato con materiale ad hoc: mascherina, occhiali protettivi, guanti e proteggi-scarpe
  8. Il titolare dell’agenzia incentiva lo smart working e gli appuntamenti virtuali (telefono, videochiamata, chat).
  9. Digitalizzare il più possibile la documentazione immobiliare per le trattative di locazione e vendita
  10. Utilizzo di postazioni singola senza la condivisione di telefoni e PC.

Con l’ottima notizia della riapertura delle agenzie immobiliari c’è però anche qualche dubbio che rimane. Dal 4 maggio, infatti, le persone potranno effettivamente spostarsi solo per esigenze urgenti, di tipo lavorativo, o per visite ai parenti, o per attività motoria. Un appuntamento di vendita diventa improbabile perché si dovrebbe entrare in casa di altri col proprio cliente, casistica che non sembra figurare tra quelle elencate (potrebbero esserci nuove indicazioni in merito nei prossimi giorni).

Al contrario, la visita di acquisizione potrebbe invece essere considerata come un’esigenza lavorativa, così come non dovrebbe essere problematica la visita a una casa vuota che si vuole affittare o vendere.

Ricordiamo che tutti gli agenti immobiliari FRIMM, REplat e Agent RE trovano offerte dedicate sui materiali di prevenzione brandizzati per la propria agenzia e il proprio staff nella loro area riservata.

Clicca qui per scaricare il protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro fra il Governo e le parti sociali

_____________________________________

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Tra proptech e MLS: a Salerno città è FRIMM a primeggiare

Frimm è il primo marchio di franchising immobiliare a Salerno città. La rete di agenzie immobiliari affiliate all’azienda del presidente Roberto Barbato, campano doc con quasi 40 anni di esperienza nel settore, ottiene questo piccolo ma importante primato con il settimo affiliato cittadino – Nicola Gentile dell’agenzia Studio Gentile di via Trento 193 – che si aggiunge al totale complessivo di 20 punti vendita nell’intera provincia.

«È un bel traguardo che ci dà tanta fiducia sull’efficacia del metodo operativo che proponiamo agli operatori del settore», dice Giovanni Elefante, il responsabile della gestione e dello sviluppo di Frimm in Campania. «Soprattutto in questo momento di mercato in cui si fa un gran parlare di tecnologia, proptech, condivisione di informazioni in sistemi MLS, blockchain e iniziative digital, Frimm fa breccia su agenti immobiliari e clienti grazie al binomio che da sempre l’ha contraddistinta, ovvero immobiliare e tecnologia».

Si tratta di un binomio che nel corso degli ultimi anni è diventato sempre più attuale e concreto, al punto da scuotere completamente il settore. In uno scenario del genere, in cui le novità tecnologiche collidono con la burocrazia, da una parte, e la conoscenza tecnica e pratica del comparto immobiliare, dall’altra, diventa di fondamentale importanza rivolgersi a un operatore del settore preparato e aggiornato per vendere e comprare casa in tranquillità e sicurezza.

In questo senso, gli agenti immobiliari FRIMM sono stati dei veri e propri pionieri ed è questo che tanto sta piacendo sulla piazza di Salerno. Sul mercato da quasi 20 anni (ad aprile del 2020 verrà festeggiato il ventennale del marchio), sono stati i primi ad approcciare e utilizzare il concetto di “sharing”: ancora oggi condividono migliaia di immobili all’interno del sistema MLS (“Multiple Listing Service”, sofisticata piattaforma di collaborazione tutelata riservata agli agenti immobiliari) di proprietà dell’azienda.

«Si tratta di un modo di lavorare incredibile che Frimm ha importato dagli Stati Uniti», racconta ancora Elefante che ha l’obiettivo di conquistare il primato anche su Napoli città. «In pratica, chi affida la vendita della propria casa a un agente FRIMM, la sta affidando contemporaneamente all’intera rete di agenti immobiliari connessi al sistema MLS: ben 2.500 operatori pronti a effettuare la vendita. Con il vantaggio di pagare un’unica commissione al proprio agente di fiducia».«Recentemente uno studio ha rivelato che i clienti preferiscono un agente immobiliare di parte per vendere o acquistare casa in modo da essere tutelati al 100% –aggiunge il presidente di Frimm S.p.A. Roberto Barbato – e questo è già possibile con l’MLS. L’acquirente è seguito da un solo agente immobiliare di riferimento, così come il venditore.   In MLS entrambi gli agenti immobiliari collaborano tra loro e con gli altri professionisti del network, sostenendo realmente gli interessi delle due parti e permettendo ai propri clienti di vendere e acquistare casa più velocemente e al miglior prezzo».

MLS REplat, a Milano 8 milioni di euro in provvigioni per gli agenti immobiliari che collaborano

In cimilano_duomottà gli operatori milanesi connessi alla più grande piattaforma MLS italiana rappresentano il 6% dell’intero mercato di agenzie immobiliari, con 122 agenzie su 2.000.

Il Centro Studi Frimm, ufficio statistico dell’azienda provider di MLS REplat, primo aggregatore immobiliare italiano per numero di aderenti (4.000 agenti immobiliari connessi quotidianamente), ha diffuso nuovi dati circa il mercato degli immobili online legato alla città di Milano.

Gli agenti immobiliari milanesi che collaborano tramite MLS REplat (software che detiene il 60% del mercato del Multiple Listing Service in Italia; fonte: “Reti e aggregazioni immobiliari 2015”; www.gerardopaterna.com) hanno attualmente in condivisione 518 immobili del valore complessivo di 275.196.000 euro. Bene anche in provincia: gli immobili condivisi sul network sono 82 e raggiungono un valore di 34.007.600 euro. Questo determina un potenziale ammontare di provvigioni pari a 8.255.880 euro nel capoluogo e di 1.020.228 euro in provincia, calcolando al 3% la commissione media accordata agli agenti immobiliari coinvolti nelle compravendite (fonte: Centro Studi Frimm su dati Infoimprese, Pagine Gialle, Virgilio, Google; settembre 2016).

Nella città di Milano le agenzie che si servono di MLS REplat per concludere le proprie compravendite in collaborazione sono 122, vale a dire il 6,1% di quota mercato (sulle 2.000 agenzie totali). La Lombardia, invece, detiene una quota di mercato del 5,7%, ossia 288 esercizi aderenti alla piattaforma gestita da Frimm su 5.049 operanti nella regione. Dunque non solo l’area metropolitana milanese ma l’intero territorio lombardo si conferma particolarmente predisposto nel recepire l’uso di nuove tecnologie per la conclusione di transazioni immobiliari.

“A Milano sussiste una reale voglia di condividere risorse e affari, una vera e propria mentalità collaborativa. Ne sono prova i numerosi meeting in orario d’ufficio ma soprattutto quelli al di fuori”, spiega Giuliano Tito, responsabile dello Sviluppo di MLS REplat in Lombardia. “Mi riferisco agli ormai consueti aperitivi della collaborazione: incontri dove gli agenti immobiliari danno vita a proficue partnership con colleghi che ovviamente fanno parte dello stesso network che li tutela, MLS REplat”.

Scarica qui il comunicato stampa in versione pdf

MLS REplat, Napoli e Salerno tra le prime città per adesioni alla piattaforma immobiliare

plebiscitoSono 194 le agenzie immobiliari campane che utilizzano la piattaforma di collaborazione creata da Frimm S.p.A., ovvero il 12% degli esercizi dell’intera area.

Il Centro Studi Frimm, l’ufficio statistico della società di servizi per agenzie immobiliari e titolare del primo sistema MLS italiano per diffusione (oltre 4.000 operatori coinvolti quotidianamente), ha analizzato il mercato delle agenzie immobiliari della Campania connesse a MLS REplat: la regione è risultata tra le prime in Italia in quanto all’utilizzo della piattaforma di collaborazione tutelata nella compravendita.

Le agenzie campane aderenti al sistema che si servono del software che fa incontrare quotidianamente domanda e offerta, con l’obiettivo di velocizzare il processo della compravendita, sono 194 (per un totale di circa 600 agenti immobiliari connessi quotidianamente), numero che corrisponde al 12% delle agenzie operanti sull’intero territorio regionale (fonte: Centro Studi Frimm su dati Infoimprese, Pagine Gialle, Virgilio, Google).

Si tratta di un dato rilevante per Frimm S.p.A. Nella città di Napoli, MLS REplat si conferma uno degli strumenti più utilizzati dagli agenti immobiliari per concludere compravendite in collaborazione: gli esercizi connessi al network si attestano a quota 84 ovvero l’11% degli esercizi sul mercato cittadino. A Salerno le agenzie immobiliari che concludono le proprie transazioni con il primo MLS italiano sono invece 65, pari a una quota di mercato del 22%. A Caserta, poi, ci sono 27 uffici connessi al sistema, pari al 17% della quota mercato.

I risultati raggiunti in Campania costituiscono un segnale positivo per il nostro operato”, spiega Roberto Barbato, presidente di Frimm S.p.A. e pioniere dell’MLS e dei processi di collaborazione tra agenti immobiliari. “La diffusione di MLS REplat nell’area è sicuramente dovuta alla naturale predisposizione degli agenti immobiliari a recepire le novità più importanti del mercato. Questo consente loro di anticipare le dinamiche future della professione e soprattutto aumentare il profitto e la mole dei propri affari”. Il numero uno dell’azienda evidenzia inoltre come “Frimm sia da sempre impegnata nella diffusione di una mentalità collaborativa che possa portare il settore delle compravendite immobiliari all’avanguardia nel nostro Paese, sulla scia di mercati esteri che da decenni hanno abbracciato questo modo di fare business, Stati Uniti in primis”.

Scarica qui il comunicato stampa in versione pdf

MLS REplat Personal App: il tuo cliente sempre connesso alla tua agenzia immobiliare

La tureplat_tableta agenzia immobiliare a disposizione del tuo cliente in qualsiasi luogo e a qualunque ora. Progettata per i sistemi operativi Android, iOS e Windows Phone, la Personal App esclusiva e gratuita per ognuno degli agenti immobiliari Frimm, MLS REplat e MLS Fiaip, permette la connessione immediata dei clienti alle offerte messe a disposizione dal proprio consulente immobiliare, ottimizzando i tempi di lavoro e creando nuove opportunità di business.

Disporre della Personal App è indispensabile per gli agenti immobiliari che fanno collaborazione: Frimm, MLS REplat e MLS Fiaip mettono gratuitamente a diposizione dei clienti delle proprie agenzie immobiliari uno strumento direttamente collegato con il database condiviso di 35.000 immobili, consapevoli che la tecnologia dissolverà gli spazi fisici così come li conosciamo oggi, lasciando il passo a moderne dimensioni professionali mobili.

Allestire una vetrina online nella quale esporre i propri immobili è ormai indispensabile per ogni agente immobiliare al passo coi tempi. Il mercato immobiliare moderno ha da tempo trasferito gran parte delle proprie attività sul web e in particolar modo sul mobile (oggi sugli smartphone) e questo consente di aumentare la portata dei contatti utili e diffondere in maniera rapida l’offerta ai potenziali clienti.

Allo stesso modo della App, anche il Personal Site (il sito web personale riservato a ogni singola agenzia immobiliare connessa alla prima piattaforma italiana di condivisione di portafogli immobiliari) occupa un ruolo importante nei mutamenti della professione. Gli operatori immobiliari connessi all’MLS creato da Frimm possono costruire la propria vetrina online in modo veloce e intelligente. Ricco di feature, il sito personale dell’agente immobiliare MLS REplat, si aggiorna automaticamente al rinnovarsi del database condiviso.

MLS REplat, prima piattaforma italiana per la condivisione di immobili (database con 35.000 immobili), è da sempre all’avanguardia in termini di tecnologia applicata al settore immobiliare. Frimm, provider di MLS REplat, è stata la prima azienda ad introdurre l’MLS (Multiple Listing Service per la condivisione d’immobili) in Italia.

Sei un agente immobiliare? 5 motivi per cui dovresti usare un MLS

collaborazione_immobiliare_mlsEssere un agente immobiliare è ancora un lavoro potenzialmente molto remunerativo e nonostante la crisi degli ultimi anni, il mercato si sta riprendendo in tutto il mondo.

Secondo Judy LaDeur, una delle donne più potenti del Real Estate americano, fare l’agente immobiliare può ancora portare al successo economico.

La ricetta per vincere? Lavorare tanto, curare le relazioni e soddisfare le esigenze della clientela creando una relazione di lungo periodo.

Ma come si fidelizza un cliente?  

Ecco 5 motivi per cui dovresti usare un MLS per fidelizzare il tuo cliente:

1) Più transazioni, più velocità

Grazie ai sistemi di MLS si aumenta il numero delle compravendite e di conseguenza, si ottiene più velocità nel soddisfare un cliente.

L’MLS permette di condividere richieste e immobili aumentando la possibilità di trovare la casa o il compratore perfetto per il tuo cliente.

Quindi alla fine dell’anno si avranno più transazioni e quindi più clienti soddisfatti.

2) Più contatti

Portare a termine tante transazioni in un anno significa aumentare il proprio portafoglio contatti.

Nel settore immobiliare i contatti sono la base di tutto, lo sappiamo: un cliente soddisfatto oggi, può attivare il passaparola positivo e portare il prossimo cliente domani. In questo senso l’MLS diventa un investimento per il futuro della tua agenzia immobiliare

3) Più professionalità percepita

La professione dell’agente immobiliare soffre ancora di poca fiducia da parte del mercato e spesso sono agenti stessi a dire che tra le proprie file ci sono persone “non professionali”.

Come dimostriamo di essere professionali? Come possiamo far capire che siamo agenti immobiliari di qualità, che si impegnano e che utilizzano i migliori sistemi sul mercato?

La risposta sta nell’utilizzo dell’MLS. Grazie all’MLS puoi attingere a opzioni e strumenti che consentono di influenzare positivamente una transazione, puoi studiare più facilmente i trend del mercato ed essere aggiornato.

Spesso i sistemi di MLS mettono a disposizione vere e proprie Academies grazie alle quali si migliorano le proprie competenze tecniche, strategiche e relazionali.

4) Facilita l’esclusiva

Usare un MLS permette di offrire ai propri clienti buona parte di ciò che il mercato immobiliare ha da offrire in quel determinato momento.

Il privato quindi non deve necessariamente incaricare più agenzie per coprire diverse zone di suo interesse e l’’esclusiva quindi diventa l’opzione migliore per tutti.

5) È il futuro della professione

I sistemi di MLS sono ancora lontani dall’essere perfetti e hanno numerose parti che devono essere migliorate.

Il tema della collaborazione, specialmente in Italia, sta iniziando ad affermarsi ma nella maggior parte dei paesi occidentali gli MLS sono per l’agente immobiliare come il bisturi per il chirurgo, ovvero strumenti dati per scontati.

Prima si inizia a sfruttare l’MLS, prima aumenterà la propria professionalità e le opzioni a propria disposizione per far felice il proprio cliente.

Hai voglia di capire meglio come funziona il più usato MLS in Italia? Saremmo felici di parlarne con te, senza impegno. Segui questo link e lascia i tuoi dati.

Frimm: campagna pubblicitaria sugli autobus di Roma, Napoli e Salerno

Autobus Frimm NapoliDopo l’ottimo riscontro ottenuto a Roma, Frimm torna sul luogo del delitto e grazie alla nuova campagna promossa dall’area Master Frimm di Napoli si prende le fiancate di parte della flotta di autobus dell’azienda della mobilità partenopea, ANM. Fino al 15 giugno infatti, messaggi pubblicitari di Frimm campeggeranno sui mezzi pubblici in giro per le strade di Napoli: la stessa cosa accadrà poi anche a Salerno nelle seconda metà del mese, e quindi di nuovo a Roma per Atac, dove tutto era iniziato lo scorso aprile. Accostata all’iniziativa pubblicitaria dell’azienda presieduta da Roberto Barbato anche un’altra attività, legata strettamente alle centinaia di agenzie del brand blu e alla pagina Facebook del network: ogni foto “rubata” a un autobus marchiato Frimm vale infatti un post sulla fan page istituzionale. Un modo dinamico per coinvolgere le agenzie di uno dei principali gruppi immobiliari italiani, che con il suo software per agenzie MLS REplat arriva a contare quasi 2.000 esercizi connessi.

MLS REplat a Real Estate TV: “I sistemi MLS determinano uno standard di lavoro”

Giuliano Tito, responsabile per la Lombardia di Frimm e MLS REplat, ospite di REtv con Gerardo Paterna e Diego CaponigroNel consueto appuntamento con il contenitore Real Estate Television, l’host Diego Caponigro ha avuto come ospiti Giuliano Tito, responsabile dello sviluppo per MLS REplat in Lombardia, e Gerardo Paterna, esperto di mercato immobiliare e autore del report annuale “Reti e aggregazioni immobiliari 2015”.

Proprio la nuova frontiera dell’aggregazione tra agenzie immobiliari, che trova la sua massima espressione nei network Multiple Listing Service (MLS REplat è il più diffuso in Italia, con quasi il 60% delle agenzie connesse tra quelle che utilizzano sistemi simili), è stato il principale argomento di dibattito della puntata.

“Raccolgo dati dal 2001 circa, e da 4 anni pubblico annualmente il Report – ha spiegato Paterna – e in questo periodo di tempo ho potuto constatare quanto sia cambiato il mercato degli aggregatori. Nel 1997 c’erano circa settanta marchi che proponevano il franchising, con le formule più disparate, poi dopo poco si è scesi a quaranta, e poi sono rimasti i gruppi più forti. Nel frattempo crescevano gli aggregatori”.

A Paterna ha fatto eco Tito, rappresentante di un gruppo, Frimm, che ha fatto in quasi sedici anni di storia esattamente quel passaggio: da azienda che proponeva un prodotto per il franchising a leader in Italia come provider di una piattaforma MLS, REplat appunto.

“Frimm nel 2000 già proponeva un franchising molto “light”, che già allora assecondava la collaborazione tra agenti, parola questa che però al tempo spaventava molto gli operatori. Da circa tre anni Frimm ha spostato completamente l’attenzione sull’esigenza del cliente invece, consegnandogli un sistema MLS moderno e trasversale – perché prescinde dall’affiliazione – e anche un brand forte e consolidato come Frimm”.

Reti e aggregazioni immobiliari 2015: 6 agenzie su 10 scelgono MLS REplat

Reti e aggregazioni immobiliari 2015Tra le agenzie che scelgono di lavorare su sistemi MLS in Italia, 6 su 10 sono connesse a MLS REplat. È quanto emerge dall’annuale report redatto da Gerardo Paterna, noto consulente e blogger del mercato immobiliare nostrano, pubblicato pochi giorni fa e ripreso in parte anche dal quotidiano Il Sole 24 Ore. Lo studio prende in esame i numeri dei gruppi immobiliari italiani (franchising) e anche quelli delle realtà più “postmoderne” per così dire, quali appunto i sistemi Multiple Listing Service, quelli che consentono cioè alle agenzie immobiliari di collaborare grazie alla condivisione dei portafogli immobiliari.

Il primo – il più diffuso – di questi sistemi è MLS REplat, l’MLS ideato da Frimm nel 2000. Secondo i numeri presi in esame da Paterna infatti, il software arancione è risultato detenere una fetta piuttosto consistente del mercato degli aggregatori, pari al 59,28% del totale (trovate il dato a pag. 11 del report).

Un dato che unito ai numeri recentemente forniti dall’azienda presieduta da Roberto Barbato (la quota mercato di MLS REplat nel 2015 ha raggiunto il 7,2% del totale delle agenzie immobiliari italiane), e alla vittoria del premio di miglior MLS ottenuta ai Real Estate Awards 2015 rafforza sul mercato e ancor più nella percezione del prodotto degli operatori immobiliari e della clientela la posizione della piattaforma MLS più diffuso in Italia.

A questo link è possibile consultare e scaricare la versione integrale del report.

 

Realizza o ristruttura la tua agenzia: Frimm Square ti restituisce il 100% dell’investimento!

Frimm Square - Nuovo spazio al potenziale della tua agenziaIdeato dall’architetto Valentina Fraschetti, il progetto Frimm Square rappresenta la nuova veste ufficiale dell’agenzia immobiliare Frimm ideale. Adeguato sia per i nuovi affiliati Frimm e sia per quelli che invece desiderano rinnovare la propria agenzia immobiliare, Frimm Square trasformerà l’ambiente di lavoro in un luogo in cui lo spazio si muove a seconda delle esigenze della routine dell’agenzia, uno spazio in cui ogni superficie ha il suo scopo.

Solo per i suoi affiliati, Frimm ha pensato di costruire una speciale promozione per consentire a tutti di godere dei benefici del progetto Frimm Square. Chi desidera realizzare o ristrutturare la propria agenzia secondo il nuovo layout può infatti accordarsi con lo studio tecnico diretto dall’architetto Fraschetti: una volta pattuita la cifra per l’allestimento dell’agenzia, questa verrà comunicata dallo studio tecnico a Frimm, che applicherà lo sconto del 50% sul canone annuale dell’agenzia affiliata. Lo sconto verrà applicato dall’inizio dei lavori fino al completo risarcimento della somma investita dall’affiliato, a patto che venga garantita l’omogeneità con il progetto originale firmato dall’architetto Fraschetti. In questo modo, Frimm si impegna a risarcire nel tempo la cifra che l’affiliato ha investito per la realizzazione del nuovo ufficio.

Scarica qui la brochure del progetto
Guarda qui il video promozionale

Per aprire un’agenzia Frimm scrivi a info@frimm.com oppure chiama lo 06 97 27 93 01

MLS REplat in crescita: +2,4% nei primi cinque mesi del 2015

MLS REplatCresce dal 2,3% di fine 2014 al 4,7% odierno l’indice di penetrazione delle agenzie immobiliari connesse al sistema di collaborazione. Il valore determina la percentuale di agenzie in Italia che utilizza il software creato da Frimm nel 2000 che consente di condividere i portafogli immobiliari. Sono 1.200 le agenzie immobiliari connesse: Palermo la prima città con il 31%, seguita da Roma con il 17%, quindi Verona (16%), Salerno (15%) e Napoli (11%).

Le agenzie immobiliari italiane collaborano nella compravendita. Il 4,7% degli uffici utilizza MLS REplat: stiamo parlando di 1.200 attività sul totale nazionale di 25.337 (Fonte: Centro Studi Frimm, database MLS REplat, analisi sulle aree Master regionali, Infoimprese, Virgilio Casa, Pagine Gialle) che ogni giorno condividono i propri portafogli immobiliari. I dati, diffusi oggi dal Centro Studi Frimm, l’ufficio statistico della società titolare del primo sistema MLS italiano per diffusione (con oltre 3.000 operatori coinvolti quotidianamente), sono importanti se considerati in assoluto ma anche rapportandoli al 2014; al termine dello scorso anno infatti, l’indice di penetrazione nazionale (la percentuale di agenzie aderenti a MLS REplat in rapporto al totale di agenzie presenti nella stessa area) delle agenzie connesse era del 2,3%: l’incremento è dunque del +2,4%, un risultato ottenuto in appena cinque mesi.

Per il presidente di Frimm Roberto Barbato, il 4,7% rappresenta solo il giro di boa: “Quindici anni fa abbiamo portato l’MLS in Italia – afferma – e oggi il mercato ci dà ragione. L’obiettivo dichiarato è di portare l’indice di penetrazione nazionale al 10%: quel risultato darà all’azienda e allo strumento una stabilità tale da diventare uno standard di lavoro per l’agente immobiliare e darà alla categoria il rispetto che merita, a livello giuridico ma anche relativamente alla percezione del cliente finale. Se il 10% delle agenzie lavorasse con MLS REplat poi, anche acquirenti e proprietari sarebbero tutelati come mai prima d’ora: questo perché REplat permette di ottenere mandati in esclusiva con maggiore facilità garantendo fluidità di compravendita”.

Passando al dettaglio le città con l’incidenza maggiore di agenzie connesse a MLS REplat, troviamo in testa Palermo, che con un vero e proprio exploit nel I quadrimestre 2015 fa segnare un indice del 31%: quasi un terzo del mercato immobiliare palermitano è mosso da agenzie che lavorano quotidianamente sul primo MLS italiano. Si assesta al 17% l’indice della seconda città italiana, Roma: un dato molto rilevante a causa del numero complessivo di agenzie immobiliari, che nella capitale sono quasi 1.500. Verona, al terzo posto con un indice al 16%, è la sorpresa: il lavoro di sviluppo sull’area veneta è cominciato da zero all’inizio del 2015. Quarto e quinto posto per due realtà storiche di MLS REplat, Salerno (15%) e Napoli (11%).

“MLS REplat mette a disposizione degli agenti connessi innanzitutto gli strumenti inclusi all’interno del software – prosegue il presidente Barbato – che oltre al database di 22mila immobili e al matching automatico tra domanda e offerta attivo 24 ore al giorno offre anche il gestionale sincronizzato con i principali portali di annunci, un settore intero dedicato alle nuove costruzioni e al trading, la app personalizzata per ogni agenzia e poi una serie di partnership con aziende di primo livello come Auxilia Finance, che fa per noi la prequalifica del cliente. Senza dimenticare consulenza e formazione costanti e gratuite. Quanto ai vantaggi del consumatore, chi si affida a un’agenzia connessa a MLS REplat beneficia della professionalità del suo consulente immobiliare, che è unico e che in più ha la forza di 3000 colleghi”.

Scarica qui il comunicato in formato pdf

MLS REplat di Frimm è il primo aggregatore di agenzie immobiliari in Italia con l’80% del mercato

Frimm con il suo MLS REplat è il primo network per aggregazioni alternative Il network della collaborazione legato al brand Frimm è il primo per dimensioni in Italia secondo l’autorevole studio effettuato dall’altrettanto qualificato blog del settore www.gerardopaterna.com, di recente vincitore del 1° premio di categoria ai Real Estate Awards 2014.

La consueta analisi “Reti e aggregazioni immobiliari” pubblicata annualmente sulle pagine del blog (che trovate scaricabile a queste coordinate) rappresenta uno dei pochi esempi di fotografia del mercato visto dall’interno – Gerardo Paterna è agente immobiliare oltre che blogger piuttosto quotato nel settore.

In merito agli aggregatori nello studio si legge dell’intenzione di evidenziare “una serie di format alternativi al franchising, dalla società di servizi, al consorzio, all’MLS locale”. Ed è in questa speciale classifica che Frimm, azienda dal 2000 provider della piattaforma per la condivisione immobiliare MLS REplat, risulta prima in Italia per estensione, con addirittura il 79,37% delle agenzie immobiliari connesse di quelle che in Italia utilizzano sistemi di aggregazione. “Le percentuali espresse sono sempre riferite al totale dei punti vendita rilevati in questo particolare segmento, ovvero 950”, si legge nello studio, che prosegue specificando che “la rilevazione distinta dal franchising è doverosa per evitare sovrapposizioni, in quanto molte agenzie che aderiscono a sistemi locali fanno anche parte di reti nazionali”.
Riguardo alle dimensioni di MLS REplat, il report di Gerardo Paterna fa menzione anche del recente “gossip degli ultimi mesi tra gli addetti ai lavori”, riguardante la creazione di “un aggregatore nazionale di MLS locali, forse la versione italiana del più noto Realtor.com, acquistato a ottobre di quest’anno da Rupert Murdoch, azionista di riferimento attraverso varie società anche del portale di annunci immobiliari Casa.it”.

Puglia: la collaborazione immobiliare diventa più forte con MLS REplat

MLS REplat collaborazione immobiliare a Brindisi

Giornata davvero speciale quella del 5 marzo per la collaborazione via Multiple Listing Service in Puglia. Ben 44 agenti immobiliari hanno infatti partecipato allo speciale corso di formazione organizzato dal manager Fabio D’Amato e dedicato alla condivisione dei portafogli di immobili via MLS REplat che si è tenuto presso la sede della Confindustria di Brindisi sotto l’egida del Collegio Regionale di Fiaip Puglia.

Il relatore, il responsabile del settore Formazione di Frimm/MLS REplat Raffaele Giamundo, ha portato l’attenzione dei mediatori presenti sull’ampliamento delle possibilità di business garantito dalla piattaforma di collaborazione e dai suoi strumenti, non ultima la Personal App che permette a ogni agenzia di pubblicizzare i propri contatti sotto ogni immobili di MLS REplat direttamente sugli smartphone dei clienti.

“Si tratta di nuove formule di business e di un nuovo e più professionale approccio al mestiere di agente immobiliare”, ci ha spiegato D’Amato alla fine dell’incontro. “E anche per questo colgo l’occasione per ringraziare Fiaip Puglia per l’enorme supporto e tutti i partecipanti al grande incontro di oggi perché hanno sottratto tempo alla loro attività per approfondire un discorso attuale come quello della crescita professionale e del proprio business attraverso nuovi strumenti”.