MLS REplat e Habitat Investments: come investire a Londra con profitto

Casa a Londra con MLS REplatLa Habitat Investments Ltd. sceglie il multiple listing service di Frimm per far da tramite tra gli investitori italiani e i proprietari inglesi: 1.500 agenzie italiane saranno così connesse a uno dei mercati con il più alto tasso di crescita dei prezzi e del numero delle compravendite del mondo

Grazie alla “no tax area” per rendite inferiori alle 10mila sterline poi, il real estate londinese è dall’inizio della crisi un rifugio sicuro anche per i piccoli investitori. E gli italiani l’hanno capito bene: dalla fine del 2011 le richieste “nostrane” sono salite del 120%

MLS REplat, il Multiple Listing Service creato da Frimm è sempre più internazionale: dopo Russia, Francia e Stati Uniti (Florida), il sistema online che fa collaborare migliaia di agenti immobiliari in Italia arriva anche nella terra di Sua Maestà la Regina. A Londra, di preciso, per andare a inserirsi in uno dei mercati immobiliari che più sta dando segnali di crescita dal 2007 – all’alba della crisi globale – a oggi.

Merito di questa iniziativa è di una società di brokering, la Habitat Investments Ltd., fondata e guidata da due fratelli, Francesco e Marco Fasanella, italiani di nascita ma britannici d’adozione. Francesco in particolare, è avvocato esperto di “Land Law” – diritto di proprietà – e docente della stessa materia al Birkbeck College di Londra.

“Il know how che la Habitat Investments ha acquisito negli anni sul posto, unito alla regole di tutela garantite da MLS REplat e la sua velocità di diffusione delle notizie attraverso la rete di operatori che ogni giorno vi lavorano – afferma Francesco Fasanella – sono gli aspetti che più di altri ci hanno fatto propendere per questo accordo. MLS REplat dovrebbe in questo senso facilitarci la vita”.

Il contesto londinese è molto peculiare, non solo perché l’ambito giuridico che regola le compravendite immobiliari è completamente diverso da quello italiano (non esiste la figura del notaio, non esiste la nostra proprietà piena ma tre categorie di possesso immobiliare e cioè Freehold, Share of the Freehold e Leasehold) ma anche perché conviene investire grazie alla forte crescita dei prezzi – +42% – che si è registrata negli ultimi 6 anni nelle cosiddette “prime locations”, le zone di alto profilo.

“Il mercato londinese in determinate zone è davvero molto mobile, schizofrenico quasi”, spiega Fasanella, “ma a differenza di quello italiano è instancabile, non conosce sosta, e per gli investitoti esteri – arabi e russi su tutti – rappresenta una fonte di investimento sicura. Anzi si potrebbe quasi dire che la crisi globale abbia spinto ad acquistare qui”.

“L’acquisto di immobili londinesi da mettere a reddito è diventata anche per i nostri clienti italiani una consuetudine. Capita che si possa rivendere un immobile a prezzo superiore del 30% anche dopo pochi mesi dall’acquisto; ancora, altrettanto velocemente un prezzo schizza alle stelle perché l’immobile è finito in asta. In questo contesto la figura del broker immobiliare è un faro nel buio”.

Ma quanto è diverso, nei numeri, lo scenario inglese dal nostro? “Non ci sono molte spese all’acquisto innanzitutto”, spiega Fasanella, “mentre c’è invece una tassa di registro (“Stamp Duty“) che è variabile: gli immobili di valore fino a 250mila sterline pagano l’1%, quelli fino a 500mila pagano il 3% e così via fino a un massimo del 7%. Le pratiche legali hanno un costo di circa 2mila sterline, quindi per un investimento da 250mila sterline i costi aggiuntivi comprensivi di intermediazione (3% in media) e tasse si aggirano sulle 12mila sterline. Quanto al reddito, una casa a Londra rende in media dal 3,5% al 5% annuo: il vero vantaggio sta però nella “no tax area” per le rendite inferiori a 10mila sterline”.

Vale a dire che fino a quella cifra è tutto utile, e questo gli investitori italiani l’hanno capito bene: secondo Savills le richieste tricolori sono aumentate dalla fine del 2011 addirittura del 120%; gli italiani rappresentano l’80% della domanda a Kensington e il 70% a Knightsbridge.

Habitat Investments Ltd. Londra

 

 

 

Contatti:
Francesco Fasanella (Managing Director)
f.fasanella@habitatinvestments.co.uk
Tel: +44 (0) 20 753 36 539+44 (0) 20 753 36 539
Crown House, 72 Hammersmith Rd,
London, W14 8TH – United Kingdom
Habitatinvestments.co.uk

Scarica il comunicato in formato pdf

Il Multiple Listing Service torna a casa: Frimm apre anche in Florida

MLS REplat apre in Florida a SarasotaDopo la storica apertura in Russia, il network italiano della collaborazione sbarca anche negli Stati Uniti, con l’apertura dell’agenzia di Sarasota, Florida. Responsabile dell’iniziativa è la società di investimenti del torinese Gianluca Cerutti, già agente MLS REplat in Piemonte e ora responsabile di una sinergia che metterà in contatto il mercato degli States con 1200 agenzie italiane legate al network creato da Frimm

Dalla fredda e austera Russia alle coste della calda e accogliente Florida, Frimm Holding S.p.A., società che vanta uno dei primi network immobiliari in Italia, dà seguito alla storica apertura moscovita della sua prima agenzia extra europea (festeggiata a novembre 2013) con lo sbarco in Florida del suo modello di business: lo scorso 11 dicembre 2013 è diventato infatti ufficiale l’accordo che consente l’apertura del primo punto vendita con sede a Sarasota, Florida dell’azienda presieduta da Roberto Barbato.

Il merito è di un agente MLS REplat torinese, Gianluca Cerutti, operatore immobiliare classe ’71 con esperienza ventennale e tra i partner della società di investimenti immobiliari “Florida Capital Investments”, che dalla sede della splendida Sarasota, cittadina di circa 50mila abitanti affacciata sul Golfo del Messico, gestirà questo il nuovo ponte sull’Atlantico tra le agenzie legate al MLS di Frimm (sono circa 1.200 oggi in Italia) e gli investitori americani.

“Dopo la prima volta a Miami nel 2008, sono tornato lì ogni anno – racconta Cerutti – e dopo aver sperimentato la cordialità della gente e la bellezza di Sarasota e della sua spiaggia Siesta Key, ho pensato di trasferirmi: l’incontro con un gruppo di connazionali che già si occupava di trading tramite aste giudiziarie è stato decisivo per il mio ingresso nel mercato Usa”.

Un mercato, quello americano, diverso da quello italiano se non altro perché abituato da almeno un ventennio a trattare immobili attraverso la compravendita in collaborazione offerta dal sistema MLS, nato proprio negli States. Un mercato in cui grazie alle aste giudiziarie – settore in cui la società di Cerutti è, appunto, specializzata – le banche possono sbarazzarsi del surplus di immobili provenienti appunto dalla crisi dei subprime, messi sul mercato a prezzi a dir poco convenienti (di solito la cifra è pari alla parte di mutuo non corrisposta) perché non hanno alcun interesse a trattenerli, bensì a rientrare dei soldi. Con un capitale anche limitato si possono dunque fare affari.

“L’apertura in Florida rappresenta la chiusura del cerchio per il nostro MLS REplat. Un vero e proprio ritorno a casa – afferma Roberto Barbato, presidente di Frimm Holding – per un modello di business preso in prestito dai colleghi americani e che ormai quasi quindici anni fa rimodellammo sul mercato italiano”.

“In America, e in particolare in Florida, ci sono ancora molte opportunità da cogliere da parte degli investitori – prosegue Barbato – che siano essi piccoli o grandi, perché la Florida è uno di quei paesi che hanno un approccio positivo di fronte all’ingresso di capitali esteri”.

La scelta di portare MLS REplat in Florida è nata immediatamente dopo l’ultima visita di Cerutti in Italia nel 2013: “Al mio rientro in Italia ho contattato la mia referente per MLS REplat, Daniela Esposito, Area Manager per il Piemonte. Già dal primo incontro con le agenzie italiane tenuto a Torino lo scorso 11 dicembre – spiega Cerutti – la risposta è stata estremamente positiva.  Decine di agenzie hanno già cominciato la collaborazione con noi, desiderose di trovare una valida alternativa al mercato immobiliare italiano in decisa crisi. E nuovi incontri sono previsti a breve, perché la richiesta è tanta”.

Ma fatta eccezione per il sole e il mare, perché la Florida? E in quale contesto si ritrovano a operare i protagonisti del Real Estate? “C’è un gran numero di immobili immessi sul mercato a prezzi molto convenienti che ora possono essere riacquistati a prezzi molto bassi – spiega Cerutti – addirittura oltre il 50% del prezzo rispetto alle valutazioni di 5 o 6 anni fa; per non parlare dell’ottimo rapporto euro/dollaro; inoltre le normative fiscali sono piuttosto flessibili, così da consentire e privilegiare l’investimento immobiliare”.

Come se non bastasse, Frimm e MLS REplat si affacciano, con questa strategica apertura, nel paradiso economico del turismo: la Florida è infatti la destinazione turistica numero uno al mondo, con più di 70 milioni di visite all’anno, per un totale di quasi 50 miliardi di dollari di fatturato (fonte: ICE – Italian Trade Agcency, 2012).

Clicca qui per scaricare il comunicato in formato pdf

Confedilizia sulle aste: “Prezzi più bassi anche del 100%, ma per la ripresa servono affitti convenienti”

aste immobiliari MLS REplat Il presidente di Confedilizia Corrado Sforza Fogliani è intervenuto attraverso una nota stampa sul caldissimo tema riguardante il prezzo delle case. In uno scenario comunque ancora poco rassicurante, la causa della mancata ripresa (o quantomeno parte di essa) sarebbe da addebitarsi, secondo Fogliani, al mercato delle aste giudiziarie. “I dati sul mercato immobiliare sono impressionanti e parlano da soli: da dopo la
smodata rivalutazione delle rendite catastali e la conseguente tassazione – spiega il presidente di Confedilizia – il mercato non si è più ripreso. Oggi è alle corde: i prezzi delle vendite giudiziarie sono a più del 100 per cento in meno rispetto ai valori Omi dell’Agenzia delle Entrate; il confronto tra canoni reali e valori locativi erariali, è anche peggio”.

“La tassazione degli immobili, solo degli immobili e solo di quelli della proprietà diffusa – prosegue Fogliani nella nota diffusa da Confedilizia – continua a condizionare in modo decisivo una ripresa del settore, che in questo momento non dà alcun segnale in questo senso. La revisione della pasticciata della Tasi (la tassa sui servizi basata sulle rendite catastali che sostituisce l’Imu almeno per la prima casa, ndr), s’impone”.  Secondo Confedilizia sarebbe invece determinante agevolare gli affitti: solo con affitti più convenienti “si potrà tornare a investire nel mercato degli immobili, mercato ora limitato all’acquisto della prima casa, quando l’emergenza abitativa aumenta giorno per giorno.

Infine, il presidente Fogliani si rivolge alle parti politiche, auspicando che “le forze politiche di maggioranza e di opposizione siano unite in questo obiettivo e che, nel comune interesse, in questo senso si esprimano. A tutti, e a tutto il Governo in particolare oltre che alla presidenza del Consiglio, chiediamo di sostenere lo sforzo innovativo che il ministro Lupi ha allo studio. Solo se questa iniziativa ministeriale andrà a buon fine in tutta la sua potenzialità, si darà all’immobiliare quello shock del quale esso ha bisogno urgente perché la fiducia ritorni”.

Aste immobiliari, vendere in tempo di crisi: ecco i numeri del “mercato delle sofferenze”

Vendere in tempo di crisi, Bergamo 28 novembre 2013Rizzetti Immobiliare con Frimm Lombardia, RE/Finance e Nexus reduci a Bergamo del meeting di formazione e sviluppo che svela i segreti della compravendita in collaborazione via MLS e del mercato alternativo delle aste giudiziarie

Relatori dell’evento: Mirko Frigerio, Founding Partner di RE/Finance Services for Real Estate & NPLs, Angela Giannicola, Amministratore unico di Nexus Family Financial Services, e Raffaele Giamundo, Responsabile della formazione di Frimm Holding

I segreti della compravendita immobiliare attraverso MLS REplat, tra le prime piattaforme online di condivisione immobili a dotarsi di una sezione esclusivamente dedicata al mercato delle aste giudiziarie, sono stati al centro di un incontro organizzato da Rizzetti Immobiliare – tra le prime agenzie bergamasche a credere nella filosofia MLS – e Frimm Lombardia che ha registrato il tutto esaurito il 28 novembre a Bergamo, in sala Giunta di Confindustria.

“Vendere in tempo di crisi: la collaborazione su MLS REplat e Il mercato delle Aste”, questo il titolo del meeting dedicato agli agenti immobiliari, ha visto in qualità di relatori Mirko Frigerio, Founding Partner di RE/Finance Services for Real Estate & NPLs, Angela Giannicola, Amministratore unico di Nexus Family Financial Services, e Raffaele Giamundo, Responsabile della formazione di Frimm e MLS REplat.

Proprio Frigerio, esperto formatore e tra i responsabili della nascita di un settore aste in MLS REplat, ha voluto dissolvere la diffidenza verso uno strumento poco conosciuto e verso un iter burocratico ritenuto complesso, rilevando come “il Tribunale di Bergamo a oggi ha pubblicato 1500 esecuzioni immobiliari, che rappresentano circa un terzo delle effettive esecuzioni, su base annua, di tutta la provincia,  vale a dire circa 5.000 esecuzioni. Un numero stratosferico ma ancora incompleto. Oggi le aste pubbliche rappresentano esclusivamente le pratiche già in esecuzione sino al 2011. Mancano all’appello quindi, per i tempi legali e della giustizia, tutte le “nuove” procedure della fase più drammatica della crisi economica del triennio 2011, 2012 e 2013. A queste andranno a sommarsi tutti i fallimenti immobiliari dettati esclusivamente dalla crisi di liquidità delle aziende. Si calcola di arrivare a 320 fallimenti dichiarati, sfondando ogni record negativo dal 1942 a oggi“.

L’incontro ha stimolato gli operatori immobiliari del territorio lombardo a non assistere come spettatori al cospicuo mercato rappresentato da 5000 esecuzioni sommate alle oltre 900 posizioni di fallimenti e concordati degli ultimi anni  ma a lavorare eticamente, gestendo i meccanismi e affiancando il proprietario di casa in difficoltà ad affrontare e risolvere qualsiasi problematica. Si calcola che il cosiddetto “mercato delle sofferenze” sarà un mercato attivo per i prossimi 8 anni.

Vendere in tempo di crisi, l’intervista a Giuliano Tito (Area Manager Frimm Lombardia)

Scarica qui il comunicato in formato pdf

MLS REplat di Frimm apre anche alle aste immobiliari

aste immobiliari MLS REplatLa piattaforma MLS di Frimm si aggiorna ai tempi che corrono: gli operatori adesso potranno inserire nel database anche immobili sottoposti ad asta

MLS REplat si adegua al mercato che cambia e in collaborazione con RE Finance, società dell’esperto in compravendite in collaborazione Mirko Frigerio, apre ufficialmente il suo business anche alle aste immobiliari. Già da qualche giorno infatti, gli operatori del network Frimm e in generale tutti gli agenti immobiliari che già utilizzano MLS REplat (sono ben oltre mille le agenzie in Italia) potranno inserire nel database online anche immobili oggetto di asta.

 Una intera nuova sezione di voci da compilare è stata infatti aggiunta dal settore informatico di Frimm all’interno della scheda immobile ad uso degli operatori. Una scelta chiave, questa, da un punto di vista commerciale: in un momento che vede ancora il mercato fortemente condizionato dalla difficoltà di accedere al credito da parte delle famiglie italiane, gli immobili in asta – commerciabili a prezzi spesso imbattibili – possono rappresentare un’ottima via per il rilancio di tutto il comparto.

Arriva anche in Liguria il percorso formativo che specializza gli agenti immobiliari

MLS Replat Liguria formazioneA Imperia in tre appuntamenti. Ideatore e relatore, Mirko Frigerio

MLS REplat presenta anche in Liguria, in maniera del tutto gratuita per i propri aderenti, lo speciale percorso formativo dedicato al “Fare business in tempo di crisi – Il mercato parallelo delle aste e degli stralci”, strutturato in 3 moduli (Base, Avanzato 1, Avanzato 2).
Il suddetto percorso è una speciale esclusiva MLS REplat e Frimm concessa dall’ideatore e relatore Mirko Frigerio, formatore e grande conoscitore del MLS. I corsi si terranno a Imperia dalle ore 9,30 alle 13,30.

Il programma del percorso
– Corso Base – 29 ottobre 2013
Fare Business in tempo di crisi – Il mercato parallelo delle Aste (aperto a tutti)
– Corso Avanzato 1 – data da definire
La gestione del Saldo e Stralcio (aperto agli aderenti che hanno partecipato al corso Base)
– Corso Avanzato 2 – data da definire
La gestione degli immobili in Pre Fallimento (aperto agli aderenti che hanno partecipato al corso Avanzato 1)

Al termine del percorso, gli agenti immobiliari riceveranno l’attestato di “Agente immobiliare specializzato”.