Il catasto e la riforma

tasseTratto da Immobiliare.it

La questione è certamente aperta da lungo tempo ed anche dalla sua soluzione dipendono temi di centrale importanza per l’economia del Paese e per quella di tutti noi, stiamo parlando della riforma del Catasto che sembra ormai avere intrapreso l’iter per l’approvazione presentata da Daniele Capezzone, responsabile della Commissione, che ha portato la proposta di Legge numero 1122 dalla quale parte la risistemazione del Catasto.

Clicca qui per leggere l’articolo

Imu abolita, anzi no

Enrico LettaTratto da Immobiliare.it

Il discorso con cui il neo premier Enrico Letta ha presentato il suo esecutivo al Parlamento è stato caratterizzato dall’argomento IMU. Secondo le parole del Primo Ministro, già dalla prossima scadenza fissata per Giugno, la tassa sugli immobli di proprietà subirà uno stop. Nelle prime ore successive alle dichiarazioni di Letta, le agenzie aveano battuto notizie secondo cui l’imposta sarebbe stata abolita, ma i portavoce ufficiali del Governo si sono subito preoccupati di chiarire l’equivoco; la scadenza di Giugno viene solo bloccata e non annullata, in attesa delle decisioni dell’ esecutivo riguardanti la rimodulazione dell’imposta.

Clicca qui per leggere l’articolo

Immobiliare, case: prepararsi a un calo storico dei prezzi

mercato immobiliareDue gli scenari: una violenta svalutazione nell’arco di pochi anni, con dei prezzi pre-euro (entro il 2018). O una lenta e prolungata discesa dei prezzi (almeno per il prossimo decennio) con una perdita che potrebbe rasentare il 50%. Consigliare il mattone come investimento sicuro per eccellenza sarebbe come consigliare i Bond Argentina.

Tratto da Wall Street Italia

Clicca qui per leggere l’articolo

“Gli immobili in Italia 2012”: circa 24,6mln di contribuenti risultano proprietari di immobili o di quote di essi

Mercato ImmobiliareÈ stato presentato a Roma, presso l’Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, lo studio “gli immobili in italia 2012” a cura del Dipartimento delle Finanze e dell’Agenzia del Territorio, con la collaborazione della SOGEI.
(…) Nell’ambito delle analisi relative al patrimonio immobiliare è emerso che nel 2010 il totale dei contribuenti che hanno presentato dichiarazione dei redditi è circa 41,5 milioni e di questi più di 24,6 milioni (il 59% del totale dei contribuenti) risultano proprietari di immobili o di quote di essi, con un incremento di circa 0,3 milioni di soggetti proprietari rispetto al 2009.

Tratto da Tribuna Economica

Clicca qui per leggere l’articolo

Mutui: le migliori offerte delle banche, tra i tassi impazziti e gli spread alle stelle

bolla immobiliareI finanziamenti per comprar casa sono ancora costosi. Ma con un po’ di accortezza si può risparmiare sulle rate. Ecco come.
Un calo del 44% nei primi 9 mesi del 2012. E’ davvero in picchiata la domanda di mutui immobiliari da parte delle famiglie italiane che oggi faticano sempre di più a indebitarsi per comprar casa. I dati arrivano dall’ultima Bussola Mutui: il bollettino trimestrale elaborato Crif e dal sito web di Intermediazione Creditizia, MutuiSupermarket.it, che oggi registra anche una sensibile riduzione dell’importo dei finanziamenti: la somma di denaro media erogata dalle banche ai mutuatari, infatti, è ormai attorno alla soglia dei 131mila euro, il livello minimo degli ultimi 6 anni.

Tratto da Panorama

Clicca qui per leggere l’articolo

Immobiliare in evoluzione: addio sportello, la banca la faccio in caffetteria

immobiliare in evoluzioneSe internet sarà la grande protagonista nell’evoluzione del Settore Commerciale nei prossimi anni, lo sarà ancor più velocemente per un altro settore che attualmente è alle prese con grossi problemi economici e di credibilità: il sistema bancario. Questo quanto emerge da uno studio di Jones Lang Lasalle Research, che inquadra il sistema creditizio da qui al 2020.

Rratto da linkiesta.it

Clicca qui per leggere l’articolo

Il mercato immobiliare crolla: “Aiuti a chi affitterà le case”

Mercato ImmobiliareFino a qualche tempo fa la crisi aveva fatto crollare le compravendite, ma non riusciva a tirare giù i prezzi delle case. Chi ha potuto – finché ha potuto – ha mantenuto i prezzi invariati in attesa di tempi migliori. Che però non sono arrivati. Ne sono arrivati invece sempre di peggiori. Risultato: oggi comprare casa costa di meno. A fronte di un drastico calo delle vendite degli appartamenti nei primi tre mesi di quest’anno (10,7 per cento in meno in città e il 13 per cento in meno in provincia), anche i prezzi delle case hanno cominciato a scendere. A evidenziarlo il 41° rapporto della Osmi Borsa Immobiliare realizzato dalla camera di commercio.

Tratto da Il Giornale.it

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Mercato immobiliare: la via di fuga è all’estero

mercato esteroCrisi economica e Imu spingono gli immobili – soprattutto le seconde case – sul mercato immobiliare. Questo è quanto deduce gate-away.com, portale specializzato nella promozione all’estero delle strutture in vendita e in affitto nel nostro paese, osservando i dati in suo possesso.

Raddoppiano le case in vendita.

Stando a quanto rilevato dal sito internet, gli immobili italiani in vendita o in affitto sul mercato immobiliare estero sono più che raddoppiati. Nello specifico, i privati che hanno contattato gate-away.com per offrire al proprio immobile una vetrina estera sono passati dai 296 dei primi cinque mesi del 2011 agli 831 di quest’anno (con un aumento in termini percentuali pari al 180,74%), mentre le richieste pervenute dalle agenzie immobiliari sono cresciute del 71,18%.

Tratto da LaStampa.it

Clicca qui per leggere l’articolo completo

In coppia la casa costa 8 anni di stipendio

Mercato ImmobiliareCrollo, discesa sostenuta o lento calo? Quale sarà il futuro del mattone in un contesto che oggi sconta i timori dell’uscita della Grecia dal l’euro e una crisi economica che sembra solo peggiorare?
Lo scenario resta di crisi e gli uffici/studi che si occupano del settore iniziano ad estendere il periodo di contrazione fino a tutto il 2014. Chi vuole acquistare casa, prima o seconda che sia, cerca oggi di capire se il “fedele” mattone potrà mantenere il valore del capitale nel tempo. Con un’analisi che scenari immobiliari ha elaborato per Casa24 Plus abbiamo scelto di esaminare come negli anni si è evoluto il rapporto tra lo stipendio percepito e il costo delle abitazioni.
Se il reddito netto di una coppia di lavoratori dipendenti nel 2011 era di 38.700 euro, occorrono 8 anni di stipendi cumulati per acquistare l’abitazione rispetto alle 6,9 annualità necessarie nel 1970.

Tratto da Il Sole24 Ore.com

Clicca qui per leggere l’articolo per intero

Mercato immobiliare, la crisi non c’è: a Napoli cresce del 9 per cento

Roma Mercati immobiliari in espansione nelle grandi città. Nonostante gli agenti immobilari dipingano uno scenario di crisi per il settore, le maggiori otto metropoli italiane per popolazione hanno registrato un rialzo delle compravendite. Più 15,6% a Torino, che segna il rialzo più elevato a livello nazionale. Segue Roma con una variazione dell’11,7%, e Firenze, 10%. bene anche Napoli (9%), Bologna (6,9%), Palermo (2,5%) e Milano (1,7%).

L’unica grande città in perdita è stata Genova…

Tratto da Il Mattino

Clicca qui per leggere l’articolo completo.

A gennaio tassi su mutui per case in crescita al 4,55%

MutuiRallenta la concessione dei prestiti ai privati in Italia. Secondo i dati diffusi da Bankitalia a gennaio il tasso di crescita sui dodici mesi dei prestiti al settore privato, corretto per tener conto delle cartolarizzazioni cancellate dai bilanci bancari, è diminuito all’1,6% dal 2,3 di dicembre 2011. Il rallentamento è spiegato principalmente dalla diminuzione del tasso di crescita dei prestiti alle società non finanziarie (1,3% dal 2,6 di dicembre), mentre il tasso di crescita dei prestiti alle famiglie flette in misura inferiore (3,1% dal 3,4). In aumento i tassi di interesse sui mutui per le case che sono arrivati al 4,55% rispetto al 4,27% di dicembre 2011.

Netta frenata, nel primo mese del 2012, anche per i prestiti delle banche alle imprese. Il tasso di crescita…

Tratto da Repubblica.it

Clicca qui per leggere l’articolo.

Immobili: si riduce capacità spesa famiglie per acquisto abitazioni

Mercato ImmobiliareSi riduce il potere d’acquisto degli italiani per l’acquisto della casa: fino a un calo dell’11% a Bologna, seguono Padova e Firenze (-7%). Meno toccati i grandi centri di Milano, Roma e Torino.

Trend stabile e positivo invece per il mercato degli affitti, l’acquisto della casa non è più un obiettivo primario…

Tratto da Agenzia Asca

Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.