“Operatori immobiliari, siamo al punto di svolta”: questa mattina a Palazzo Cusani a Milano è cominciata una nuova epoca per il mercato del mattone, quella della ripresa grazie alla collaborazione.

Da Carlo Giordano (CEO di Immobiliare.it) a Roberto Barbato (presidente Frimm Holding), i principali protagonisti del mercato, ospiti del convegno “Agenzie Immobiliari³. Rilanciare il mercato con la collaborazione” sono concordi: l’immobiliare italiano si salva collaborando.

Ospiti del convegno organizzato dall’Area Lombardia di Frimm Holding con il supporto di Rizzetti Immobiliare (agenzia bergamasca perfettamente inserita nella logica del MLS di Frimm, REplat) anche Angela Giannicola, amministratore di Nexus Family Financial Services, Mauro Danielli, vicepresidente Fimaa Milano, Monza e Brianza, Marco Favero, business development senior account di ING Direct, e Mirko Frigerio, esperto formatore MLS.

“Siamo a un punto di svolta assoluto per la professione”: è con questa dichiarazione di Carlo Giordano, CEO di Immobiliare.it, che si è concluso questa mattina a Milano l’atteso convegno “Agenzie Immobiliari³. Rilanciare il mercato con la collaborazione”, che ha visto ben 170 operatori del mattone affollare una delle prestigiose sale del seicentesco Palazzo Cusani, sede milanese della Nato. Proprio un commilitone del capitano Giuseppe La Rosa, il soldato in missione Nato in Afghanistan ucciso sabato nell’attento di Farah, ha aperto il convegno, chiedendo ai presenti di osservare un minuto di silenzio.

Dopodiché sono seguite tre ore di intenso dibattito, in cui il filo rosso è sempre stato la parola “cambiamento”: della professione di agente immobiliare certo, ma anche e soprattutto di tutto il comparto. Un concetto molto caro al presidente Roberto Barbato, numero uno di Frimm Holding che da 13 anni sostiene – anche con MLS REplat, la piattaforma per condivisione immobili creata proprio dalla sua azienda – la compravendita in collaborazione. “È il momento del salto di qualità per gli agenti immobiliari. Dobbiamo diventare – ha affermato proprio Barbato nel suo intervento – una vera e propria categoria professionale e affrontare il nostro mestiere con piglio nuovo e moderno. Non possiamo più permetterci di lavorare ‘a zone’. Il concetto di ‘agente di quartiere’ è ormai superato. Continuare a operare senza delle strategie definite e soprattutto senza considerare i nostri colleghi come i nostri migliori clienti sarebbe ormai anacronistico. È solo insieme che potremo rilanciare il mercato”.

Opinione condivisa dai colleghi relatori: il cliente, si è detto, va studiato e interpretato come se fosse parte di una scienza, parte della ‘scienza’ della vendita in collaborazione. Una verità applicabile ai vari settore rappresentati oggi sul banco dei relatori. “Inserire correttamente un annuncio, approfondire al meglio la conoscenza del prodotto per darne corretta comunicazione è fondamentale anche per Immobiliare.it, che è per costituzione anch’esso un intermediatore della compravendita immobiliare”, dice Carlo Giordano, che afferma anche: “Utilizzare internet, che oggi è il media più utilizzato tra le ore 9 e le 18 tutti i giorni, sul proprio laptop è oggi, per assurdo, una pratica già superata. Quale che sia il prodotto da presentare al cliente oggi va già concepito per smartphone o per tablet. YouTube è il secondo motore di ricerca dopo Google, ciò significa che il supporto video al prodotto – qualsiasi prodotto – è essenziale. Chi non lo capisce parte inevitabilmente con un gap da colmare”.

“Stupire anticipando le esigenze del cliente è la chiave della vendita”, suggerisce invece Mirko Frigerio, operatore e formatore MLS REplat. “E il modo migliore per essere al passo col cliente è aumentare le proprie possibilità di soddisfare le sue esigenze. Questo si può fare solo collaborando con altri agenti immobiliari. Dunque comunichiamo tra di noi, smettiamo di pensare che siamo più carismatici o più capaci degli altri. Del resto, con lo stesso cliente posso chiudere forse 2 affari nella mia vita professionale; mentre con un collega il numero è virtualmente infinito”.

Tutti sostengono insomma “la collaborazione”, che se per Frimm vuol dire MLS REplat, per Nexus (partner creditizio di Frimm) e per il suo amministratore Angela Giannicola vuol dire portare ad ottenere il mutuo “un cliente prequalificato, che non faccia perdere tempo alla istituto di credito o a Nexus, e che permetta al business di essere fluido”.

Scarica qui il comunicato in formato pdf

 

Mediazione credito, Fimaa contro Mef: “Legittimo contratto tra agenti immobiliari e mediatori creditizi”

Fimaa

Tratto da Monitor Immobiliare

Il Mef, con circolare del 21 dicembre 2012, ha preso posizione su un articolo pubblicato sul periodico Mediare, edito da Fimaa, sulla legittimità di un accordo tra agenti immobiliari e mediatori creditizi in merito all’indicazione del nominativo di un mediatore creditizio a cui rivolgersi per stipulare un contratto di mediazione creditizia.

clicca qui per leggere l’articolo

MLS REplat ha partecipato al convegno di FIMAA Cagliari

logo_mlsreplatSvoltosi lo scorso 12 novembre alla presenza del presidente FIMAA Valerio Angeletti, del presidente di FIMAA Cagliari Marco Mainas e del vice presidente della Confcommercio provinciale Mari Rosa Pilloni

Lo scorso 12 novembre si è svolto a Cagliari il convegno organizzato da FIMAA Cagliari, sezione provinciale dell’Associazione presieduta da Marco Mainas, per i propri Associati che hanno ben risposto all’evento riempiendo la sala conferenze della ASCOM e gradendo le relazioni degli ospiti presenti. Si è trattato di un evento davvero speciale impreziosito dalla presenza di Mari Rosa Pilloni, fondatrice ed ex-presidente di FIMAA Cagliari, nonché ex-presidente di FIMAA Sardegna, ex-consigliere nazionale FIMAA e attualmente vice presidente della Confcommercio della provincia di Cagliari: la professionista, figura chiave del panorama istituzionale sardo, non è voluta mancare all’evento nonostante i problemi di salute che recentemente l’hanno colpita, dando così un segnale forte a tutti i colleghi.

In particolare, ogni relatore ha voluto sottolineare il ruolo importante della Federazione in questo momento di mercato particolarmente critico e, all’interno di un programma del giorno fortemente istituzionale che ha visto l’importante presenza del presidente di FIMAA Valerio Angeletti, anche REplat S.p.A. ha trovato spazio per sensibilizzare i presenti sulle opportunità offerte dal MLS, il sistema di collaborazione nella compravendita tra agenti immobiliari di cui è uno dei principali esponenti. Nell’occasione, il vice presidente dell’azienda Paolo Ulpiani ha ricordato anche la buona riuscita dell’accordo di convenzione con FIMAA Cagliari che ha permesso – e permette – agli Associati di usufruire della piattaforma MLS REplat tramite interessanti sconti.

“REplat è un sistema valido e ormai consolidato, oltre a essere un prodotto che dà delle soddisfazioni concrete nel business di un’agenzia immobiliare”, ha detto il presidente Mainas, raggiunto al telefono per un’intervista. “Certo, va saputo usare e non si può pensare che il solo averlo attivato sia la panacea per tutti i mali. Bisogna dunque non sottovalutare lo strumento e imparare a usarlo con determinati accorgimenti sfruttando la consulenza dei responsabili del suo sviluppo. E magari dedicare una persona esclusivamente a quello, in modo da creare e gestire il proprio portafoglio e attivare una rete di collaborazione locale. Né più né meno del lavoro che si dovrebbe con gli annunci su internet che troppe volte, purtroppo, sono vecchi e scaduti”.

MLS, quindi, può essere il nome dell’antidoto all’attuale situazione del mercato immobiliare? “Sì, perché permette di seguire i clienti che oggi sono diventati più esigenti e di valorizzare il ruolo del mediatore”, ha continuato il presidente Mainas che nel convegno ha svolto brillantemente il ruolo del moderatore mettendo in evidenza il feeling tra il consiglio di FIMAA Cagliari e il saper sfruttare le risorse messe a disposizione dalla sua struttura che insieme formano un mix vincente dall’impatto positivo sia sui propri associati sia sul consumatore. “Ma in questo quadro non si può dimenticare che l’agente immobiliare deve diventare un professionista a tutti gli effetti, un consulenti a 360 gradi che possa coccolare il proprio pubblico su ogni questione che riguarda l’acquisto e la vendita di un immobile”.

Da questo punto di vista FIMAA, in generale, e FIMAA Cagliari, in particolare, sono assolutamente all’avanguardia. “Sì, perché la sensibilità a questi temi è legata a doppio filo con l’operatività”, ha spiegato Mainas. “Ed è per questo che abbiamo convenzioni con aziende come REplat S.p.A. che invitiamo volentieri ai nostri incontri. Tenendo poi conto del fatto che anche nel 2010 il mercato sarà contratto e che qualche spiraglio lo si vedrà soltanto nella seconda metà dell’anno, è importante informare i propri Associati degli strumenti che hanno a disposizione”.

Valerio Angeletti è il nuovo presidente di Fimaa Confcommercio

Valerio AngelettiValerio Angeletti, classe 1949, è stato eletto, per acclamazione, nuovo presidente della FIMAA, la Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari aderente a Confcommercio, che conta 14 mila iscritti tra imprese del settore immobiliare e mediatori merceologici e creditizi.

Da oltre trenta anni Angeletti è agente immobiliare, avendo iniziato nel 1977 la sua attività nel settore. Dal 2000 è presidente di FIMAA Roma e in passato ha ricoperto diversi incarichi in Società e Commissioni del sistema Confederale e Camerale, oltre che in Commissioni ministeriali.

“Quello della mediazione, nei vari settori in cui si articola – ha dichiarato il neopresidente nel discorso d’insediamento – è un istituto fondamentale per l’economia del nostro paese.

Per questo motivo la principale linea di sviluppo della Federazione sarà proprio quella di valorizzare al massimo la figura del mediatore, nel quadro della sua funzione di operatore ‘sociale’.

All’interno del nostro ambito di rappresentanza – ha aggiunto Angeletti – cercheremo di rafforzare sempre di più il dialogo con le nostre strutture provinciali e tra queste e le Confcommercio locali anche attraverso il rilancio dei servizi – che è un obiettivo prioritario – e il potenziamento delle attività di comunicazione verso le imprese associate”.