I clienti vogliono agenti immobiliari “di parte”. Come trovarli? Nei sistemi MLS

Nasce una nuova esigenza all’ interno del mercato immobiliare. Chi vuole vendere o acquistare casa, infatti, desidera al proprio fianco un “consulente di parte”: un professionista che tuteli gli interessi esclusivi del compratore o del venditore e non di entrambi contemporaneamente.

A dirlo è una ricerca condotta da Sigest, importante realtà immobiliare milanese, che ha analizzato la percezione che i clienti hanno nei confronti degli agenti immobiliari.

Il campione dell’indagine, riportata anche da Il Sole 24 Ore, è costituito da 535 persone che avevano acquistato o venduto casa a Milano per un valore superiore a 300mila euro o che stavano per concludere la compravendita.

L’ 81% delle persone intervistate ha dichiarato di volersi affidare ad un’agenzia immobiliare, anche se con delle sensazioni contrastanti: il 47% si autodefinisce infatti “sostenitore” del ruolo degli operatori immobiliari, mentre il 34% si dice “titubante”.

Le perplessità sono dovute al fatto che la maggior parte degli acquirenti intervistati non considera adeguato il compenso economico chiesto dalle agenzie rispetto al servizio offerto. Inoltre, sempre la stessa parte di campione, ritiene che l’agente immobiliare non faccia del tutto gli interessi del cliente e che le operazioni non siano chiare e trasparenti.

E allora perché potenziali acquirenti o venditori decidono di rivolgersi ad un’agenzia immobiliare? Le motivazioni sono le seguenti: per evitare errori gravi o rischi (acquirenti 68%; venditori 75%), per districarsi nella burocrazia (acquirenti 65%; venditori 77%) e per risparmiare tempo (acquirenti 67%; venditori 70%).

Dalla ricerca emerge la diffidenza delle persone nei confronti delle agenzie immobiliari e la volontà di essere affiancati da una figura professionale che eroghi un servizio di qualità con una trasparenza di operazioni e costi. Infatti, otto persone intervistate su dieci (88% acquirenti; 83% venditori), dichiarano di volere un agente immobiliare che tuteli gli interessi esclusivamente di chi vuole vendere casa o di chi desidera acquistarla: un vero e proprio consulente “di parte”.

Tutto questo è già possibile con l’ MLS, che risponde perfettamente a questa nuova esigenza di mercato. Con il sistema di collaborazione Agent RE connesso a REplat, infatti, l’acquirente è seguito da un solo agente immobiliare di riferimento, così come il venditore. In MLS entrambi gli agenti immobiliari collaborano tra loro e con gli altri professionisti del network, sostenendo realmente gli interessi delle due parti e permettendo ai propri clienti di vendere e acquistare casa più velocemente e al miglior prezzo.

Il Sole 24Ore: “MLS REplat, +17% per le collaborazioni tra agenti immobiliari MLS”

Home Il Sole 24OreMLS Replat protagonista sulle pagine de Il Sole 24 Ore: il quotidiano economico riporta oggi – in entrambe le versioni, web e cartacea – il report dettagliato dei numeri generati dalla prima piattaforma per la condivisione di portafogli immobiliari nell’anno che va chiudendosi. “Nel dettaglio” – si legge – risultano 2.061 le agenzie connesse al sistema per la condivisione (dati aggiornati a novembre), il 15,7% in più rispetto alle 1.781 registrate lo scorso anno (stesso mese). Una cifra che include tutte le strutture, indipendenti o affiliate a un brand del franchising, attive direttamente su Mls Replat (1.058 agenzie) o sulle piattaforme messe a disposizione dalle due principali associazioni di categoria, Mls Fiaip (882) ed Mls Fimaa (121), il cui funzionamento si poggia sempre sul sistema targato Frimm. In totale, secondo la stima del centro studi, l’impiego della piattaforma Mls di Replat riguarderebbe una quota di mercato di circa l’8,1%, sul totale delle agenzie immobiliari operative nel nostro Paese, con più di 3.500 professionisti coinvolti e la gestione di 27.433 incarichi su immobili”. MLS REplat è stata creata da Frimm nel 2000; quotidianamente ci lavorano oltre 4.000 operatori immobiliari.

Cedolare secca: quanto si risparmia con la nuova aliquota al 15%

Sole24 OreL’aliquota della cedolare secca per i contratti a canone concordato passa dal 19% al 15% già a partire dal 2013, con effetto retroattivo. Lo prevede il decreto legge sull’Imu, varato mercoledì scorso. La riduzione di aliquota, unitamente all’incremento della percentuale imponibile ai fini Irpef del reddito da locazione, costituirà un indubbio incentivo all’applicazione dell’imposizione sostitutiva. Sul Sole 24 Ore di sabato 31 agosto i primi calcoli di convenienza per capire quanto si risparmia.

Tratto da il Sole24Ore

Clicca qui per leggere l’articolo

Ecco gli ultimi sviluppi sull’APE

APEIn attesa di capire cosa succederà vi diamo alcuni aggiornamenti

L’attestato energetico preoccupa i notai

L’imbarazzo è forte anche se, con lo stile che caratterizza la loro professione, i notai non lo danno troppo a vedere. La sanzione della nullità dell’atto di compravendita quando non viene allegato l’Ape (attestato di prestazione energetica) è considerata troppo pesante, soprattutto perché il legislatore, nell’intento frettoloso di adeguare la normativa alla direttiva Ue del 2010 (sì, roba di tre anni fa) per evitare sanzioni, non ha considerato le implicazioni.
Anzitutto, l’esistenza di alcune normative regionali concorrenti, alcune delle quali erano già state adeguate alla direttiva Ue, senza contare che quasi tutte fanno riferimento alle norme Uni, considerate dal nuovo decreto legge 63/2013 il cardine della regolarità dell’Ape stessa. Poi i disastrosi effetti civilistici della nullità, che metterebbero il notaio in una brutta situazione anche sotto il profilo deontologico. In questo ginepraio, per i professionisti, non è quindi facile muoversi.

Fonte Il SOLE 24 ORE
———————–

Eliminare immediatamente la nullità dei contratti sprovvisti di APE

Fiaip lancia un appello al Governo per eliminare immediatamente la norma che prevede la nullità dei contratti sprovvisti dell’Ape (attestato di prestazione energetica). “Una norma abnorme, entrata in vigore ancor prima dell’emanazione dei decreti interministeriali che devono disciplinare i contenuti del nuovo attestato di prestazione energetica. La nullità dei contratti – sottolinea la Federazione Italiana degli Agenti Immobiliari Professionali – genererà un forte contenzioso in modo particolare nel settore delle locazioni, settore che in questo momento è l’unica ancora di salvezza per quelle famiglie che non possono accedere al mercato delle compravendite”. Fiaip auspica una immediata risposta del Governo, che in linea di principio si era già impegnato a rivedere la norma nel corso dell’approvazione del primo provvedimento utile.

Fonte FIAIP GENOVA

Tra Stadi e Media Frimm dà il via alla pubblicità istituzionale 2011

Stadi di calcio di Serie A, pagine de “Il Sole 24 Ore”, alcuni spot su tv locali e nuovo sito web. Così Frimm ha dato il via alla pubblicità istituzionale per l’anno che è appena cominciato.

In particolare, il brand del network di agenzie e servizi per il real estate guidato dal presidente Roberto Barbato è presente a bordocampo delle partite casalinghe della Roma, del Napoli, del Palermo, del Cesena e di altre squadre di Serie A come si può vedere dai video già pubblicati qui, qui e qui.

Inoltre, Frimm ha acquistato 80 spazi pubblicitari a colori e a pagina intera sul quotidiano economico “Il Sole 24 Ore” che vengono già utilizzati – la prima pubblicità è uscita lo scorso 12 gennaio – per dare visibilità alle agenzie Affiliate (immobiliari e creditizie) e agli immobili dell’azienda.

Infine, oltre al nuovo portale www.frimm.com, il cui restyling è stato lanciato proprio alla fine del 2010, l’azienda ha cominciato ad comprare alcuni spazi in tv sulle reti locali per stare vicino agli Affiliati. In questo momento, e fino al prossimo mese di giugno, gli spot di Frimm sono sul canale “Telenostra” di Avellino.

 

 

Fiaip presenta la partnership con REplat su Il Sole 24 Ore

Due pubblicità a pagina intera e a colori su Il Sole 24 Ore. Così Fiaip e REplat hanno deciso di sostenere e dare visibilità a MLS Fiaip powered by REplat, la piattaforma per la collaborazione nella compravendita tra agenti immobiliari nata dalla partnership tra l’Associazione e l’azienda.

Il primo annuncio è apparso sul quotidiano economico lo scorso 12 maggio e il prossimo uscirà sabato 16 maggio, proprio nel giorno in cui il “Sole” si occupa di immobiliare.

Nella pubblicità, l’accordo che ha dato vita a MLS Fiaip viene rappresentato con una piantina blu e arancione, rispettivamente il colore che contraddistingue l’Associazione del presidente Arosio e quello che caratterizza REplat.

Per maggiori informazioni su MLS Fiaip powered by REplat: www.mlsfiaip.it