MLS: molto più che una prospettiva per il futuro

Il blog Immobili all’estero intervista l’arch. Giuliano Tito – General Manager Lombardia di Frimm Holding

Cos’è una piattaforma MLS?
“Il Multiple Listing Service (MLS) è un metodo operativo attivo fra gli operatori immobiliari che prevede la condivisione e la pubblicizzazione delle liste degli immobili al fine di consentire un’ampia collaborazione fra le parti a favore sia delle agenzie sia dei clienti. Tramite gli MLS gli operatori possono soddisfare al meglio le richieste della clientela, potendo favorire sia la domanda che l’offerta. Infatti chi vende avrà la possibilità di avere una platea più ampia mentre chi compra avrà una maggiore scelta di immobili”. Questa è la definizione che Wikipedia dà dell’MLS. Io aggiungerei che l’MLS è il futuro della professione di agente immobiliare: più andremo avanti, più gli operatori diventeranno dei professionisti veri e propri, più si farà uso della condivisione via MLS. Anzi, saranno i clienti a cercare le agenzie connesse ai sistemi MLS. E, infine, l’MLS diventerà uno standard, lo standard per la compravendita immobiliare in Italia. Con MLS REplat lavoriamo ogni giorno per far comprendere le infinite possibilità della collaborazione tutelata tra operatori: gli agenti immobiliari stanno capendo che è possibile guadagnare di più e con meno lavoro condividendo i propri affari con quanti più colleghi possibile. In MLS REplat, infatti, questi ultimi non sono più concorrenti ma affidabili collaboratori”.

Perché in tempo di crisi la piattaforma MLS può aiutare gli agenti immobiliari?
Perché nell’ultimo anno e mezzo – come attestano i numeri del Centro Studi Frimm sulla compravendita MLS – nonostante il calo della domanda l’operatività degli agenti immobiliari connessi al network MLS REplat ha sempre fatto registrare valori positivi: ciò significa che l’operatore che si avvale del MLS – e quindi dei portafogli immobili di migliaia di colleghi – ha un asso nella manica che gli altri, coloro che si affidano al “vecchio” modus operandi, non hanno. Si calcola che, mediamente, per le esperienze di altri Paesi, con il MLS si triplica il giro d’affari di ogni agente immobiliare aderente, pur rinunciando a una parte delle proprie provvigioni in favore del partner”.

Può portare benefici anche al cliente finale?
Eccome: con un semplice click del mouse un MLS mette a disposizione dei propri utenti e dei loro clienti migliaia di immobili in tutta Italia. Immobili veri, garantiti dagli agenti immobiliari che ogni giorno utilizzano uno strumento creato appositamente per loro. L’MLS è prima di tutto uno strumento B2B, cioè per addetti ai lavori, ed è per questo che il database condiviso possiede un altissimo valore qualitativo. La vasta gamma di offerta e l’ampia rete collegata al MLS danno la possibilità di velocizzare i tempi dell’operazione e di fidelizzare la clientela: il consumatore ha più probabilità di trovare ciò che sta cercando e di concludere l’operazione sfruttando i contatti e gli immobili di tutti gli aderenti al sistema.
Inoltre, non deve più avere a che fare con una moltitudine di agenti immobiliari e un’infinita quantità di numeri di telefono. Con MLS REplat, infatti, si può avere un’unica agenzia di riferimento per tutti gli immobili contenuti nella piattaforma.
Infine, decidere di affidare la vendita del proprio immobile a una agenzia MLS REplat, significa incaricare più di 2.000 operatori in tutta Italia che collaboreranno per garantire il massimo guadagno nel minor tempo possibile. Il tutto pagando soltanto una sola commissione. Il cliente può incaricare l’agenzia immobiliare a lui più vicina, anche se si tratta di un immobile che possiede in un’altra città”.

Che analisi fa del mercato immobiliare attuale?
“Il mercato immobiliare sta tornando alla normalità. La crisi c’è, come c’è anche una legge non scritta che afferma che i mercati – anche quello immobiliare – si autoregolano. Una certezza che ci arriva dai numeri del passato. Se prendiamo in considerazione l’andamento del mercato italiano dal 1985 a al 2011 scopriamo che la media delle compravendite effettuate è di 600mila unità. Il dato oscilla tra le 869mila unità registrate nel 2006 e le 430mila totalizzate nel 1985. Ebbene, nel 2011 i dati riferiscono di circa 598mila compravendite effettuate: un dato perfettamente nella media degli ultimi tre decenni. E se si pensa che il -21% di compravendite registrato nel 2012 (fonte: Agenzia del Territorio) sia un dramma, si sbaglia. Tra il 1991 e il 1992, infatti, accadde la stesso: -19% in appena un anno. A seguito di quella improvvisa depressione, però, il mercato reagì crescendo di anno in anno con grande regolarità perché ogni momento di crisi è una risposta che un sistema attua per salvaguardare la propria sopravvivenza”.

Quali le previsioni e le prospettive per il futuro?
“Come ho detto in precedenza, la vera prospettiva per il mercato immobiliare è l’integrazione completa dell’MLS all’interno del sistema di compravendita. L’MLS è lo strumento che farà fare il vero salto di qualità all’intero comparto: ne trarranno giovamento sia gli agenti immobiliari sia gli acquirenti/venditori. Oltre a ciò, lo dicevamo, il mercato si riprenderà anche se non tornerà ai numeri – dopati – che ci hanno fatto sfiorare le 900.000 compravendite all’anno”.

Certificati energetici, è record in Lombardia

Certificazione Energetica (ACE)Nel periodo che va da settembre 2007 ad oggi in Lombardia sono stati registrati nel catasto energetico oltre 774.000 attestati di Certificazione Energetica (ACE), cioè più della metà dei certificati energetici registrati complessivamente in Italia.

E’ quanto emerge dalla ricerca su “efficienza e qualità energetica: i dati del patrimonio edilizio certificato”…

Tratto da Casa&Clima

Clicca qui per leggere l’articolo.

Classificazione energetica, solo la Lombardia sanziona chi non rispetta l’obbligo

certificazione energeticaClasse A, classe B, classe C: che prestazione energetica hanno gli immobili italiani? Non è ancora possibile farsene un’idea chiara, perché nel primo mese del 2012, nonostante l’entrata in vigore dell’obbligo di certificazione, solo il 12,7% degli immobili in vendita o in locazione ha comunicato la propria condizione energetica. La regione più attiva in questo senso è la Lombardia, l’unica ad aver attivato sanzioni ? Multe fino a 5mila euro – per chi disattende l’obbligo…

Tratto da Borsa Italiana

Clicca qui per leggere l’articolo.

Certificazione energetica in Lombardia: le risposte ai tuoi dubbi

certificazione energetica ACEDal primo gennaio 2012 è in vigore l’obbligo della Certificazione Energetica (ACE) senza la quale non sarà possibile vendere o affittare casa. La legge stabilisce inoltre che sarà obbligatorio indicarla nell’annuncio immobiliare. Ma siccome la normativa si applica a livello regionale, le cose cambiano a seconda di dove si vive. La legge più rigida è in Lombardia e noi di Idealista abbiamo chiesto a Beatrice Zanolini, direttore di Fimaa Milano, di rispondere a tutti i dubbi che preoccupano proprietari, acquirenti e agenti immobiliari.

Tratto da Idealista.it

Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.

“MLS, brand e servizi: ecco cosa fa la differenza nell’immobiliare”

Intervista all’Affiliato Frimm di Melegnano (MI), Giovanni Rossi

Dopo 10 anni sul territorio di Melegnano (in via Zuavi, zona ad alto passaggio pedonale data la forte presenza commerciale) la Casa Nova immobiliare del titolare Giovanni Rossi entra nel network in franchising Frimm con l’obiettivo di ampliare i propri confini. Già, perché l’azienda dà in dotazione a tutti i propri Affiliati un innovativo strumento: la piattaforma Multiple Listing Service (MLS) per la collaborazione nella compravendita tra operatori.

“Si tratta di un sistema nato negli Stati Uniti oltre un secolo fa. Prima si utilizzavano le lavagne, oggi si sfrutta la potenza del web”, spiega Rossi, un professionista del real estate abituato a guardare avanti dal momento che la sua più che un’agenzia sembra un centro commerciale del real estate grazie all’enorme gamma di servizi offerti (mediazione, consulenza, gestione patrimoni, finanziamenti casa, finanziamenti personali e tanto tanto ancora). “Il MLS permette agli agenti immobiliari di collaborare on-line nella compravendita, condividendo un portafoglio immobiliare di circa 60.000 proposte e migliaia di richieste di clienti con l’obiettivo di accrescere il fatturato e il portafoglio clienti. Funziona così: quando la mia agenzia ottiene l’incarico di un dato immobile o una richiesta da parte di un cliente, questi vengono immediatamente condivisi con gli altri 1.600 uffici che utilizzano il MLS. Il sistema, poi, incrocia domanda e offerta e restituisce i risultati. Se il suddetto incontro c’è stato, contatto il punto vendita che ha l’immobile o il cliente di interesse e fissiamo insieme l’appuntamento di visita. Una metodologia di lavoro nuova che non ha davvero confini perché il mio bacino di utenti non è più l’area nelle vicinanze di Melegnano ma l’Italia intera. E, perché no, l’Europa visto che il database di Frimm contiene varie proposte immobiliari all’estero. Senza contare che Frimm offre anche molto altro come il brand, la formazione e la consulenza in agenzia”.

In questo momento, il mercato immobiliare sta evidenziando due tendenze. La prima risiede nel tanto chiacchierato rallentamento delle compravendite. La seconda sta nella sempre maggiore difficoltà di trovare compratore e venditore nella stessa zona, città o provincia. In uno scenario simile, la collaborazione fra operatori del settore diventa una scelta vantaggiosa. È per questo che MLS sta diventando la parola chiave del real estate.

L’agenzia di Giovanni Rossi nasce nel settembre del 1999 col pallino dell’innovazione della professione dell’agente immobiliari. Sin dalla prima occhiata alle due vetrine dell’agenzia si capisce che Rossi è uno che vuole il massimo per la propria clientela: l’ufficio, 120 mq divisi tra front office e back office, è disposto su 2 livelli in cui trova spazio anche una stanza per le stipule (hanno il notaio che va direttamente in studio).

“E’ il servizio che fa la differenza!”, afferma Rossi che in agenzia è affiancato da uno staff di 4 persone, 2 venditori (Mario Zani; Vincenzo Neletti che è anche socio) e 2 coordinatrici (Manola Caruso che si occupa della gestione clienti e dell’amministrazione; Valentina Lai  che coordina il back office e si occupa di customer care). “La mia agenzia segue i clienti su tutto ciò che riguarda i loro immobili e le loro operazioni immobiliari. Ci occupiamo addirittura della voltura delle utenze, di assicurazioni e possiamo anche fornire un interior designer. Oggi come oggi i consumatori sono cambiati e cercano dei consulenti del real estate a cui affidarsi, alla stessa stregua di un avvocato o di un commercialista. È ovvio che, in questo scenario, la professionalità degli agenti immobiliari si deve adeguare”.

Oltre a tutti i servizi di cui abbiamo già parlato, l’agenzia Frimm di Giovanni Rossi è specializzata nel settore cantieri. “Oltre all’usato e alle locazioni trattiamo spesso nuove costrizioni in zone limitrofe – continua il titolare – come le 11 unità abitative con bellissima villa singola a Cerro al Lambro che abbiamo recentemente ottenuto in esclusiva. Trattiamo sempre immobili di classe B e classe A, ovvero costruzioni di alto livello. Inoltre ci occupiamo anche di acquisto di terreni, di svincoli, di frazionamenti, e di rapporti tra i nostri clienti e le banche. Sì, abbiamo ottimi contatti con gli Istituti di Credito ed è per questo che ho voluto affiliarmi anche a Frimm Mutui&Prestiti, il network creditizio del Gruppo Frimm. Vorrei sottolineare però che l’agenzia si fa pagare soltanto la mediazione nel settore immobiliare, tutto il resto è consulenza gratuita”.

Visita il sito dell’agenzia Frimm di Melegnano: www.melegnanocase.com.

Questa presentazione richiede JavaScript.