Cresce la collaborazione tra agenti immobiliari: ecco i dati del Rapporto REplat

La cultura della collaborazione tra agenti immobiliari in Italia fa aumentare del 11,41% le compravendite in condivisione rispetto al 2017.

A dirlo è il rapporto redatto dal Centro Studi REplat relativo ai numeri del sistema MLS (Multiple Listing Service) Agent RE per l’anno 2018.

Per contrastare il trend che vede intorno al 50% il rapporto tra le compravendite tra privati versus agenzie (circa 280.000 per parte nel 2018, fonte OMI), gli agenti immobiliari devono continuamente tutelare i dati relativi al loro lavoro. Ecco perché, nel 2018, sono stati 2.447 (nel momento in cui scriviamo sono 2.780) gli agenti che hanno deciso di condividere le informazioni relative ai propri immobili e richieste di acquisto all’interno del sistema MLS connesso a REplat, numero uno per diffusione in Italia: i professionisti che utilizzano il sistema MLS rappresentano infatti il 5,95% della quota mercato sul totale delle agenzie immobiliari presenti in Italia.

«Utilizzare come standard di lavoro l’MLS significa per i professionisti del settore conquistare quote di mercato e consolidare il proprio ruolo, che ancora oggi non è prominente come dovrebbe», spiega Roberto Barbato, presidente di Frimm S.p.A., azienda proprietaria del sistema MLS Agent RE connected to REplat.

«Questo perché far parte di un sistema MLS significa proteggere le informazioni sensibili del proprio core business, gli immobili, fare banca dati e offrire ai clienti il massimo che il mercato ha da dare in termini di scelta di prodotto, consulenza, tutela, tempi di vendita e prezzi», prosegue il presidente Barbato.

Gli agenti immobiliari connessi ad Agent RE hanno concluso nel corso dell’anno 2018 ben 17.215 compravendite, di cui 10.329 sono state svolte in collaborazione con gli altri professionisti del network. Da queste collaborazioni sono state ricavate provvigioni del valore di più di 93 milioni di euro, rispetto ai 117 milioni di euro relativi alle compravendite totali.

Il valore del portafoglio di tutti gli immobili condivisi in piattaforma ha raggiunto i 4,7 miliardi di euro; mentre le case condivise all’interno dell’MLS sono state cliccate più di 8 milioni di volte da clienti e agenti immobiliari interessati.

Analizzando invece i dati delle singole città, è eccezionale la situazione di Milano. Nella metropoli lombarda le collaborazioni sono infatti cresciute del 107% rispetto lo scorso anno, complici anche gli investimenti del Gruppo Frimm mirati sulla città.

In aumento deciso anche Napoli (+83%), la cui quota di mercato sul territorio è la più alta rispetto alle altre città italiane connesse all’MLS (19%).

Al contrario, vengono registrati risultati in leggera flessione per quanto riguarda le collaborazioni di Roma (-12,88%) e Palermo (-12,10%), a cui fa seguito la frenata di Torino (-31,64%): segno che il continuo trend positivo del real estate italiano (transazioni in aumento complessivo del 2,4 % rispetto al 2014, fonte OMI) sta infondendo coraggio negli operatori del settore. Roma rimane la città con più operatori immobiliari (845) che utilizzano l’MLS, anche escludendo i dati della provincia capitolina (229).

«Recentemente uno studio ha rivelato che i clienti preferiscono un agente immobiliare di parte per vendere o acquistare casa in modo da essere tutelati al 100% – conclude il presidente Barbato – e questo è già possibile con l’MLS. L’acquirente è seguito da un solo agente immobiliare di riferimento, così come il venditore.   In MLS entrambi gli agenti immobiliari collaborano tra loro e con gli altri professionisti del network, sostenendo realmente gli interessi delle due parti e permettendo ai propri clienti di vendere e acquistare casa più velocemente e al miglior prezzo».

Clicca qui per visitare la pagina del Centro Studi REplat

I clienti vogliono agenti immobiliari “di parte”. Come trovarli? Nei sistemi MLS

Nasce una nuova esigenza all’ interno del mercato immobiliare. Chi vuole vendere o acquistare casa, infatti, desidera al proprio fianco un “consulente di parte”: un professionista che tuteli gli interessi esclusivi del compratore o del venditore e non di entrambi contemporaneamente.

A dirlo è una ricerca condotta da Sigest, importante realtà immobiliare milanese, che ha analizzato la percezione che i clienti hanno nei confronti degli agenti immobiliari.

Il campione dell’indagine, riportata anche da Il Sole 24 Ore, è costituito da 535 persone che avevano acquistato o venduto casa a Milano per un valore superiore a 300mila euro o che stavano per concludere la compravendita.

L’ 81% delle persone intervistate ha dichiarato di volersi affidare ad un’agenzia immobiliare, anche se con delle sensazioni contrastanti: il 47% si autodefinisce infatti “sostenitore” del ruolo degli operatori immobiliari, mentre il 34% si dice “titubante”.

Le perplessità sono dovute al fatto che la maggior parte degli acquirenti intervistati non considera adeguato il compenso economico chiesto dalle agenzie rispetto al servizio offerto. Inoltre, sempre la stessa parte di campione, ritiene che l’agente immobiliare non faccia del tutto gli interessi del cliente e che le operazioni non siano chiare e trasparenti.

E allora perché potenziali acquirenti o venditori decidono di rivolgersi ad un’agenzia immobiliare? Le motivazioni sono le seguenti: per evitare errori gravi o rischi (acquirenti 68%; venditori 75%), per districarsi nella burocrazia (acquirenti 65%; venditori 77%) e per risparmiare tempo (acquirenti 67%; venditori 70%).

Dalla ricerca emerge la diffidenza delle persone nei confronti delle agenzie immobiliari e la volontà di essere affiancati da una figura professionale che eroghi un servizio di qualità con una trasparenza di operazioni e costi. Infatti, otto persone intervistate su dieci (88% acquirenti; 83% venditori), dichiarano di volere un agente immobiliare che tuteli gli interessi esclusivamente di chi vuole vendere casa o di chi desidera acquistarla: un vero e proprio consulente “di parte”.

Tutto questo è già possibile con l’ MLS, che risponde perfettamente a questa nuova esigenza di mercato. Con il sistema di collaborazione Agent RE connesso a REplat, infatti, l’acquirente è seguito da un solo agente immobiliare di riferimento, così come il venditore. In MLS entrambi gli agenti immobiliari collaborano tra loro e con gli altri professionisti del network, sostenendo realmente gli interessi delle due parti e permettendo ai propri clienti di vendere e acquistare casa più velocemente e al miglior prezzo.

L’importanza dello standard operativo: videointervista al Product Manager MLS REplat

Gerardo Paterna, blogger ed esperto del mercato immobiliare italiano, ha intervistato il Product Manager di REplat Giulio Azzolini: al centro del discorso, il futuro dell’intermediazione immobiliare, con particolare attenzione all’importanza di affidarsi a player che offrano ai professionisti standard operativi all’altezza delle aspettative del mercato.

Dal blog gerardopaterna.com: “Fare rete nell’immobiliare dei servizi rimane una sfida ancora aperta. La collaborazione tra gli agenti immobiliari in un sistema organizzato presenta numeri in crescita, ma ancora contenuti rispetto alle grandi potenzialità. MLS REplat crede fortemente nella collaborazione tra gli agenti immobiliari e ne ha fatto la sua bandiera diventando l’operatore italiano di riferimento in ambito MLS. Standard di metodo, tecnologia e ricerca dell’innovazione sono i cardini che muovono MLS REplat verso il futuro dell’intermediazione. Un futuro già corteggiato da piattaforme internazionali di collaborazione off-market, dall’applicazione della blockchain per la protezione dei dati e, addirittura, per la conclusione della compravendita immobiliareRealClozerimbrex e Propy sono l’anticipazione di un domani non troppo distante. Ho fatto una chiacchierata sui temi più caldi con Giulio Azzolini, Responsabile Prodotto e Comunicazione di MLS REplat”.

Ecco i passaggi principali del’intervista, per una fruizione più funzionale della videointervista

– Al minuto 02:00 – Collaborazione: perché l’agente immobiliare
si concede poco e male?
– Al minuto 04:45 – Collaborazione: sfida etica o di metodo?
– Al minuto 06:00 – Gli agenti immobiliari non hanno uno standard operativo
– Al minuto 08:16 – MLS e immobili off-market: l’informazione professionale e la sua riservatezza
– Al minuto 12:44 – MLS REplat e il TrovAgente: la profilazione parte dall’agente immobiliare
– Al minuto 14:24 – REplat Agent: l’MLS finisce nelle tasche dell’agente immobiliare
– Al minuto 17:30 – Sei un agente immobiliare abilitato da meno di 12 mesi? REplat sostiene l’avvio della tua attività con 1 anno gratuito
– Al minuto 18:40 – Dagli USA arrivano Real Clozer, Imbrex e Propy. Protezione dei dati e applicazione della blockchain. MLS REplat che ruolo giocherà nello sviluppo e nell’innovazione?

REplat è il “caso” del Sole 24Ore: compravendite in crescita, tecnologia all’avanguardia

La più grande piattaforma MLS per professionisti immobiliari d’Italia si fa bella sulle pagine del Sole 24 Ore. In attesa infatti dell’imminente rilascio dei consueti report statistici pubblicati dal Centro Studi REplat per il mercato immobiliare (saranno disponibili online questo mercoledì 27 giugno 2018), il quotidiano economico ha rivelato oggi in anteprima e in esclusiva alcuni numeri relativi all’attività di REplat nell’anno solare 2017 e anche – grazie all’intervista rilasciata dal presidente Barbato – qualche succosa novità tecnologica.

Le due vere “bombe” sganciate riguardano in particolare il numero di compravendite andate a buon fine nel 2017 tra i quasi 4.000 agenti immobiliari aderenti alla piattaforma – cresciute clamorosamente del 18,4% in un anno – e l’ultima trovata del reparto informatico dell’azienda guidata da quasi un ventennio dal pioniere dell’immobiliare Roberto Barbato: ci riferiamo al Trova Agente, il servizio di REplat che consentirà all’utente di cercare non più l’immobile ma addirittura l’agente immobiliare più adatto alle sue esigenze.

Nell’articolo del quotidiano economico si ricorda anche di come la REplat Agent – la App ufficiale di REplat, disponibile per Android e per iPhone – sia già invece abbondantemente entrata nelle grazie degli agenti immobiliari che ogni giorno sono connessi all’MLS di proprietà del Gruppo Frimm da quando l’ha creato nel 2000. A poche settimane dalla sua pubblicazione, la App che riproduce le funzioni di REplat sul telefono degli agenti è già al record di download e di utilizzo (sono quasi 1.500 le App attive).

Per REplat insomma, e non è una novità, il futuro è già arrivato.

Leggi qui l’articolo del Sole 24Ore

Nuovo spot REplat: ecco perché scegliere “l’agente più amato dalla gente”

La più diffusa piattaforma MLS in Italia, REplat, ha pubblicato su tutti i propri canali e su quelli che fanno capo a Frimm S.p.A. – società immobiliare provider della piattaforma – il nuovo video spot REplat indirizzato alle esigenze di chi desidera vendere casa e non sa come orientarsi nel mercato dei servizi del real estate.

Lo spot punta, in modo veloce e intuitivo, a spiegare ai proprietari immobiliari che scegliere un agente abilitato REplat vuol dire affidarsi automaticamente a un network di quasi 4.000 professionisti del settore pur mantenendo un solo referente, cioè il proprio consulente immobiliare.

Questo è possibile perché ognuno degli agenti immobiliari abilitati REplat è connesso 24 ore al giorno ad un software (REplat, appunto) creato appositamente per incrociare e trovare abbinamenti tra tutti gli immobili (quasi 30.000) e i clienti (quasi 180.000) inseriti nel suo database.

Insomma: vendere casa con gli agenti immobiliari abilitati REplat fa risparmiare tempo e aumenta la possibilità di vendere al prezzo migliore il proprio immobile. Solo gli agenti immobiliari Affiliati Frimm e gli agenti che espongono il marchio REplat in vetrina sono professionisti abilitati a collaborare sulla piattaforma MLS tutelata n.1 in Italia.

Ecco REplat Agent, la app ufficiale dell’agente immobiliare connesso a REplat

È finalmente disponibile REPLAT AGENT, la app ufficiale dell’agente immobiliare connesso a REplat, il primo MLS d’Italia. L’applicazione, sviluppata per smartphone e tablet Apple e Android, permette di consultare il proprio MLS in ogni momento e di condividere coi propri clienti non soltanto gli immobili presenti in piattaforma ma anche servizi e strumenti come il Personal Site, la Personal App e il nuovo “Lascia una richiesta”.

Chi può utilizzare REplat Agent
Tutti gli Aderenti REplat in possesso di un account “Agente Immobiliare” e “Collaboratore”. Al momento del rilascio non sarà ancora abilitato l’account di tipo “Coordinatore” ma lo sarà a breve.

Dove è possibile scaricare REplat Agent?
REplat Agent si scarica dagli store ufficiali di Apple e Android, proprio come una qualsiasi app per smartphone e tablet.

Cosa fa REplat Agent?

  • La App REplat Agent mette l’MLS in tasca a ogni agente immobiliare
  • È una versione più agile e semplificata dell’MLS
  • Puoi vedere subito la performance dei tuoi immobili grazie al breakdown dei click ricevuti (web, MLS, Personal App)
  • Puoi condividere in un click:
    • I tuoi contatti e riferimenti
    • Il tuo form “Lascia una richiesta”
    • La tua Personal App
    • Il tuo Personal Site
  • Puoi effettuare un ricerca immobili in tutto l’MLS proprio come faresti nella versione completa ma qui ricerchi a “zone” (come sul sito Frimm per intenderci)
  • Puoi visualizzare tutte le info da loggato quindi quando apri una scheda immobile vedi qual è l’agenzia che ha l’incarico in modo che puoi contattarla
  • Puoi condividere nativamente gli immobili coi tuoi contatti su ogni app che hai e che te lo permette
  • Puoi consultare il tuo portafoglio immobili
  • Puoi ripetere facilmente le “Ultime ricerche effettuate” e averle subito a portata di mano
  • Puoi vedere quali immobili sono stati aggiunti nell’ultima settimana intorno alla tua agenzia
  • Puoi effettuare una ricerca di immobili “Around Me” sfruttando la localizzazione del tuo smartphone

Scarica REplat Agent per smartphone e tablet Android

Scarica REplat Agent per smartphone e tablet Apple

Scopri di più su MLS REplat e la sua offerta per agenti immobiliari

Anche nel 2016 MLS REplat è il più diffuso sistema di condivisione immobiliare in Italia

Complice l’inevitabile digitalizzazione dei servizi immobiliari, i sistemi MLS che consentono la condivisione dei portafogli immobiliari si stanno diffondendo a macchia d’olio in Italia negli ultimi anni: è proprio su questo che si fonda lo studio del noto blogger, agente immobiliare e vicepresidente dell’OID (Osservatorio Immobiliare Digitale) Gerardo Paterna “Reti e Aggregazioni Immobiliari 2016”, pubblicato in anteprima da Il Sole 24Ore e disponibile anche a questo indirizzo.

Lo studio prende in esame di anno in anno i diversi tipi di aggregazione immobiliare, dal franchising tradizionale ai più innovativi network MLS. Il più diffuso di questi ultimi è anche per il 2016 quello di agenzie connesse a MLS REplat: tra le agenzie che scelgono di lavorare su sistemi MLS in Italia infatti, 6 su 10 sono connesse a MLS REplat, il Multiple Listing Service ideato da Frimm nel 2000. Secondo i numeri presi in esame da Paterna infatti, il software arancione è risultato detenere una fetta piuttosto consistente del mercato degli aggregatori, pari al 58,27% del totale. Un dato che unito ai numeri recentemente forniti dall’azienda presieduta da Roberto Barbato (la quota mercato di MLS REplat nel 2016 ha raggiunto l’8,1% del totale delle agenzie immobiliari italiane), e alla seconda vittoria consecutiva del premio di miglior MLS ottenuta ai Real Estate Awards 2016 rafforza sul mercato e ancor più nella percezione del prodotto degli operatori immobiliari e della clientela la posizione della piattaforma MLS più diffuso in Italia.

Clicca qui per scaricare lo studio Reti e Aggregazioni Immobiliari 2016

Sei un agente immobiliare? 5 motivi per cui dovresti usare un MLS

collaborazione_immobiliare_mlsEssere un agente immobiliare è ancora un lavoro potenzialmente molto remunerativo e nonostante la crisi degli ultimi anni, il mercato si sta riprendendo in tutto il mondo.

Secondo Judy LaDeur, una delle donne più potenti del Real Estate americano, fare l’agente immobiliare può ancora portare al successo economico.

La ricetta per vincere? Lavorare tanto, curare le relazioni e soddisfare le esigenze della clientela creando una relazione di lungo periodo.

Ma come si fidelizza un cliente?  

Ecco 5 motivi per cui dovresti usare un MLS per fidelizzare il tuo cliente:

1) Più transazioni, più velocità

Grazie ai sistemi di MLS si aumenta il numero delle compravendite e di conseguenza, si ottiene più velocità nel soddisfare un cliente.

L’MLS permette di condividere richieste e immobili aumentando la possibilità di trovare la casa o il compratore perfetto per il tuo cliente.

Quindi alla fine dell’anno si avranno più transazioni e quindi più clienti soddisfatti.

2) Più contatti

Portare a termine tante transazioni in un anno significa aumentare il proprio portafoglio contatti.

Nel settore immobiliare i contatti sono la base di tutto, lo sappiamo: un cliente soddisfatto oggi, può attivare il passaparola positivo e portare il prossimo cliente domani. In questo senso l’MLS diventa un investimento per il futuro della tua agenzia immobiliare

3) Più professionalità percepita

La professione dell’agente immobiliare soffre ancora di poca fiducia da parte del mercato e spesso sono agenti stessi a dire che tra le proprie file ci sono persone “non professionali”.

Come dimostriamo di essere professionali? Come possiamo far capire che siamo agenti immobiliari di qualità, che si impegnano e che utilizzano i migliori sistemi sul mercato?

La risposta sta nell’utilizzo dell’MLS. Grazie all’MLS puoi attingere a opzioni e strumenti che consentono di influenzare positivamente una transazione, puoi studiare più facilmente i trend del mercato ed essere aggiornato.

Spesso i sistemi di MLS mettono a disposizione vere e proprie Academies grazie alle quali si migliorano le proprie competenze tecniche, strategiche e relazionali.

4) Facilita l’esclusiva

Usare un MLS permette di offrire ai propri clienti buona parte di ciò che il mercato immobiliare ha da offrire in quel determinato momento.

Il privato quindi non deve necessariamente incaricare più agenzie per coprire diverse zone di suo interesse e l’’esclusiva quindi diventa l’opzione migliore per tutti.

5) È il futuro della professione

I sistemi di MLS sono ancora lontani dall’essere perfetti e hanno numerose parti che devono essere migliorate.

Il tema della collaborazione, specialmente in Italia, sta iniziando ad affermarsi ma nella maggior parte dei paesi occidentali gli MLS sono per l’agente immobiliare come il bisturi per il chirurgo, ovvero strumenti dati per scontati.

Prima si inizia a sfruttare l’MLS, prima aumenterà la propria professionalità e le opzioni a propria disposizione per far felice il proprio cliente.

Hai voglia di capire meglio come funziona il più usato MLS in Italia? Saremmo felici di parlarne con te, senza impegno. Segui questo link e lascia i tuoi dati.

Caserta, 1° Meeting Real Estate: “L’MLS è lo strumento chiave per il nuovo mercato immobiliare 2016”

Caserta, 16 dicembre 2015: Meeting Real Estate CampaniaCome sta cambiando il mercato immobiliare italiano e quali sono gli scenari futuri per i professionisti del settore: se n’è parlato a Caserta al primo Meeting Real Estate Campania lo scorso 16 dicembre, evento promosso da Frimm, MLS REplat e Fiaip. Al centro del dibattito, le nuove regole del mercato immobiliare e i nuovi strumenti – MLS su tutti – necessari ad adeguare il lavoro degli agenti immobiliari al cambiamento. Premiate nel corso della giornata le cinque agenzie che meglio hanno saputo utilizzare MLS REplat nel corso del 2015.
Nel video che segue, il servizio di Immobilnews.it sull’evento: tra gli intervistati Giovanni Elefante, responsabile dello sviluppo di MLS REplat in Campania e Molise, Roberto Barbato, presidente di Frimm S.p.A., Stefano Paneforte, docente dell’università Tor Vergata di Roma ed esperto di organizzazione e gestione delle risorse umane, Paolo Righi, presidente nazionale di Fiaip, Mario Condò de Satriano, vicepresidente nazionale Fiaip, e Giuseppe Contestabile, presidente Fiaip Caserta.

Reti e aggregazioni immobiliari 2015: 6 agenzie su 10 scelgono MLS REplat

Reti e aggregazioni immobiliari 2015Tra le agenzie che scelgono di lavorare su sistemi MLS in Italia, 6 su 10 sono connesse a MLS REplat. È quanto emerge dall’annuale report redatto da Gerardo Paterna, noto consulente e blogger del mercato immobiliare nostrano, pubblicato pochi giorni fa e ripreso in parte anche dal quotidiano Il Sole 24 Ore. Lo studio prende in esame i numeri dei gruppi immobiliari italiani (franchising) e anche quelli delle realtà più “postmoderne” per così dire, quali appunto i sistemi Multiple Listing Service, quelli che consentono cioè alle agenzie immobiliari di collaborare grazie alla condivisione dei portafogli immobiliari.

Il primo – il più diffuso – di questi sistemi è MLS REplat, l’MLS ideato da Frimm nel 2000. Secondo i numeri presi in esame da Paterna infatti, il software arancione è risultato detenere una fetta piuttosto consistente del mercato degli aggregatori, pari al 59,28% del totale (trovate il dato a pag. 11 del report).

Un dato che unito ai numeri recentemente forniti dall’azienda presieduta da Roberto Barbato (la quota mercato di MLS REplat nel 2015 ha raggiunto il 7,2% del totale delle agenzie immobiliari italiane), e alla vittoria del premio di miglior MLS ottenuta ai Real Estate Awards 2015 rafforza sul mercato e ancor più nella percezione del prodotto degli operatori immobiliari e della clientela la posizione della piattaforma MLS più diffuso in Italia.

A questo link è possibile consultare e scaricare la versione integrale del report.

 

MLS e aggregazioni: Barbato ospite di RealtorTv, ecco il video

Roberto Barbato a RealtorTVIl presidente di Frimm Roberto Barbato è stato ospite ieri, insieme con il presidente nazionale di Fimaa Valerio Angeletti, del sesto appuntamento con Realtor Tv. Argomenti della puntata, le aggregazioni commerciali e il bisogno di rappresentanza, naturalmente osservati dal punto di vista degli agenti immobiliari.

“Nell’epoca che viviamo oggi, a ridosso di una crisi terribile per il settore che finalmente sembra alle spalle, il vero talento di un moderno consulente immobiliare – ha affermato Barbato – non sta tanto nella attitudine di svolgere la sua professione al meglio delle sue possibilità, quanto piuttosto nella capacità di adattarsi alle sfide che le moderne tecnologie gli sottopongono, di affrontare il cambiamento dunque e di essere allo stesso tempo lungimirante: in questo senso chi ha visto nei sistemi MLS il futuro della professione, come è successo a noi 15 anni fa quando importammo MLS REplat dagli Stati Uniti d’America, ha imboccato la strada giusta. Oggi, che tutti parlano di MLS, noi non vediamo nelle altre aziende dei competitor, anzi siamo felici di poter finalmente dialogare con altri che credono nel nostro stesso prodotto. Questo perché alla fine ciò che conta davvero è che si rafforzi la professione di agente immobiliare”.

Il video integrale della puntata è disponibile a questo indirizzo.

Frimm S.p.A. approva il bilancio dell’esercizio 2014

Roberto Barbato - FrimmNominati inoltre i nuovi membri del Consiglio d’amministrazionedella società presieduta da Roberto Barbato, leader in Italia nel mercato delle piattaforme MLS

L’assemblea dei soci di Frimm S.p.A., riunitasi a Roma in data 25 giugno 2015, ha esaminato e approvato all’unanimità il bilancio al 31 dicembre 2014. L’azienda che gestisce il network immobiliare di Frimm S.p.A., nata nel 2000 e che ha introdotto in Italia il sistema Multiple Listing Service (MLS) per la collaborazione online nella compravendita tra agenti immobiliari, ha inoltre scelto i nuovi membri del CdA, con l’obiettivo di migliorare i processi produttivi legati al potenziamento e allo sviluppo su tutto il territorio italiano del proprio network.

Lo compongono Roberto Barbato (nella foto a sinistra), in qualità di presidente della S.p.A., Vincenzo Vivo in qualità di vicepresidente, e Giuseppe Manzo in qualità di amministratore delegato. Cinque invece i consiglieri del direttivo: Giuseppe Giamundo (confermato), Giovanni Elefante (confermato), Paolo Ulpiani (nuovo), Giulio Azzolini (nuovo), Flavio Monti (nuovo).

“In questo specifico momento storico la professione di agente immobiliare professionista è assimilabile in tutto e per tutto a quella di consulente”, spiega Roberto Barbato, presidente di Frimm S.p.A. “E il consulente immobiliare differisce dal vecchio modo di fare mediazione principalmente per l’approccio al cliente e per gli strumenti che utilizza: in questo senso, questa è l’epoca della condivisione, l’epoca dei sistemi MLS, che Frimm ha portato in Italia quindici anni fa, con coraggio e lungimiranza. Oggi il nuovo direttivo, composto da esperti conoscitori del mercato immobiliare, è già al lavoro per creare valore intorno all’MLS, e per far crescere ancora l’azienda per portarla a quotarsi in borsa”.

Scarica qui il comunicato in formato pdf

MLS REplat in crescita: +2,4% nei primi cinque mesi del 2015

MLS REplatCresce dal 2,3% di fine 2014 al 4,7% odierno l’indice di penetrazione delle agenzie immobiliari connesse al sistema di collaborazione. Il valore determina la percentuale di agenzie in Italia che utilizza il software creato da Frimm nel 2000 che consente di condividere i portafogli immobiliari. Sono 1.200 le agenzie immobiliari connesse: Palermo la prima città con il 31%, seguita da Roma con il 17%, quindi Verona (16%), Salerno (15%) e Napoli (11%).

Le agenzie immobiliari italiane collaborano nella compravendita. Il 4,7% degli uffici utilizza MLS REplat: stiamo parlando di 1.200 attività sul totale nazionale di 25.337 (Fonte: Centro Studi Frimm, database MLS REplat, analisi sulle aree Master regionali, Infoimprese, Virgilio Casa, Pagine Gialle) che ogni giorno condividono i propri portafogli immobiliari. I dati, diffusi oggi dal Centro Studi Frimm, l’ufficio statistico della società titolare del primo sistema MLS italiano per diffusione (con oltre 3.000 operatori coinvolti quotidianamente), sono importanti se considerati in assoluto ma anche rapportandoli al 2014; al termine dello scorso anno infatti, l’indice di penetrazione nazionale (la percentuale di agenzie aderenti a MLS REplat in rapporto al totale di agenzie presenti nella stessa area) delle agenzie connesse era del 2,3%: l’incremento è dunque del +2,4%, un risultato ottenuto in appena cinque mesi.

Per il presidente di Frimm Roberto Barbato, il 4,7% rappresenta solo il giro di boa: “Quindici anni fa abbiamo portato l’MLS in Italia – afferma – e oggi il mercato ci dà ragione. L’obiettivo dichiarato è di portare l’indice di penetrazione nazionale al 10%: quel risultato darà all’azienda e allo strumento una stabilità tale da diventare uno standard di lavoro per l’agente immobiliare e darà alla categoria il rispetto che merita, a livello giuridico ma anche relativamente alla percezione del cliente finale. Se il 10% delle agenzie lavorasse con MLS REplat poi, anche acquirenti e proprietari sarebbero tutelati come mai prima d’ora: questo perché REplat permette di ottenere mandati in esclusiva con maggiore facilità garantendo fluidità di compravendita”.

Passando al dettaglio le città con l’incidenza maggiore di agenzie connesse a MLS REplat, troviamo in testa Palermo, che con un vero e proprio exploit nel I quadrimestre 2015 fa segnare un indice del 31%: quasi un terzo del mercato immobiliare palermitano è mosso da agenzie che lavorano quotidianamente sul primo MLS italiano. Si assesta al 17% l’indice della seconda città italiana, Roma: un dato molto rilevante a causa del numero complessivo di agenzie immobiliari, che nella capitale sono quasi 1.500. Verona, al terzo posto con un indice al 16%, è la sorpresa: il lavoro di sviluppo sull’area veneta è cominciato da zero all’inizio del 2015. Quarto e quinto posto per due realtà storiche di MLS REplat, Salerno (15%) e Napoli (11%).

“MLS REplat mette a disposizione degli agenti connessi innanzitutto gli strumenti inclusi all’interno del software – prosegue il presidente Barbato – che oltre al database di 22mila immobili e al matching automatico tra domanda e offerta attivo 24 ore al giorno offre anche il gestionale sincronizzato con i principali portali di annunci, un settore intero dedicato alle nuove costruzioni e al trading, la app personalizzata per ogni agenzia e poi una serie di partnership con aziende di primo livello come Auxilia Finance, che fa per noi la prequalifica del cliente. Senza dimenticare consulenza e formazione costanti e gratuite. Quanto ai vantaggi del consumatore, chi si affida a un’agenzia connessa a MLS REplat beneficia della professionalità del suo consulente immobiliare, che è unico e che in più ha la forza di 3000 colleghi”.

Scarica qui il comunicato in formato pdf

Il 2015 sarà l’anno della ripresa. Il 2015 sarà l’anno dell’MLS

Roberto BarbatoCari colleghi,

mi accingo a scrivere queste righe con due obiettivi ben precisi scolpiti nella mente. Il primo è quello di farvi i miei più sentiti auguri di Buone Feste: vi auguro di trascorrere uno straordinario Natale coi vostri cari e di dare il via all’Anno Nuovo col piede giusto e tanta voglia di collaborare per accrescere i fatturati delle vostre agenzie immobiliari.

Il secondo obiettivo è quello di ricordare a tutti noi – sì, me compreso – le poche e semplici regole per rendere il 2015 un anno di gran lunga migliore e più proficuo del precedente.

Eccole:

  1. Utilizziamo lo storno il meno possibile.
  2. L’agente immobiliare è il nostro primo e miglior alleato per vincere sui mercati odierni! Conoscere i colleghi e gestirli al meglio creerà un circolo virtuoso di collaborazioni.
  3. Condividiamo. Senza se e senza ma. Più ampio il portafoglio condiviso, più incroci tra immobili e richieste ci saranno.
  4. Gli agenti immobiliari fanno forti gli agenti immobiliari. Facciamo fronte comune e creiamo una categoria forte e rispettata. In questo processo ci aiuterà anche l’MLS.

Mi scuso se approfitto anche degli auguri di Natale per rinforzare i punti per avere successo nel nostro mercato ma è forte il peso della fiducia che mi riconoscete aderendo al network della collaborazione via MLS. Il vostro successo diventa il nostro successo.

Con stima,

Roberto Barbato

Frimm e MLS REplat portano le Personal App su Google Play Store

Personal App Frimm su Play StoreIl Natale è arrivato con una settimana di anticipo per gli Aderenti al network Frimm e al sistema di collaborazione immobiliare MLS REplat. Da oggi infatti le Personal App di ogni singola agenzia immobiliare connessa alle suddette reti è disponibile anche sul Play Store di Google. Un’iniziativa inedita per il settore immobiliare italiano che rende più semplice il processo di installazione delle App personalizzate di ogni singola agenzia per tutti gli utenti Android.

personal app mls play store frimm

Per gli Aderenti non cambierà nulla: il link alla loro App rimane invariato. Si noterà che ora porta alle opzioni “Scarica da Play Store” (per gli utenti Android) e “vai alla WebApp” (per gli utenti iOS e Windows Phone). In questo modo i clienti sono indirizzati sempre nella maniera corretta e una volta installata la App la avranno sempre nel loro telefono.

L’idea è quella di semplificare le strategie di marketing che le agenzie immobiliari del Multiple Listing Service mettono in atto per portare gli utenti sulla loro App mobile sempre connessa al database di immobili di MLS REplat. Dal momento che la gran parte degli utenti si affida ad Android, l’azienda ha preferito dare la precedenza al Play Store ma l’arrivo sull’App Store di Apple è previsto per il prossimo anno.

Per informazioni: info@frimm.com

Clicca qui per scarica l’App istituzionale di Frimm per Android

Clicca qui per scarica l’App istituzionale di MLS REplat per Android