MLS e aggregazioni: Barbato ospite di RealtorTv, ecco il video

Roberto Barbato a RealtorTVIl presidente di Frimm Roberto Barbato è stato ospite ieri, insieme con il presidente nazionale di Fimaa Valerio Angeletti, del sesto appuntamento con Realtor Tv. Argomenti della puntata, le aggregazioni commerciali e il bisogno di rappresentanza, naturalmente osservati dal punto di vista degli agenti immobiliari.

“Nell’epoca che viviamo oggi, a ridosso di una crisi terribile per il settore che finalmente sembra alle spalle, il vero talento di un moderno consulente immobiliare – ha affermato Barbato – non sta tanto nella attitudine di svolgere la sua professione al meglio delle sue possibilità, quanto piuttosto nella capacità di adattarsi alle sfide che le moderne tecnologie gli sottopongono, di affrontare il cambiamento dunque e di essere allo stesso tempo lungimirante: in questo senso chi ha visto nei sistemi MLS il futuro della professione, come è successo a noi 15 anni fa quando importammo MLS REplat dagli Stati Uniti d’America, ha imboccato la strada giusta. Oggi, che tutti parlano di MLS, noi non vediamo nelle altre aziende dei competitor, anzi siamo felici di poter finalmente dialogare con altri che credono nel nostro stesso prodotto. Questo perché alla fine ciò che conta davvero è che si rafforzi la professione di agente immobiliare”.

Il video integrale della puntata è disponibile a questo indirizzo.

Frimm S.p.A. approva il bilancio dell’esercizio 2014

Roberto Barbato - FrimmNominati inoltre i nuovi membri del Consiglio d’amministrazionedella società presieduta da Roberto Barbato, leader in Italia nel mercato delle piattaforme MLS

L’assemblea dei soci di Frimm S.p.A., riunitasi a Roma in data 25 giugno 2015, ha esaminato e approvato all’unanimità il bilancio al 31 dicembre 2014. L’azienda che gestisce il network immobiliare di Frimm S.p.A., nata nel 2000 e che ha introdotto in Italia il sistema Multiple Listing Service (MLS) per la collaborazione online nella compravendita tra agenti immobiliari, ha inoltre scelto i nuovi membri del CdA, con l’obiettivo di migliorare i processi produttivi legati al potenziamento e allo sviluppo su tutto il territorio italiano del proprio network.

Lo compongono Roberto Barbato (nella foto a sinistra), in qualità di presidente della S.p.A., Vincenzo Vivo in qualità di vicepresidente, e Giuseppe Manzo in qualità di amministratore delegato. Cinque invece i consiglieri del direttivo: Giuseppe Giamundo (confermato), Giovanni Elefante (confermato), Paolo Ulpiani (nuovo), Giulio Azzolini (nuovo), Flavio Monti (nuovo).

“In questo specifico momento storico la professione di agente immobiliare professionista è assimilabile in tutto e per tutto a quella di consulente”, spiega Roberto Barbato, presidente di Frimm S.p.A. “E il consulente immobiliare differisce dal vecchio modo di fare mediazione principalmente per l’approccio al cliente e per gli strumenti che utilizza: in questo senso, questa è l’epoca della condivisione, l’epoca dei sistemi MLS, che Frimm ha portato in Italia quindici anni fa, con coraggio e lungimiranza. Oggi il nuovo direttivo, composto da esperti conoscitori del mercato immobiliare, è già al lavoro per creare valore intorno all’MLS, e per far crescere ancora l’azienda per portarla a quotarsi in borsa”.

Scarica qui il comunicato in formato pdf

MLS REplat in crescita: +2,4% nei primi cinque mesi del 2015

MLS REplatCresce dal 2,3% di fine 2014 al 4,7% odierno l’indice di penetrazione delle agenzie immobiliari connesse al sistema di collaborazione. Il valore determina la percentuale di agenzie in Italia che utilizza il software creato da Frimm nel 2000 che consente di condividere i portafogli immobiliari. Sono 1.200 le agenzie immobiliari connesse: Palermo la prima città con il 31%, seguita da Roma con il 17%, quindi Verona (16%), Salerno (15%) e Napoli (11%).

Le agenzie immobiliari italiane collaborano nella compravendita. Il 4,7% degli uffici utilizza MLS REplat: stiamo parlando di 1.200 attività sul totale nazionale di 25.337 (Fonte: Centro Studi Frimm, database MLS REplat, analisi sulle aree Master regionali, Infoimprese, Virgilio Casa, Pagine Gialle) che ogni giorno condividono i propri portafogli immobiliari. I dati, diffusi oggi dal Centro Studi Frimm, l’ufficio statistico della società titolare del primo sistema MLS italiano per diffusione (con oltre 3.000 operatori coinvolti quotidianamente), sono importanti se considerati in assoluto ma anche rapportandoli al 2014; al termine dello scorso anno infatti, l’indice di penetrazione nazionale (la percentuale di agenzie aderenti a MLS REplat in rapporto al totale di agenzie presenti nella stessa area) delle agenzie connesse era del 2,3%: l’incremento è dunque del +2,4%, un risultato ottenuto in appena cinque mesi.

Per il presidente di Frimm Roberto Barbato, il 4,7% rappresenta solo il giro di boa: “Quindici anni fa abbiamo portato l’MLS in Italia – afferma – e oggi il mercato ci dà ragione. L’obiettivo dichiarato è di portare l’indice di penetrazione nazionale al 10%: quel risultato darà all’azienda e allo strumento una stabilità tale da diventare uno standard di lavoro per l’agente immobiliare e darà alla categoria il rispetto che merita, a livello giuridico ma anche relativamente alla percezione del cliente finale. Se il 10% delle agenzie lavorasse con MLS REplat poi, anche acquirenti e proprietari sarebbero tutelati come mai prima d’ora: questo perché REplat permette di ottenere mandati in esclusiva con maggiore facilità garantendo fluidità di compravendita”.

Passando al dettaglio le città con l’incidenza maggiore di agenzie connesse a MLS REplat, troviamo in testa Palermo, che con un vero e proprio exploit nel I quadrimestre 2015 fa segnare un indice del 31%: quasi un terzo del mercato immobiliare palermitano è mosso da agenzie che lavorano quotidianamente sul primo MLS italiano. Si assesta al 17% l’indice della seconda città italiana, Roma: un dato molto rilevante a causa del numero complessivo di agenzie immobiliari, che nella capitale sono quasi 1.500. Verona, al terzo posto con un indice al 16%, è la sorpresa: il lavoro di sviluppo sull’area veneta è cominciato da zero all’inizio del 2015. Quarto e quinto posto per due realtà storiche di MLS REplat, Salerno (15%) e Napoli (11%).

“MLS REplat mette a disposizione degli agenti connessi innanzitutto gli strumenti inclusi all’interno del software – prosegue il presidente Barbato – che oltre al database di 22mila immobili e al matching automatico tra domanda e offerta attivo 24 ore al giorno offre anche il gestionale sincronizzato con i principali portali di annunci, un settore intero dedicato alle nuove costruzioni e al trading, la app personalizzata per ogni agenzia e poi una serie di partnership con aziende di primo livello come Auxilia Finance, che fa per noi la prequalifica del cliente. Senza dimenticare consulenza e formazione costanti e gratuite. Quanto ai vantaggi del consumatore, chi si affida a un’agenzia connessa a MLS REplat beneficia della professionalità del suo consulente immobiliare, che è unico e che in più ha la forza di 3000 colleghi”.

Scarica qui il comunicato in formato pdf

Il 2015 sarà l’anno della ripresa. Il 2015 sarà l’anno dell’MLS

Roberto BarbatoCari colleghi,

mi accingo a scrivere queste righe con due obiettivi ben precisi scolpiti nella mente. Il primo è quello di farvi i miei più sentiti auguri di Buone Feste: vi auguro di trascorrere uno straordinario Natale coi vostri cari e di dare il via all’Anno Nuovo col piede giusto e tanta voglia di collaborare per accrescere i fatturati delle vostre agenzie immobiliari.

Il secondo obiettivo è quello di ricordare a tutti noi – sì, me compreso – le poche e semplici regole per rendere il 2015 un anno di gran lunga migliore e più proficuo del precedente.

Eccole:

  1. Utilizziamo lo storno il meno possibile.
  2. L’agente immobiliare è il nostro primo e miglior alleato per vincere sui mercati odierni! Conoscere i colleghi e gestirli al meglio creerà un circolo virtuoso di collaborazioni.
  3. Condividiamo. Senza se e senza ma. Più ampio il portafoglio condiviso, più incroci tra immobili e richieste ci saranno.
  4. Gli agenti immobiliari fanno forti gli agenti immobiliari. Facciamo fronte comune e creiamo una categoria forte e rispettata. In questo processo ci aiuterà anche l’MLS.

Mi scuso se approfitto anche degli auguri di Natale per rinforzare i punti per avere successo nel nostro mercato ma è forte il peso della fiducia che mi riconoscete aderendo al network della collaborazione via MLS. Il vostro successo diventa il nostro successo.

Con stima,

Roberto Barbato

Frimm e MLS REplat portano le Personal App su Google Play Store

Personal App Frimm su Play StoreIl Natale è arrivato con una settimana di anticipo per gli Aderenti al network Frimm e al sistema di collaborazione immobiliare MLS REplat. Da oggi infatti le Personal App di ogni singola agenzia immobiliare connessa alle suddette reti è disponibile anche sul Play Store di Google. Un’iniziativa inedita per il settore immobiliare italiano che rende più semplice il processo di installazione delle App personalizzate di ogni singola agenzia per tutti gli utenti Android.

personal app mls play store frimm

Per gli Aderenti non cambierà nulla: il link alla loro App rimane invariato. Si noterà che ora porta alle opzioni “Scarica da Play Store” (per gli utenti Android) e “vai alla WebApp” (per gli utenti iOS e Windows Phone). In questo modo i clienti sono indirizzati sempre nella maniera corretta e una volta installata la App la avranno sempre nel loro telefono.

L’idea è quella di semplificare le strategie di marketing che le agenzie immobiliari del Multiple Listing Service mettono in atto per portare gli utenti sulla loro App mobile sempre connessa al database di immobili di MLS REplat. Dal momento che la gran parte degli utenti si affida ad Android, l’azienda ha preferito dare la precedenza al Play Store ma l’arrivo sull’App Store di Apple è previsto per il prossimo anno.

Per informazioni: info@frimm.com

Clicca qui per scarica l’App istituzionale di Frimm per Android

Clicca qui per scarica l’App istituzionale di MLS REplat per Android

Il segreto per incrementare il fatturato? La collaborazione tramite MLS

Roberto BarbatoQuesta mattina, dopo aver ascoltato un’interessante conversazione tra due colleghi agenti immobiliari, ho sentito il bisogno di buttare giù due righe per condividere alcuni pensieri e informazioni con gli Aderenti a MLS REplat e col mercato. Tra l’altro colgo volentieri l’occasione per augurare a tutti un ottimo rientro dalle meritate ferie e una spettacolare ultima parte di 2014.

Dunque, stamattina riflettevo sul fatto che la percezione che il pubblico ha del mercato immobiliare italiano in questo momento è in qualche modo distante da quella che è in realtà. In particolare ritengo che l’impressione che i clienti hanno del nostro comparto sia più negativa della situazione reale. E lo dico con cognizione di causa, nonostante gli strascichi della crisi siano ancora lontani dall’essere esauriti: secondo l’Agenzia delle Entrate, ad esempio, i dati del primo trimestre 2014 sull’andamento complessivo del mercato immobiliare hanno finalmente registrato un segno positivo, crescendo dell’1,6% rispetto al primo trimestre dell’anno precedente. E il settore residenziale ha segnato addirittura un +4,1% sulle vendite e una diminuzione dei prezzi.

Ma non finisce qui. Le agenzie che utilizzano l’MLS hanno fatturato bene anche nel mese di agosto! Una notizia che davvero mi ha fatto felice e che rappresenta una bella eccezione nel panorama italiano. Lo dico sempre e non mi stanco di ribadirlo: il segreto per incrementare il fatturato è la collaborazione tramite Multiple Listing Service, tutelata e senza sorprese.

A questo proposito mi fa piacere sottolineare l’importanza della gestione dei rapporti con i colleghi, vera e propria base per una proficua attività collaborativa: l’agente immobiliare è il nostro primo e miglior cliente! Solo con i colleghi potremo fare business in maniera proficua e continuativa nel corso dello stesso anno o addirittura della stesso mese. Se gestiamo bene le relazioni con i colleghi – e vedo tantissimi operatori che si stanno muovendo in questo senso quando mi ritrovo a eventi di settore e corsi di formazione – avremo un flusso di clienti e di immobili costante e di livello.

Certo, la cultura della collaborazione via MLS ha ancora dei fondamentali passi da compiere per essere completa. Uno di essi è certamente l’eliminazione della richiesta di storno: oggi chi non lo chiede, fattura di più. Non potrei dirlo in maniera più semplice di questa. Senza storno gli altri colleghi sono più invogliati a collaborare con noi e questo ci consentirà di ampliare il nostro giro di affari.

Basta negatività, quindi. Abbiamo gli strumenti e la forza per riprendere a fatturare come si deve. Insieme possiamo raggiungere risultati eccezionali!

Buon lavoro e buona ripresa.

Roberto Barbato

PS: un buon modo per conoscere colleghi e tenersi in contatto con loro è il nostro gruppo #MaiLavorareSoli su Facebook.

MLS REplat protagonista all’EIRE di Milano

MLS REplat - EIRE Milano 2014Si è tenuto questa mattina all’EIRE di Milano il workshop organizzato da FIMAA Milano, Monza e Brianza in collaborazione con MLS REplat e intitolatoMLS come acceleratore del mercato immobiliare: le nuove frontiere della collaborazione tra professionisti“. Relatore dell’evento, oltre a Roberto Bartolotta, membro di giunta FIMAA MiMB e coordinatore rilevazione prezzi immobili della Provincia di Milano, anche Luigi Sciascia, Area Manager per lo sviluppo di MLS REplat in Lombardia ed esperto di piattaforme di collaborazione immobiliare.

Sciascia (nella foto qui accanto) ha utilizzato il tempo a disposizione per far luce sullo stato attuale del Multiple Listing Service in Italia, per illustrarne i benefici per gli agenti immobiliari e per i loro clienti.

MLS REplat, la piattaforma Multiple Listing Service creata da Frimm che fa collaborare ogni giorno migliaia di operatori del settore immobiliare – ha detto Sciascia a margine dell’evento – ha raggiunto grazie alla presenza a questa decima edizione dell’EIRE lo status di attore principale del mercato italiano anche presso il grande pubblico. Un’attestato di fiducia che anche FIMAA Milano, Monza e Brianza che ringraziamo per l’invito, ha voluto dare al sistema di collaborazione tra agenti immobiliari”.

Agenzie in difficoltà: chi si salva lo fa con MLS e cooperative

Mercato immobiliare: gli agenti passano al MLSSolo chi cambia supera la crisi. Analizzando i numeri relativi alle stime di Fiaip (la federazione italiana agenti immobiliari professionali) sulle chiusure delle agenzie immobiliari nel corso dello scorso anno e mettendo questi numeri a raffronto con le nuove sottoscrizioni effettuate da MLS REplat (il software di Frimm che consente la compravendita in collaborazione tra agenti immobiliari legati a qualsiasi network) emerge una verità incontrovertibile: la crisi economica ha portato oltre duemila agenzie alla chiusura solo nel 2013. Ma c’è un rovescio della medaglia, perché i numeri (circa il 3% delle agenzie chiuse) dicono anche che una piccola parte dei professionisti che non ha potuto evitare il fallimento ha trovato la forza di rinascere grazie alle nuove tecnologie, come l’MLS, o in altri casi associandosi ad altri colleghi agenti in consorzi o cooperative utili soprattutto all’abbattimento delle spese.
È proprio attraverso questa fisiologica riorganizzazione del mercato che trovano spiegazione i circa 70 nuovi contratti sottoscritti con il già citato MLS REplat, strumento trasversale che consente agli agenti di mantenere la ragione sociale, nei primi quattro mesi di questo 2014 in corso.
Una vera e propria “selezione naturale” degli operatori che con coraggio e lungimiranza puntano ad anticipare l’immediato futuro della professione di broker immobiliare scommettendo oggi sul Multiple Listing Service e sulla condivisione dei portafogli immobiliari con i colleghi agenti.
Da un’intervista del Sole 24 Ore a uno dei fondatori del portale Idealista, lo spagnolo Fernando Encinar, arriva l’ulteriore conferma: «Rispetto agli ultimi vent’anni, il modo di vendere e affittare è cambiato radicalmente negli ultimi due anni. In Italia il calo dei prezzi e l’assestamento del mercato sono stati più lenti che in altri Paesi, ma un cambiamento della professione ora è davvero urgente perché il mercato si riprenda. Per gli agenti immobiliari si tratta di un momento storico. In Spagna dal 2008 a oggi circa il 50-60% delle agenzie ha chiuso e sono sopravvissute solo le attività più tecnologiche».

MLS REplat, per fatturare un mercato in crisi
Insomma, il mercato attuale è davvero altra cosa rispetto al passato. Ci sono nuove regole e nuovi attori, e dunque è necessario che gli agenti immobiliari decidano di avvicinarsi a strumenti nuovi per continuare a fatturare. Strumenti che rendano l’agenzia immobiliare competitiva e affidabile, moderna e preparata a ogni tipo di richiesta. Strumenti come MLS REplat, il sistema che ho importato in Italia dagli Stati Uniti e che oggi rappresenta il paradigma del nuovo modo di essere broker immobiliare. Perché per governare il nuovo mercato ci vuole una nuova mentalità, e MLS REplat è la novità.

Roberto Barbato
Presidente Frimm

Più valore agli immobili MLS REplat: ecco il Controllo Qualità MLS

QCMLS REplat, la piattaforma online creata da Frimm che fa collaborare ogni giorno migliaia di agenti immobiliari, lancia oggi un nuovo servizio di tutela per gli agenti e per il cliente finale: il “Controllo Qualità MLS”.

Grazie all’impegno e al contributo del settore informatico, dell’ufficio comunicazione e marketing della Holding presieduta da Roberto Barbato e alla preziosa consulenza dell’Area Manager del Lazio Flavio Monti, MLS REplat lancia ufficialmente oggi controllo Qualità MLS, un sistema di checking in tempo reale della bontà di tutte le schede immobile inserite all’interno della piattaforma MLS REplat, secondo gli standard della collaborazione. Il servizio farà capo all’ufficio già deputato dall’azienda a far da garante sulle compravendite in condivisione tra agenti legati al network: RE Assistance.

LA PROCEDURA DI CONTROLLO
Quando un immobile riceve il bollino Controllo Qualità MLS? Quando su quell’immobile è stato verificato che il proprietario ha dato in esclusiva all’agenzia l’incarico di vendita e RE Assistance ha verificato il corretto inserimento di ulteriore documentazione e di almeno 5 foto.

I VANTAGGI PER GLI AGENTI IMMOBILIARI
L’operatore che ottiene il bollino per un immobile ha l’incarico in esclusiva per quell’immobile: è questo il modo migliore per distinguersi e per vedere valorizzato il suo lavoro di professionista della mediazione. Inoltre, i colleghi della piattaforma sanno che quell’immobile ha delle caratteristiche specifiche ed è stato controllato dai responsabili di RE Assistance.

I VANTAGGI PER I CLIENTI
Il vantaggio per l’acquirente finale è avere come referente l’agente immobiliare scelto dal venditore come unico responsabile di quella transazione. Il proprietario di casa guadagna inoltre visibilità rispetto agli altri immobili inseriti all’interno della piattaforma. Il bollino garantisce infatti una esposizione privilegiata nei risultati di ricerca: le schede Qualità MLS vengono visualizzate in cima alla pagina e le foto sono più grandi.

Tutti gli aderenti al Network Frimm e MLS REplat troveranno i dettagli del Controllo Qualità MLS all’interno della sezione REA nella propria area riservata.

Arriva la Personal App: un’applicazione per smartphone per ogni agenzia aderente all’MLS

personal_app_frimm_news_mypageFine 2013: Frimm presenta la propria App ufficiale, web application per essere sempre connessi ai servizi del brand blu e di MLS REplat, la piattaforma online di condivisione immobiliare che connette ogni giorno oltre 1.200 agenzie in Italia.

Inizio 2014: la stessa azienda rilascia una app per ogni singola agenzia connessa al proprio network. Si tratta della Personal App, un’applicazione personalizzata con il logo e i contatti di ogni Aderente all’MLS.

Dal 17 gennaio ogni agenzia può quindi far installare ai propri clienti la sua App ufficiale: ogni ricerca immobile (vendita e affitto), ogni ricerca di valutazione, ogni “lascia una richiesta” compilato avranno, nella provincia in cui è presente l’agenzia (al di fuori apparirà anche l’agenzia più vicina all’utente), come riferimento esclusivamente i contatti dell’agenzia proprietaria della Personal App, tutti ovviamente interattivi per collegare il cliente ai servizi della agenzia stessa.

COME SI INSTALLA LA PERSONAL APP?
Installare la Personal App sul proprio smartphone è semplicissimo. Basta conoscere l’id REplat dell’agenzia di riferimento e andare su un link come questo: http://m.frimm.com/id_agenzia/ (dove al posto di “id agenzia” va inserito il numero di id che corrisponde all’agenzia di riferimento).

Fatto questo, gli utenti iPhone e Windows Phone selezioneranno rispettivamente la voce “Aggiungi a Home” e “Aggiungi a schermata Start”, mentre gli utenti Android dovranno collegarsi al sito dal browser Chrome (ultimissima versione; per quelle più vecchie occorre salvare il sito tra i preferiti e poi aggiungerlo alla home) e selezionare la voce “Aggiungi a Home”.

COME SI AGGIORNANO LE INFORMAZIONI DELL’AGENZIA SULLA PERSONAL APP?
Per aggiornare i contatti dell’agenzia sulla Personal App basterà visitare la sezione MODIFICA DATI AGENZIA del menù dell’area riservata di Frimm o MLS REplat. Per aggiornare il logo dell’agenzia si dovrà fare riferimento alla sezione MODIFICA PERSONAL SITE dell’area riservata. La Personal App prenderà in automatico le informazioni da queste sezioni.

COSA POSSONO FARE GLI UTENTI CON LA PERSONAL APP?
• ricercare in tempo reale immobili in vendita e in affitto “around me” (grazie al sistema GPS del proprio dispositivo)
• ottenere valutazioni in tempo reale di immobili in vendita “around me”
• effettuare ricerche avanzate
• visualizzare i risultati delle ricerche su mappe iOS, Google e Windows Phone
• visualizzare le nuove costruzioni inserite in tempo reale
• lasciare una richiesta all’agenzia sia per cercare casa sia per vendere la propria

Per ulteriori informazioni: tel. 06.97279346 | email: supporto@frimm.com e supporto@replat.com

Provvigioni aumentate sugli immobili della Holding

Mercato immobiliareSugli immobili in locazione e quelli interessati da Affitto con Riscatto

Sugli immobili in locazione l’azienda offre alle agenzie del pacchetto Brand (già Professional) il 20% del canone annuo e alle agenzie del pacchetto MLS (già Advanced) il 10%.
Sugli immobili che si avvalgono invece dell’opzione d’acquisto “Affitto con Riscatto” l’azienda offre alle agenzie del pacchetto Brand (già Professional) il 30% del canone annuo, mentre alle agenzie del pacchetto MLS (già Advanced) il 15%. Questo è l’unico storno che verrà dato anche se, in un secondo momento, l’acquirente deciderà di esercitare l’opzione di acquisto.

“Operatori immobiliari, siamo al punto di svolta”: questa mattina a Palazzo Cusani a Milano è cominciata una nuova epoca per il mercato del mattone, quella della ripresa grazie alla collaborazione.

Da Carlo Giordano (CEO di Immobiliare.it) a Roberto Barbato (presidente Frimm Holding), i principali protagonisti del mercato, ospiti del convegno “Agenzie Immobiliari³. Rilanciare il mercato con la collaborazione” sono concordi: l’immobiliare italiano si salva collaborando.

Ospiti del convegno organizzato dall’Area Lombardia di Frimm Holding con il supporto di Rizzetti Immobiliare (agenzia bergamasca perfettamente inserita nella logica del MLS di Frimm, REplat) anche Angela Giannicola, amministratore di Nexus Family Financial Services, Mauro Danielli, vicepresidente Fimaa Milano, Monza e Brianza, Marco Favero, business development senior account di ING Direct, e Mirko Frigerio, esperto formatore MLS.

“Siamo a un punto di svolta assoluto per la professione”: è con questa dichiarazione di Carlo Giordano, CEO di Immobiliare.it, che si è concluso questa mattina a Milano l’atteso convegno “Agenzie Immobiliari³. Rilanciare il mercato con la collaborazione”, che ha visto ben 170 operatori del mattone affollare una delle prestigiose sale del seicentesco Palazzo Cusani, sede milanese della Nato. Proprio un commilitone del capitano Giuseppe La Rosa, il soldato in missione Nato in Afghanistan ucciso sabato nell’attento di Farah, ha aperto il convegno, chiedendo ai presenti di osservare un minuto di silenzio.

Dopodiché sono seguite tre ore di intenso dibattito, in cui il filo rosso è sempre stato la parola “cambiamento”: della professione di agente immobiliare certo, ma anche e soprattutto di tutto il comparto. Un concetto molto caro al presidente Roberto Barbato, numero uno di Frimm Holding che da 13 anni sostiene – anche con MLS REplat, la piattaforma per condivisione immobili creata proprio dalla sua azienda – la compravendita in collaborazione. “È il momento del salto di qualità per gli agenti immobiliari. Dobbiamo diventare – ha affermato proprio Barbato nel suo intervento – una vera e propria categoria professionale e affrontare il nostro mestiere con piglio nuovo e moderno. Non possiamo più permetterci di lavorare ‘a zone’. Il concetto di ‘agente di quartiere’ è ormai superato. Continuare a operare senza delle strategie definite e soprattutto senza considerare i nostri colleghi come i nostri migliori clienti sarebbe ormai anacronistico. È solo insieme che potremo rilanciare il mercato”.

Opinione condivisa dai colleghi relatori: il cliente, si è detto, va studiato e interpretato come se fosse parte di una scienza, parte della ‘scienza’ della vendita in collaborazione. Una verità applicabile ai vari settore rappresentati oggi sul banco dei relatori. “Inserire correttamente un annuncio, approfondire al meglio la conoscenza del prodotto per darne corretta comunicazione è fondamentale anche per Immobiliare.it, che è per costituzione anch’esso un intermediatore della compravendita immobiliare”, dice Carlo Giordano, che afferma anche: “Utilizzare internet, che oggi è il media più utilizzato tra le ore 9 e le 18 tutti i giorni, sul proprio laptop è oggi, per assurdo, una pratica già superata. Quale che sia il prodotto da presentare al cliente oggi va già concepito per smartphone o per tablet. YouTube è il secondo motore di ricerca dopo Google, ciò significa che il supporto video al prodotto – qualsiasi prodotto – è essenziale. Chi non lo capisce parte inevitabilmente con un gap da colmare”.

“Stupire anticipando le esigenze del cliente è la chiave della vendita”, suggerisce invece Mirko Frigerio, operatore e formatore MLS REplat. “E il modo migliore per essere al passo col cliente è aumentare le proprie possibilità di soddisfare le sue esigenze. Questo si può fare solo collaborando con altri agenti immobiliari. Dunque comunichiamo tra di noi, smettiamo di pensare che siamo più carismatici o più capaci degli altri. Del resto, con lo stesso cliente posso chiudere forse 2 affari nella mia vita professionale; mentre con un collega il numero è virtualmente infinito”.

Tutti sostengono insomma “la collaborazione”, che se per Frimm vuol dire MLS REplat, per Nexus (partner creditizio di Frimm) e per il suo amministratore Angela Giannicola vuol dire portare ad ottenere il mutuo “un cliente prequalificato, che non faccia perdere tempo alla istituto di credito o a Nexus, e che permetta al business di essere fluido”.

Scarica qui il comunicato in formato pdf

 

MLS: molto più che una prospettiva per il futuro

Il blog Immobili all’estero intervista l’arch. Giuliano Tito – General Manager Lombardia di Frimm Holding

Cos’è una piattaforma MLS?
“Il Multiple Listing Service (MLS) è un metodo operativo attivo fra gli operatori immobiliari che prevede la condivisione e la pubblicizzazione delle liste degli immobili al fine di consentire un’ampia collaborazione fra le parti a favore sia delle agenzie sia dei clienti. Tramite gli MLS gli operatori possono soddisfare al meglio le richieste della clientela, potendo favorire sia la domanda che l’offerta. Infatti chi vende avrà la possibilità di avere una platea più ampia mentre chi compra avrà una maggiore scelta di immobili”. Questa è la definizione che Wikipedia dà dell’MLS. Io aggiungerei che l’MLS è il futuro della professione di agente immobiliare: più andremo avanti, più gli operatori diventeranno dei professionisti veri e propri, più si farà uso della condivisione via MLS. Anzi, saranno i clienti a cercare le agenzie connesse ai sistemi MLS. E, infine, l’MLS diventerà uno standard, lo standard per la compravendita immobiliare in Italia. Con MLS REplat lavoriamo ogni giorno per far comprendere le infinite possibilità della collaborazione tutelata tra operatori: gli agenti immobiliari stanno capendo che è possibile guadagnare di più e con meno lavoro condividendo i propri affari con quanti più colleghi possibile. In MLS REplat, infatti, questi ultimi non sono più concorrenti ma affidabili collaboratori”.

Perché in tempo di crisi la piattaforma MLS può aiutare gli agenti immobiliari?
Perché nell’ultimo anno e mezzo – come attestano i numeri del Centro Studi Frimm sulla compravendita MLS – nonostante il calo della domanda l’operatività degli agenti immobiliari connessi al network MLS REplat ha sempre fatto registrare valori positivi: ciò significa che l’operatore che si avvale del MLS – e quindi dei portafogli immobili di migliaia di colleghi – ha un asso nella manica che gli altri, coloro che si affidano al “vecchio” modus operandi, non hanno. Si calcola che, mediamente, per le esperienze di altri Paesi, con il MLS si triplica il giro d’affari di ogni agente immobiliare aderente, pur rinunciando a una parte delle proprie provvigioni in favore del partner”.

Può portare benefici anche al cliente finale?
Eccome: con un semplice click del mouse un MLS mette a disposizione dei propri utenti e dei loro clienti migliaia di immobili in tutta Italia. Immobili veri, garantiti dagli agenti immobiliari che ogni giorno utilizzano uno strumento creato appositamente per loro. L’MLS è prima di tutto uno strumento B2B, cioè per addetti ai lavori, ed è per questo che il database condiviso possiede un altissimo valore qualitativo. La vasta gamma di offerta e l’ampia rete collegata al MLS danno la possibilità di velocizzare i tempi dell’operazione e di fidelizzare la clientela: il consumatore ha più probabilità di trovare ciò che sta cercando e di concludere l’operazione sfruttando i contatti e gli immobili di tutti gli aderenti al sistema.
Inoltre, non deve più avere a che fare con una moltitudine di agenti immobiliari e un’infinita quantità di numeri di telefono. Con MLS REplat, infatti, si può avere un’unica agenzia di riferimento per tutti gli immobili contenuti nella piattaforma.
Infine, decidere di affidare la vendita del proprio immobile a una agenzia MLS REplat, significa incaricare più di 2.000 operatori in tutta Italia che collaboreranno per garantire il massimo guadagno nel minor tempo possibile. Il tutto pagando soltanto una sola commissione. Il cliente può incaricare l’agenzia immobiliare a lui più vicina, anche se si tratta di un immobile che possiede in un’altra città”.

Che analisi fa del mercato immobiliare attuale?
“Il mercato immobiliare sta tornando alla normalità. La crisi c’è, come c’è anche una legge non scritta che afferma che i mercati – anche quello immobiliare – si autoregolano. Una certezza che ci arriva dai numeri del passato. Se prendiamo in considerazione l’andamento del mercato italiano dal 1985 a al 2011 scopriamo che la media delle compravendite effettuate è di 600mila unità. Il dato oscilla tra le 869mila unità registrate nel 2006 e le 430mila totalizzate nel 1985. Ebbene, nel 2011 i dati riferiscono di circa 598mila compravendite effettuate: un dato perfettamente nella media degli ultimi tre decenni. E se si pensa che il -21% di compravendite registrato nel 2012 (fonte: Agenzia del Territorio) sia un dramma, si sbaglia. Tra il 1991 e il 1992, infatti, accadde la stesso: -19% in appena un anno. A seguito di quella improvvisa depressione, però, il mercato reagì crescendo di anno in anno con grande regolarità perché ogni momento di crisi è una risposta che un sistema attua per salvaguardare la propria sopravvivenza”.

Quali le previsioni e le prospettive per il futuro?
“Come ho detto in precedenza, la vera prospettiva per il mercato immobiliare è l’integrazione completa dell’MLS all’interno del sistema di compravendita. L’MLS è lo strumento che farà fare il vero salto di qualità all’intero comparto: ne trarranno giovamento sia gli agenti immobiliari sia gli acquirenti/venditori. Oltre a ciò, lo dicevamo, il mercato si riprenderà anche se non tornerà ai numeri – dopati – che ci hanno fatto sfiorare le 900.000 compravendite all’anno”.

Impariamo a leggere tra le righe: il mercato si riprenderà. E l’MLS è la cura

_MG_4813Cari Colleghi,

so quello che state pensando. E lo so perché, come tutti voi, anche io ho visto sui media gli ultimi dati diffusi dall’Agenzia delle Entrate a proposito dell’andamento del mercato immobiliare nel quarto trimestre del 2012. I numeri, si sa, sono inequivocabili ma troppo spesso i giornalisti li leggono e li analizzano soltanto con gli occhi di chi vuole fare facile sensazionalismo.

Per carità, il -30,5% fatto registrare dalle compravendite residenziali nel IV trimestre dell’anno passato e il complessivo calo annuale del -25,8% del comparto abitativo, per un totale di 444.018 transazioni effettuate nel 2012, sono dati che un po’ spaventano. Ce ne sono tanti altri, però, che sono invece confortanti e che fanno ben sperare per il futuro.

Nessuno, ad esempio, ci ha detto che le compravendite residenziali del IV trimestre 2012 si sono attestate sulle 118.205, secondo miglior risultato dell’anno (il primo è superiore di poco più di 1.000 transazioni), né che il totale delle compravendite di tutti i comparti per il IV trimestre – 270.359 operazioni – è più alto di circa 7.000 unità rispetto alle 263.034 transazioni del II trimestre: il mercato immobiliare dello scorso anno ha dunque chiuso in crescita.

Nessuno, tranne “Il Mattino”, ci ha spiegato che con il suo +19,1% (2.285 transazioni), Napoli registra un aumento dopo tre trimestri di calo.

Nessuno, ancora, ci ha illustrato la situazione come un ritorno – quasi fisiologico – alla normalità: sono le 869.000 compravendite del 2006 a essere il dato anomalo! La bolla è scoppiata e ora il mercato si sta autoregolando. Questa verità deve farci affrontare il lavoro di agente immobiliare in maniera ancor più positiva.

Non solo. Su “La Repubblica” di oggi ho letto che “il mercato si caratterizza per la difficoltà nel riuscire a far incontrare domanda e offerta”… Ho sorriso, e il perché è presto detto: il nostro network si basa proprio sullo strumento perfetto per lavorare in questo momento di mercato, uno strumento che fa incontrare automaticamente la domanda con l’offerta.

Ragazzi, è il nostro momento! È il momento dell’MLS, della collaborazione e della condivisione. Proprio ieri “Il Sole 24 Ore” parlava del nostro MLS come di “antidoto alla crisi” e dei nostri dati sul mercato in maniera più che positiva: la collaborazione funziona ed è il futuro del nostro settore.

Mi permetto di citare Mike Ferry perché, quando mi scontro col pessimismo degli articoli odierni, sono d’accordo con lui quando dice che, se vogliamo ottenere buoni risultati nel nostro lavoro, dobbiamo evitare come la peste quelle news, ostili e sciagurate, che ci distraggono ogni giorno. Ci vuole positività. E saper dare alle cose il giusto peso.

Concludendo: il mercato è in calo? Senza dubbio. Ci sono nuove difficoltà da affrontare? Certamente. Queste, però, sono le domande che ci portano fuori strada, quelle che distolgono l’attenzione da ciò che conta, ovvero che abbiamo tutte le armi per avere successo in questo momento, e che la prima fra queste è proprio il Multiple Listing Service.

Ricordate: gli agenti immobiliari faranno forti gli agenti immobiliari. Insieme siamo imbattibili.

Con stima,

Roberto Barbato
Presidente
Frimm Holding S.p.A.

ANALISI 2012: IL CENTRO STUDI FRIMM ESAMINA L’INDICE NAZIONALE REPLAT

L’MLS È L’ANTIDOTO ALLA CRISI DEL SETTORE

Dodici mesi sul filo del rasoio: secondo i dati del network di agenzie legate alla prima piattaforma di condivisione immobili italiana, nel 2012 nonostante l’offerta continui a salire rispetto all’anno precedente, la domanda tiene botta e fa segnare solo valori in positivo per tutti e dodici i mesi dell’anno appena trascorso.

La crisi si batte condividendo e collaborando: è grazie al networking che le agenzie che utilizzano l’MLS riescono anche nel 2012 a evadere un numero sufficiente di richieste tale da tenere l’offerta sotto controllo e la domanda desta.

Vincenzo Vivo, vicepresidente della Holding: «La collaborazione tra agenti immobiliari è l’unica via per non essere fagocitati dall’immobilismo del mercato “convenzionale”. Non solo, perché i margini per la ripresa si ampliano se gli operatori valutano con assoluta precisione gli immobili da immettere sul mercato».

Figura 1 - Indice REplat 2012 (Domanda)

Figura 1 – Indice REplat 2012 (Domanda)

Il Centro Studi di Frimm Holding S.p.A. riapre i battenti grazie al rilascio del nuovo MLS REplat 3 – ultima versione della prima piattaforma italiana di condivisione immobili  creata proprio da Frimm nell’aprile del 2000 – e analizza l’andamento del mercato immobiliare del 2012 basandosi sui dati forniti dall’Indice REplat, valore percentuale che individua l’andamento della media degli immobili inseriti e delle richieste effettuate dai clienti rispetto allo stesso mese dell’anno precedente per ogni agenzia Aderente alla piattaforma on-line.

La notizia è che il 2012, per quanto riguarda la domanda registrata dagli operatori del settore delle agenzie legate alla piattaforma online di Frimm (fig. 1), non è stato un anno da buttare.

Tutt’altro: l’Indice REplat ha infatti registrato valori in positivo – si va dal +12,50% di gennaio al +2,72% di dicembre – per tutti e dodici i mesi. Ciò significa che nelle regioni italiane meglio rappresentate dagli aderenti al Network di MLS REplat 3 (Piemonte, Lombardia, Lazio, Campania, Emilia Romagna, Sicilia e Calabria su tutte), rispetto al 2011 l’interesse della clientela del mattone è solo cresciuto. Non distragga l’andamento apparentemente calante (fig. 1) : i valori espressi, come detto, sono registrati mensilmente e fanno riferimento allo stesso mese dell’anno precedente.

Figura 2 - Indice REplat 2012 (Offerta)

Figura 2 – Indice REplat 2012 (Offerta)

Anche per quanto concerne l’offerta, i dati fatti registrare dalla piattaforma collaborativa corroborano la tesi condivisa da tutti gli osservatori del mercato:  l’invenduto è oggettivamente cresciuto (+4,95% a dicembre 2012); colpa, secondo gli aderenti al MLS, del difficile accesso al credito che costringe le famiglie a ricorrere alla permuta per portare a buon fine la compravendita.

«Oggi per comprare casa sei costretto a venderne un’altra», dice Vincenzo Vivo, vice presidente di Frimm Holding. «I numeri sono inequivocabili, dati che attestano attorno al -55% i mutui erogati nel 2012 rispetto all’anno prima. Senza contare che tra quelli erogati solo l’8% ha ottenuto un LTV maggiore o uguale all’80%. L’equity è ciò che conta in questo momento e se per comprare casa ne devi vendere un’altra è impossibile che la domanda riconquisti terreno perduto nei confronti dell’offerta».

«La collaborazione tra agenti immobiliari è l’unica via per non essere fagocitati dall’immobilismo del mercato “convenzionale”», sostiene Vivo. «Non solo – prosegue Vivo – perché è evidente che i margini per la ripresa avranno grande possibilità di ampliarsi se gli operatori valuteranno con assoluta precisione gli immobili da immettere sul mercato».

CS Immobiliare – MLS REplat analizza il mercato 2012