Cresce la collaborazione tra agenti immobiliari: ecco i dati del Rapporto REplat

La cultura della collaborazione tra agenti immobiliari in Italia fa aumentare del 11,41% le compravendite in condivisione rispetto al 2017.

A dirlo è il rapporto redatto dal Centro Studi REplat relativo ai numeri del sistema MLS (Multiple Listing Service) Agent RE per l’anno 2018.

Per contrastare il trend che vede intorno al 50% il rapporto tra le compravendite tra privati versus agenzie (circa 280.000 per parte nel 2018, fonte OMI), gli agenti immobiliari devono continuamente tutelare i dati relativi al loro lavoro. Ecco perché, nel 2018, sono stati 2.447 (nel momento in cui scriviamo sono 2.780) gli agenti che hanno deciso di condividere le informazioni relative ai propri immobili e richieste di acquisto all’interno del sistema MLS connesso a REplat, numero uno per diffusione in Italia: i professionisti che utilizzano il sistema MLS rappresentano infatti il 5,95% della quota mercato sul totale delle agenzie immobiliari presenti in Italia.

«Utilizzare come standard di lavoro l’MLS significa per i professionisti del settore conquistare quote di mercato e consolidare il proprio ruolo, che ancora oggi non è prominente come dovrebbe», spiega Roberto Barbato, presidente di Frimm S.p.A., azienda proprietaria del sistema MLS Agent RE connected to REplat.

«Questo perché far parte di un sistema MLS significa proteggere le informazioni sensibili del proprio core business, gli immobili, fare banca dati e offrire ai clienti il massimo che il mercato ha da dare in termini di scelta di prodotto, consulenza, tutela, tempi di vendita e prezzi», prosegue il presidente Barbato.

Gli agenti immobiliari connessi ad Agent RE hanno concluso nel corso dell’anno 2018 ben 17.215 compravendite, di cui 10.329 sono state svolte in collaborazione con gli altri professionisti del network. Da queste collaborazioni sono state ricavate provvigioni del valore di più di 93 milioni di euro, rispetto ai 117 milioni di euro relativi alle compravendite totali.

Il valore del portafoglio di tutti gli immobili condivisi in piattaforma ha raggiunto i 4,7 miliardi di euro; mentre le case condivise all’interno dell’MLS sono state cliccate più di 8 milioni di volte da clienti e agenti immobiliari interessati.

Analizzando invece i dati delle singole città, è eccezionale la situazione di Milano. Nella metropoli lombarda le collaborazioni sono infatti cresciute del 107% rispetto lo scorso anno, complici anche gli investimenti del Gruppo Frimm mirati sulla città.

In aumento deciso anche Napoli (+83%), la cui quota di mercato sul territorio è la più alta rispetto alle altre città italiane connesse all’MLS (19%).

Al contrario, vengono registrati risultati in leggera flessione per quanto riguarda le collaborazioni di Roma (-12,88%) e Palermo (-12,10%), a cui fa seguito la frenata di Torino (-31,64%): segno che il continuo trend positivo del real estate italiano (transazioni in aumento complessivo del 2,4 % rispetto al 2014, fonte OMI) sta infondendo coraggio negli operatori del settore. Roma rimane la città con più operatori immobiliari (845) che utilizzano l’MLS, anche escludendo i dati della provincia capitolina (229).

«Recentemente uno studio ha rivelato che i clienti preferiscono un agente immobiliare di parte per vendere o acquistare casa in modo da essere tutelati al 100% – conclude il presidente Barbato – e questo è già possibile con l’MLS. L’acquirente è seguito da un solo agente immobiliare di riferimento, così come il venditore.   In MLS entrambi gli agenti immobiliari collaborano tra loro e con gli altri professionisti del network, sostenendo realmente gli interessi delle due parti e permettendo ai propri clienti di vendere e acquistare casa più velocemente e al miglior prezzo».

Clicca qui per visitare la pagina del Centro Studi REplat

Frimm, crowdfunding riuscito: sottoscritti €500.000 in tempo record

Roberto Barbato - Frimm Real Estate Investing

La prima tranche del prestito obbligazionario del valore complessivo
di € 1.000.000 è stata completata con 8 giorni di anticipo.
Seconda tranche prevista a gennaio 2020

Frimm S.p.A., da circa 20 anni uno dei gruppi leader nel settore immobiliare italiano, ha emesso un bond del valore di € 1.000.000. Questo prodotto è stato diviso in 100 obbligazioni da € 10.000 con interesse del 7% lordo annuo posticipato da estinguere in 3 anni.

Il prestito obbligazionario, deliberato dal C.d.A. lo scorso 24 maggio (delibera iscritta il 5 giugno 2019 con registrazione n. 17355 presso la C.C.I.A.A. di Roma), è composto da 2 tranche del valore di € 500.000, entrambe suddivise in 50 obbligazioni da € 10.000 ciascuna.

La prima delle due è stata sottoscritta in netto anticipo rispetto alla data di scadenza, prevista per il 24 luglio 2019, mentre la seconda tranche potrà essere sottoscritta a partire da gennaio 2020.

Si tratta del primo prestito obbligazionario emesso da Frimm S.p.A. e arriva in seguito al lavoro prodotto negli ultimi anni dalle tre divisioni del gruppo: il franchising immobiliare Frimm, il sistema di condivisione immobiliare tutelata MLS REplat e il dipartimento Real Estate Investing dedicato alla realizzazione e alla gestione di operazioni di sviluppo immobiliare nelle principali città italiane. In questo senso, i bilanci positivi degli ultimi anni parlano chiaro e anche il 2018 si è infatti chiuso con un utile del +330% rispetto al precedente esercizio.

“I fondi raccolti in così breve tempo sono un segno evidente della grande fiducia che il mercato ripone in Frimm”, spiega il presidente Roberto Barbato. “E principalmente verranno utilizzati per proseguire l’ottima performance messa a segno dalla divisione Frimm Real Estate Investing”.

“Riceviamo circa 150 segnalazioni all’anno di possibili operazioni da parte degli oltre 2.450 agenti immobiliari della nostra rete”, continua Barbato. “Il nostro team di analisti è severissimo e soltanto le operazioni con determinate caratteristiche geografiche e potenzialità edificatorie vengono prese in considerazione per sviluppare un business plan. L’obiettivo per il 2020 è quello di consolidare il ruolo di Frimm anche in questo comparto, come già avvenuto per il franchising immobiliare e il software MLS”.

Barbato: “Leggere il cambiamento per essere al passo col mercato”. Primo video della serie Frimm

Il presidente di FRIMM S.p.A. Roberto Barbato

Il presidente di FRIMM S.p.A. Roberto Barbato inaugura la serie di video dedicata al mercato immobiliare e creata dall’Ufficio Marketing e Comunicazione dell’azienda insieme con i videomaker di Mount Pilgrim.

Nel breve filmato si parla della centralità della casa per gli italiani e della passione degli agenti immobiliari per il proprio lavoro, senza dimenticare l’importanza di saper leggere e anticipare il cambiamento per essere sempre al passo col mercato.

Per vedere il video è sufficiente cliccare qui o sulla foto qui sopra.

Paterna Report 2018: cresce il franchising Frimm, e REplat è sempre primo tra gli aggregatori

Gli agenti immobiliari italiani ritrovano fiducia nel sistema franchising, mentre i sistemi “alternativi”, come gli MLS, risentono in modo inversamente proporzionale di una leggera flessione. Queste sono solo alcune delle considerazioni emerse a seguito della presentazione del consueto “Report Reti e Aggregazioni Immobiliari”, studio redatto da Gerardo Paterna, noto blogger ed esperto del settore immobiliare, che ogni anno analizza il settore riepilogando i numeri dei player che lo costituiscono.

Il 2018 conferma l’inversione di tendenza iniziata nel 2015; rispetto al 2017, i segnali sono positivi sia per crescita del numero di operatori (+2,56%) sia per incremento delle agenzie che scelgono il sistema “franchising” (+5,28%).

Nel suo Report, Paterna fa notare come il sistema franchising stia seguendo di pari passo l’andamento del mercato delle compravendite: con la ripresa definitiva dalla crisi del settore insomma, anche gli agenti immobiliare hanno ripreso a investire nelle affiliazioni. Quanto alle aggregazioni invece, secondo Paterna necessitano di “coesione di metodo”, dato che “il settore si presenta fortemente frammentato e necessita di progetti aggregativi di largo consenso per poter competere in un mercato globalizzato.

Fa eccezione, aggiungiamo noi, proprio il network legato a MLS REplat, che si attesta ancora una volta in cima alla speciale classifica dei cosiddetti “aggregatori”: con il 55% del mercato l’MLS di casa Frimm è decisamente il più utilizzato in Italia. “Crediamo che il nuovo protocollo operativo che abbiamo definito ancora meglio nel corso di questo ultimo anno, fatto di procedure trasparenti e regole pensate appositamente per snellire il lavoro dei nostri aderenti – spiega Roberto Barbato, presidente di Frimm S.p.A. – aiuterà gli agenti immobiliari a riconoscere a  REplat lo status di vero e proprio standard di lavoro”.

 

Clicca qui per visualizzare il Report Reti e Aggregazioni Immobiliari 

Frimm lancia “ReStart”: 1 anno di REplat in regalo ai giovani agenti immobiliari

Pensata per gli agenti immobiliari che hanno ottenuto l’abilitazione da meno di 12 mesi, l’iniziativa prevede un anno di abbonamento gratuito alla più grande piattaforma MLS in Italia: per lavorare subito con 28.000 immobili, 180.000 clienti e 3.500 colleghi agenti immobiliari.

Quest’anno in Italia sono circa 1.200 i nuovi agenti immobiliari (fonte: Centro Studi Fiaip) che hanno ottenuto l’abilitazione, un dato in crescita “lieve ma costante” secondo le stime della più grande associazione di categoria (i numeri Fiaip indicano oggi un totale di 41.131 agenti immobiliari abilitati), con punte di iscrizioni ai registri delle camere di commercio – in ordine decrescente –  del Lazio, della Lombardia, della Toscana, dell’Emilia Romagna e del Piemonte.

Oggi Frimm presenta il progetto ReStart, la “borsa di studio” che offre tutti i servizi di MLS REplat gratis per un anno proprio ai neo agenti immobiliari. Possono ottenere l’abbonamento gratuito a MLS REplat tutti gli agenti immobiliari che abbiano ottenuto l’abilitazione dalla Camera di Commercio di riferimento da meno di 12 mesi: con la registrazione al sistema, i neo agenti riceveranno immediatamente una loro password per accedere all’account “Agente Immobiliare” (in MLS REplat esistono anche account da “Collaboratore” e “Coordinatore”), identico in tutto e per tutto a quello dei colleghi più esperti e che contiene dunque 28.000 immobili, 180.000 richieste di acquisto e anche l’accesso alla versione mobile di MLS REplat, la app per smartphone  “REplat Agent”.

“La nostra nuova mission aziendale dice che amiamo aiutare le persone a realizzare progetti immobiliari“, sottolinea il presidente di Frimm Roberto Barbato, “ed è esattamente quello che l’iniziativa ReStart si prefigge di fare: grazie a tutti i servizi contenuti all’interno del nostro sistema REplat, ai giovani agenti immobiliari non servirà altro per far partire con sprint la propria attività”.

“Definiamo ReStart una ‘borsa di studio’ ma forse dovremmo chiamarla ‘borsa di lavoro’”, scherza il numero uno di Frimm. “Come per ogni impresa in fase di start up, anche per l’attività immobiliare serve un certo lasso di tempo per incamerare nozioni e informazioni prima che il business cominci a restituire risultati: ed è in quella delicata fase che ReStart interviene – sottolinea il presidente Barbato – cercando di dare ai ragazzi che si affacciano alla professione di agente immobiliare un protocollo di lavoro e un database di immobili e acquirenti con cui cominciare e soprattutto il know how e la tutela di un’azienda come Frimm, che fa questo da sempre”.

Frimm è vicina agli agenti immobiliari italiani: da quasi 20 anni la società di servizi immobiliari presieduta da Roberto Barbato crea servizi e iniziative che sostengono e agevolano il lavoro del mediatore. Il suo prodotto di punta, il sistema MLS REplat, in dotazione a tutti i 3.500 agenti registrati in Italia, è oggi il pacchetto di strumenti online specifici per agenti immobiliari più utilizzato in Italia, che grazie alle app in dotazione fornisce ormai un vero e proprio protocollo operativo agli utenti, definendo il loro standard di lavoro dentro e fuori l’agenzia.

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa in formato pdf

REplat è il “caso” del Sole 24Ore: compravendite in crescita, tecnologia all’avanguardia

La più grande piattaforma MLS per professionisti immobiliari d’Italia si fa bella sulle pagine del Sole 24 Ore. In attesa infatti dell’imminente rilascio dei consueti report statistici pubblicati dal Centro Studi REplat per il mercato immobiliare (saranno disponibili online questo mercoledì 27 giugno 2018), il quotidiano economico ha rivelato oggi in anteprima e in esclusiva alcuni numeri relativi all’attività di REplat nell’anno solare 2017 e anche – grazie all’intervista rilasciata dal presidente Barbato – qualche succosa novità tecnologica.

Le due vere “bombe” sganciate riguardano in particolare il numero di compravendite andate a buon fine nel 2017 tra i quasi 4.000 agenti immobiliari aderenti alla piattaforma – cresciute clamorosamente del 18,4% in un anno – e l’ultima trovata del reparto informatico dell’azienda guidata da quasi un ventennio dal pioniere dell’immobiliare Roberto Barbato: ci riferiamo al Trova Agente, il servizio di REplat che consentirà all’utente di cercare non più l’immobile ma addirittura l’agente immobiliare più adatto alle sue esigenze.

Nell’articolo del quotidiano economico si ricorda anche di come la REplat Agent – la App ufficiale di REplat, disponibile per Android e per iPhone – sia già invece abbondantemente entrata nelle grazie degli agenti immobiliari che ogni giorno sono connessi all’MLS di proprietà del Gruppo Frimm da quando l’ha creato nel 2000. A poche settimane dalla sua pubblicazione, la App che riproduce le funzioni di REplat sul telefono degli agenti è già al record di download e di utilizzo (sono quasi 1.500 le App attive).

Per REplat insomma, e non è una novità, il futuro è già arrivato.

Leggi qui l’articolo del Sole 24Ore

Guadagna con Casa Parigi: Frimm crea opportunità per gli agenti immobiliari MLS

Frimm accorcia la distanza tra i suoi clienti agenti immobiliari e il mercato francese. Dopo aver chiuso il 2017 con l’invidiabile risultato raggiunto di oltre 900.000 euro in provvigioni guadagnate dagli affiliati al suo franchising e dagli aderenti al suo sistema MLS solamente grazie alla divisione Real Estate Investing e alle attività di trading, l’azienda nata nel 2000 torna alla carica con una nuova iniziativa pensata per gli oltre 3.600 agenti immobiliari che del suo network, e questa volta guarda all’estero.

Grazie infatti al rinnovato accordo con Casa Parigi – affermata agenzia immobiliare con sede nella capitale francese composta da professionisti italiani, già dallo scorso anno connessa ai servizi di MLS REplat e da poco anche affiliata al brand Frimm – l’azienda diretta da Roberto Barbato ha potuto mettere a punto un’iniziativa, “Guadagna con Casa Parigi”, che sarà attiva per tutto il 2018 (ne potranno usufruire sia gli agenti immobiliari legati a Frimm e sia quelli aderenti a MLS REplat) e finalizzata a intensificare i rapporti con i colleghi parigini e al reciproco beneficio economico. Gli agenti immobiliari Frimm e MLS REplat potranno infatti collegarsi direttamente dalla loro MyPage (tramite il banner dedicato) ai servizi di Casa Parigi e segnalare tramite form un eventuale cliente interessato ad acquistare (o vendere) casa nella capitale francese: l’affiliato Frimm otterrà in cambio il 30% della provvigione in caso di compravendita andata a buon fine, mentre l’aderente MLS REplat otterrà il 20% della provvigione.

Una strada, quella scelta da Frimm S.p.A., che sempre più apre alla collaborazione virtuosa tra agenti immobiliari italiani e non, a testimonianza di un’attitudine perfettamente in linea con il suo prodotto di punta, la piattaforma per la condivisione immobiliare MLS REplat che solo in Italia detiene quasi il 60% del mercato, e che vede già asset in mercati quali Svizzera, Gran Bretagna, Brasile, Stati Uniti e Costarica. Nata nel 2005, CasaParigi offre consulenza ed intermediazione per l’acquisto, la vendita o la gestione di immobili a Parigi. Il team di professionisti di CasaParigi è composto da esperti del mondo immobiliare affiancati da architetti, interior designer, notai, addetti a servizi generali, manutentori ed esperti di marketing. CasaParigi fa parte della FNAIM ( Fédération Nationale de l’Immobilier) la prima organizzazione in Francia e in Europa di professionisti del settore.

“DNA immobiliare”: Frimm presenta la sua nuova immagine coordinata

DNA immobiliare. Il punto da cui Frimm riparte per la ridefinizione della propria estetica di comunicazione è questo. La volontà di dare il giusto peso a ognuno degli asset del Gruppo ha guidato l’azienda di servizi immobiliari – nata nel 2000 e diretta da allora da Roberto Barbato – alla decisione di arricchire e perfezionare il layout grafico delle varie business unit e dei rispettivi loghi, con l’obiettivo di ridefinire il valore inclusivo del Gruppo Frimm nei confronti dei suoi settori, prodotti e clienti.

Centrale in questo senso è dunque il nuovo visual rappresentato dall’iconico “Palazzo/DNA”: il Gruppo Frimm, con i suoi 20 anni di esperienza nel settore immobiliare e il know how condiviso in materia di franchising e soprattutto di condivisione immobiliare – il software MLS REplat, prodotto di punta del Gruppo, connette oltre 3.000 agenti in Italia – comunica ad affiliati e clienti alcuni dei propri valori cardine: il “Palazzo/DNA” non ha una fine, continua invece a crescere, così come le stesse fondamenta sono in evoluzione continua,radicandosi di anno in anno sempre più nella tradizione di un brand attivo da un ventennio.

Il secondo step del lavoro creativo compiuto sulla visual identity è partito dall’analisi delle diverse unità di business che costituiscono il Gruppo: Frimm Agenti Immobiliari (nelle due declinazioni di prodotto, Franchising e Academy), Frimm Real Estate Investing e MLS REplat.

Che cosa sono e come operano queste unità?

Frimm Agenti Immobiliari è il settore che racchiude al suo interno due diversi percorsi professionali per gli agenti immobiliari: Frimm Franchising e Frimm Academy. Agli agenti immobiliari titolari di agenzia è riservata infatti la possibilità di affiliarsi a Frimm Franchising, la proposta di affiliazione classica indirizzata alle agenzie immobiliari; agli agenti free lance, invece, Frimm propone l’affiliazione al progetto Academy. Esistono centri Frimm Academy in 5 città italiane: Roma, Milano, Torino, Napoli e Salerno; ognuno di questi è costituito da più agenzie Frimm Academy, dirette ciascuna da un broker che gestisce un ufficio specializzato composto da un’ampia squadra di agenti immobiliari. Indipendentemente dal percorso scelto, ogni agente immobiliare Frimm è ovviamente connesso a MLS REplat, il primo e più diffuso network di condivisione immobiliare in Italia, di cui Frimm è provider.

Frimm Real Estate Investing è la divisione di Frimm concepita per l’acquisizione e la riqualificazione di grandi complessi immobiliari in Italia. Attraverso questa divisione Frimm si rivolge a piccole esigenze abitative: dal retail alle transazioni commerciali di media e grande entità.

MLS REplat è il sistema Multiple Listing Service per la collaborazione tutelata nella compravendita immobiliare. Ne possono fare parte tutti gli agenti immobiliari regolarmente iscritti al ruolo. MLS REplat è il cuore pulsante di Frimm, grazie al quale il Gruppo commercializza con successo anche gli immobili acquisiti attraverso le operazioni di Real Estate Investing. A oggi MLS REplat è il primo MLS italiano ed è utilizzato da oltre 3.000 agenti immobiliari.

Il lavoro sul restyling dei tre loghi ha l’obiettivo di differenziarli e allo stesso tempo uniformarli. Sono infatti presenti sia elementi che li distinguono, come i colori differenti dei loghi di Frimm Agenti Immobiliari, Frimm Real Estate Investing e MLS REplat, sia elementi che danno continuità e rendono riconoscibili i loghi quando questi sono affiancati, conferendo così la giusta importanza a ognuna di queste unità e un sentimento di family feeling subito percepibile alla visione dei tre loghi. Lo stile scelto per rappresentare il layout dell’azienda attraverso la nuova brochure istituzionale è semplice e minimale. Il risultato è un evocativo messaggio in cui il carattere inclusivo del brand è evidente e in cui si possono riconoscere tutte le risorse facenti capo al gruppo Frimm a prescindere dall’unità di business a cui appartengono, in piena armonia con la rinnovata ed eloquente mission aziendale che recita “Aiutiamo le persone a realizzare progetti immobiliari”.

Clicca qui per scaricare la nuova brochure istituzionale del Gruppo Frimm

REA2017: Tripletta di Frimm, il migliore MLS in Italia è sempre il suo MLS REplat

E tre. Per il terzo anno consecutivo, MLS REplat, la piattaforma online per la condivisione immobiliare creata da Frimm nel 2000, ha vinto il premio nella categoria “Miglior MLS” all’edizione 2017 dei Real Estate Awards, gli “oscar” del settore immobiliare italiano (Milano, 30 novembre – 1 dicembre).

Una quarta edizione questa – sempre ben moderata dal padrone di casa Diego Caponigro e da Gerardo Paterna – caratterizzata da talk show incentrati proprio sullo sviluppo di nuove tecnologie legate ai servizi immobiliari, e arricchita come di consueto da ospiti eccellenti (tra i quali Luca Rossetto CEO di Casa.it, Carlo Giordano CEO di Immobiliare.it, Anna Carbonelli CEO Intesa Sanpaolo Casa, Silvia Spronelli presidente Solo Affitti (che ha ricevuto un premio alla carriera nel settore), Gian Battista Baccarini presidente Fiaip, il senatore Vincenzo Gibiino e naturalmente Roberto Barbato, presidente Frimm e MLS REplat).

E proprio in fatto di innovazione al servizio del lavoro degli agenti immobiliari, proprio MLS REplat – software rinnovato giusto nel 2017 dalla casa madre Frimm – è stato riconosciuto dagli addetti ai lavori ancora una volta il più funzionale e affidabile tra i Multiple Listing Service italiani: un sistema che genera oltre 7mila collaborazioni immobiliari all’anno tra gli agenti che vi aderiscono (circa 3.600), per un totale di quasi 65 milioni di euro di provvigioni. Un sistema che dall’anno 2000, in cui ha fatto la sua prima apparizione sul mercato italiano grazie alla lungimiranza proprio di Frimm che dagli Stati Uniti l’ha importato, ha cambiato il modo di approcciare la professione, unendo sempre più la categoria degli agenti immobiliari e mostrando agli italiani che comprano e vendono casa che la consulenza immobiliare è un valore insostituibile se supportata dagli strumenti giusti.

“Quando abbiamo cominciato a parlare di MLS correva l’anno 2000 e nessuno voleva saperne di collaborazione e condivisione immobiliare”, ha dichiarato Barbato al momento di ritirare il premio sul palco. “Oggi questi concetti sono connaturati all’intero settore e, in un modo o nell’altro, l’agente immobiliare italiano sa che collaborare col collega porta benefici. Questo premio è la conferma che l’MLS sta facendo del bene all’intero comparto”.

“Reti e Aggregazioni immobiliari 2017”: la rinascita del franchising (+8.52%), la certezza dei sistemi MLS

“Gli agenti immobiliari sono i custodi delle informazioni del bene più prezioso per gli italiani, la casa: questa l’essenza dell’intervento di Roberto Barbato, presidente di Frimm S.p.A. e MLS REplat, ospite lo scorso venerdì 17 novembre a Milano dell’evento organizzato in occasione dell’annuale presentazione del report redatto da Gerardo Paterna, “Reti e Aggregazioni  Immobiliari”. Dal palco dello spazio di coworking milanese Copernico, e in compagnia della presidente di Solo Affitti Silvia Spronelli e del presidente di RE/Max Dario Castiglia, il principale responsabile della diffusione dei sistemi Multiple Listing Service in Italia – il suo MLS REplat connette ogni giorno oltre 3.600 operatori immobiliari – ha avuto come spesso gli capita parole di incitamento nei confronti della categoria degli agenti immobiliari.

Il talk show, moderato dal padrone di casa Gerardo Paterna, ha messo in evidenza i dati più importanti emersi dallo studio appena pubblicato. Innanzitutto, come affermato dallo stesso host dell’evento, “salta agli occhi l’aumento del numero degli intermediari immobiliari, identificato in un +1.75% rispetto al 2016 (sono circa 46mila oggi, ndr); anche se più importante ancora è l’atteso aumento del numero degli affiliati a network in franchising dopo anni di caduta libera (negli anni della crisi economica il franchising in Italia ha perso circa il 35% degli esercizi): +8.52% rispetto al 2016. Oggi il 10,61 % degli agenti immobiliari presenti sul mercato è affiliato in franchising”.

“I problemi della categoria non hanno certamente a che fare con il numero dei professionisti impegnati, a mio parere”, ha detto il presidente Barbato. “Quella di agente immobiliare è una professione sempre più complessa, che affronta ogni giorno nuovi e sempre diversi competitor, e che ha bisogno quindi di aggiornarsi costantemente per tenersi al passo. In questo senso vale l’esempio degli Stati Uniti, patria dei sistemi MLS in cui ogni anno i realtors devono sostenere esami di aggiornamento. Sui numeri sono d’accordo con Dario (Castiglia, ndr), quando dice che il mercato è selettivo: alla fine chi fa del suo lavoro un’opera d’arte, chi non improvvisa, è sicuro di stagliarsi tra la folla. A maggior ragione perché come agenti immobiliari trattiamo il bene più prezioso per gli italiani, la casa”.

Paterna si sofferma quindi sulla relazione tra il numero di compravendite e il numero di affiliazioni in franchising negli ultimi anni in Italia, facendo notare una indicativa simbiosi tra i due trend: all’aumentare del primo, in particolare dagli anni della crisi in poi, corrisponde infatti un incremento del secondo. “La forza di franchisor sta nell’anticipare le tendenze del mercato e dotare i suoi affiliati di servizi che gli consentano di superare i periodi di flessione del mercato in modo virtuoso”, ha detto Silvia Spronelli, “un po’ come è accaduto con Solo Affitti quando abbiamo scelto MLS REplat come partner qualche anno fa, un sodalizio proficuo e ancora in essere”.

“L’MLS è lo strumento anti-crisi per eccellenza, essendo stato sdoganato negli Stati Uniti proprio dopo il 1929. Non mi sorprende quindi che proprio negli anni della recente recessione i sistemi MLS si siano rafforzati – prosegue Barbato – così come non mi sorprenderei se andassimo a guardare il numero di agenzie in franchising che durante la crisi hanno dovuto abbassare la saracinesca. Sono certo che scopriremmo che sono meno di quelle indipendenti. Del resto, se è vero che nessuno è al sicuro quando si passa da 840mila compravendite all’anno ad appena 400mila, è anche vero che l’organizzazione di un franchisor strutturato, la forza del suo brand e la capacità di prevedere il cambiamento grazie all’adozione di strumenti innovativi come il Multiple Listing Service, aiuta i piccoli imprenditori a superare i momenti più difficili. Passata la crisi, altre sfide stanno già arrivando per chi fa il nostro mestiere: pensate ai nuovi competitor, alle banche o a colossi come Amazon o Facebook. Tutti vogliono fare il nostro mestiere, forse perché è la professione migliore che c’è!”.

Nell’analisi dei dati del Report 2017, poi, emerge anche una piccola fetta di nuove microreti che sarebbero la principale causa della flessione del colosso MLS REplat (stabile appena sotto il 9% della quota mercato nazionale) sul mercato dei software per la condivisione immobiliare, seppur questi piccoli network, evidenzia Gerardo Paterna, “siano spesso vincolati a territori ristretti o a realtà comunque non di respiro nazionali e seppur MLS REplat nel 2017 non ancora concluso abbia prodotto oltre 7mila collaborazioni immobiliari per un totale di quasi 65 milioni di euro di provvigioni”. “La fiducia tra colleghi è la chiave per il successo dell’MLS”, risponde Roberto Barbato, “ma nel nostro settore in Italia veniamo da decenni in cui ci è stato insegnato a diffidare del collega, a pensare che fosse il nemico. La collaborazione è un modo di pensare prima di tutto, la coesione tra agenti immobiliari ne è la naturale conseguenza. L’MLS è un prodotto nato sulla carta alla fine del 1800 negli Stati Uniti. Noi l’abbiamo portato in Italia appena diciassette anni fa. Diamogli tempo, e crescerà per affrontare tutte le sfide che verranno”.

Frimm è il nuovo main sponsor dello storico circolo sportivo Tennis Club Parioli di Roma

Da sinistra: il direttore sportivo del TC Parioli Giorgio Marullo, il vicepresidente Roberto de Lieto Vollaro e il presidente di Frimm, Roberto Barbato

Frimm è lieta di annunciare che il gruppo immobiliare presieduto da Roberto Barbato avrà il privilegio di accompagnare le attività del TC Parioli in qualità di main sponsor.

Prosegue dunque e si rafforza la partnership tra Frimm, azienda da sempre molto presente nel supportare lo sport in ogni sua forma, e il Tennis Club Parioli, ultracentenario circolo sportivo – è attivo dal 1906 – vera e propria icona nell’ambito delle discipline sportive (il tennis in particolare) a Roma.

Le due realtà infatti si sono spesso e volentieri incontrate negli ultimi anni in contesti certamente sportivi (sostenendo tornei di tennis giovanile e nelle ultime due stagioni la squadra maschile di calcio a 5) ma anche culturali: “La grande attenzione che da sempre Frimm ha sul mondo dello sport e la tradizione e il pregio di una realtà come quella del TC Parioli mi hanno convinto a portare la partnership al livello successivo”, spiega Barbato, socio del circolo nel corso del 2010.

Barbato con Fiaip per “Futuro e professionalità a confronto”: a Palermo il 4 luglio

Il presidente di Frimm e MLS REplat Roberto Barbato sarà tra gli ospiti del convegno promosso dalla Presidenza provinciale di Fiaip Palermo dal titolo “Futuro e professionalità a confronto”, il prossimo martedì 4 luglio.

A Villa Niscemi si dibatterà dei decisi segnali di evoluzione e ripresa del mercato immobiliare e creditizio e dell’importanza della sinergia tra le figure professionali del settore immobiliare. Il presidente Barbato interverrà in particolare per presentare il nuovo MLS Fiaip e i numeri del nuovo Rapporto MLS Italia appena pubblicato.

All’evento parteciperanno Antonino Matano (presidente provinciale Fiaip Palermo), Carmelo Mazzeppi (presidente regionale Fiaip Sicilia), Paolo Righi (presidente nazionale Fiaip) Samuele Lupidii (CEO Auxilia Finance SpA), sen. Vincenzo Gibiino (presidente dell’Osservatorio parlamentare del mercato immobiliare), Dario Ricolo (notaio Collegio notarile distretto di Palermo), Giovanni Romano (Osservatorio mercato immobiliare). Il convegno è aperto a tutti gli agenti immobiliari e al pubblico.

MLS REplat alla Camera dei deputati: il presidente Barbato sul palco di “La Casa Riparte”

Il prossimo 6 luglio dalle 10 alle 13 si terrà a Roma nella suggestiva sede della Camera dei Deputati l’evento “LA CASA RIPARTE”, convegno già andato in scena a Milano lo scorso 21 marzo presso la Regione Lombardia e che ha come obiettivo principale quello di valutare il momento del mercato immobiliare italiano attraverso approfondimenti strettamente legati alla professione e al settore. Al dibattito prenderà parte il presidente di Frimm e di MLS REplat, Roberto Barbato, insieme con altri esponenti del settore come Paolo Righi (presidente FIAIP), il senatore Vincenzo Gibiino (presidente dell’Osservatorio parlamentare per il mercato immobiliare), Carlo Giordano (CEO di Immobiliare.it), Dario Castiglia (presidente RE/Max Italia) e Alberto Cogliati (direttore commerciale Engel & Völkers). L’evento è a numero chiuso – sono cento i posti disponibili – e per partecipare è dunque necessario registrarsi compilando il form che si trova in fondo a questa pagina.

Frimm S.p.A. approva il bilancio dell’esercizio 2016

Deliberato inoltre l’attribuzione di un dividendo: un segnale estremamente positivo per la società presieduta da Roberto Barbato, leader in Italia nel mercato delle piattaforme MLS

L’assemblea dei soci di Frimm S.p.A., azienda che dal 2000 gestisce il network immobiliare Frimm e che ha introdotto in Italia il sistema di condivisione immobiliare MLS REplat, riunitasi a Roma in data 7 giugno 2017, ha esaminato e approvato il bilancio al 31 dicembre 2016, un consuntivo che ha presentato dati estremamente positivi, in linea con il trend di crescita aziendale.

Nella stessa sede l’assemblea dei soci ha deliberato l’attribuzione di un dividendo, pari a € 0,04 per azione, inconfutabile segnale questo del brillante superamento da parte di Frimm del periodo di crisi del mercato immobiliare nazionale.

“In un’epoca in cui il successo delle aziende che operano nel settore dei servizi è così strettamente legato alla tecnologia e all’innovazione”, ha affermato il presidente Roberto Barbato, “Frimm dà un segnale fortissimo al mercato, confermando la propria crescita e rafforzando la leadership nel settore immobiliare grazie a MLS REplat, oggi prodotto numero uno in Italia tra le piattaforme che favoriscono la collaborazione tra professionisti del real estate”.

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa in formato pdf

Il presidente Barbato scrive agli agenti immobiliari MLS: “Siate custodi della vostra professionalità”

MLS REplat "Miglior MLS" ai Real Estate Awards 2016Caro Collega,

qualche giorno fa, il 4 dicembre, ero a Milano per la cerimonia di premiazione dei Real Estate Awards, gli “oscar” dell’immobiliare italiano. In quella sede, MLS REplat, la piattaforma che fa collaborare oltre 3.500 agenti immobiliari ogni giorno, è stata insignita per il secondo anno consecutivo del titolo di “Miglior MLS”. In quella sede, al momento di ritirare con orgoglio un premio che di fatto appartiene a tutti voi, si è rafforzata in me una convinzione.

Stiamo per entrare nel diciassettesimo anno di MLS REplat in Italia. In questi anni siamo diventati più consapevoli, abbiamo superato una crisi terribile finché dal 2013 a tutt’oggi il numero delle compravendite è finalmente tornato a crescere, a conferma della ritrovata salute del nostro settore. Dopo quasi vent’anni, sono certo di poter affermare che l’agente immobiliare italiano ha ben compreso la natura dei sistemi MLS e l’importanza della collaborazione tra colleghi; per questo è il momento di fare il passo successivo.

Il Multiple Listing Service non è solo collaborazione. Il suo scopo principale, più prezioso ed essenziale, è quello di arrivare a trincerare al suo interno le informazioni sugli immobili, quelle che consentono la realizzazione della compravendita, in un sistema accessibile solo agli agenti immobiliari in qualità di unici punti di riferimento del settore.

Per questo motivo da ben 16 anni mi sentite affermare che l’MLS è fondamentale: perché abbracciando definitivamente quella che io chiamo “mentalità MLS” diventeremo categoria, custodi privilegiati delle informazioni che muovono il real estate italiano, affermati professionisti a cui i clienti potranno rivolgersi per vendere o comprare casa, esattamente come oggi si rivolgono a un commercialista per una questione fiscale o a un medico per un mal di testa. L’MLS, insomma, rappresenta il passaggio decisivo per essere riconosciuti professionisti senza se e senza ma. Crediamoci.

Vi auguro un buon Natale e un 2017 pieno di collaborazioni!

Roberto Barbato
Presidente Frimm S.p.A. e MLS REplat