MLS attutisce il calo compravendite: la pandemia non spaventa gli agenti immobiliari che lavorano in collaborazione

Inutile negarlo: il 2020 è stato un anno difficile e del tutto inaspettato. La pandemia di COVID-19 ha prodotto forti cambiamenti nella nostra vita quotidiana e in tutti i settori lavorativi causando un deciso rallentamento economico. Anche il mercato immobiliare ha subito un calo (-19,61%) rispetto allo stesso periodo del 2018 e del 2019 ma, grazie a sistemi tecnologici come MLS (multiple listing service) incentrato sulla condivisione di annunci e incarichi, il mattone ha reagito all’urto.

L’acquisto di una casa è ancora il desiderio degli italiani
L’interesse per la vendita e l’acquisto di un immobile non è infatti calato con la pandemia. Le famiglie che avevano in mente di acquistare un immobile prima di questo drammatico momento, non hanno cambiato idea durante il periodo di lockdown. Anzi, i giorni trascorsi tra le quattro mura di casa hanno spinto i clienti a scrollare lo schermo alla ricerca di una soluzione più adatta alle proprie esigenze. Di conseguenza, avere la possibilità di guidare il cliente, ascoltare i suoi bisogni e capire le sue aspettative, anche se a distanza e in totale sicurezza, è stato e continua ad essere un supporto per questo settore oltre che un forte motivo di evoluzione. Negli ultimi mesi, infatti, il ruolo dell’agente immobiliare si è mosso verso una nuova realtà che è quella digitale.

Le stime Nomisma evidenziano una flessione del 17% nelle compravendite del 2020 rispetto al 2019. Le previsioni sono di 500 mila compravendite nello scenario “base” e di 491 mila nello scenario “hard”. Dal rapporto REplat Italia, possiamo vedere che 6.754 sono transazioni effettuate in condivisione via MLS fruttando provvigioni per 75 milioni 392 mila euro. Ottimi numeri, quindi, considerato il periodo complesso e la relativa diffusione del sistema nel nostro Paese. La vendita in collaborazione facilitata dalla tecnologia è marciante e i professionisti del settore se ne stanno rendendo conto: la gestione delle vendite è più elastica, il business è velocizzato e ai clienti viene offerto un portafoglio di immobili più ampio, oltre i confini della propria “zona”.

Qual è il vantaggio per chi deve vendere la propria casa? Farlo prima e meglio di tutti
Efficienza. Garanzia di tutti i rischi legati alla compravendita. Conclusione della vendita in tempi ragionevoli. In assoluto sono questi i desideri di una persona che decide di vendere il proprio immobile.
MLS Agent RE offre questo vantaggio. Utilizzando il sistema che permette la condivisione tutelata di immobili e potenziali acquirenti in un ambiente protetto accessibile soltanto agli agenti immobiliari, il cliente avrà la possibilità di vendere il proprio immobile in breve tempo e a un ottimo prezzo.
L’incarico viene, infatti, affidato ad un’agenzia in collaborazione con oltre 2.700 colleghi che avranno un obiettivo comune: la soddisfazione del proprio cliente. In più, inserendo l’immobile sulla piattaforma, il cliente avrà la possibilità di aumentare ulteriormente la visibilità del prodotto e, per questo motivo, velocizzarne la vendita.

Avere successo in ogni momento del mercato è possibile solo con un sistema in cui si va a incrociare la domanda e l’offerta, in modo semplice, automatico e veloce. Un binomio, quello tra la tecnologia e la preparazione professionale degli agenti immobiliari, che permette di rendere più “dolce” e flessibile un mercato oggi complesso e in totale trasformazione.

Legge di stabilità 2017: meno tasse (forse) per chi vuole acquistare e affittare un immobile

La legge dimmobili-2017i stabilità 2017 potrebbe avere delle ottime conseguenze sulla tassazione degli immobili. Anche se non vi è ancora nulla di certo, si tratterebbe di uno dei primi interventi governativi nel settore immobiliare.
Negli ultimi anni la detrazione forfettaria delle spese di manutenzione per gli immobili è andata man mano diminuendo fino a diventare una misura vana per i proprietari di case. Il rischio è quello di sottoporre a tassazione eccessiva una proprietà, come quella immobiliare, che ha cessato di essere per gli italiani un bene rifugio.
Nella prossima legge di stabilità 2017 si auspica un intervento legislativo finalizzato al superamento di tale situazione. Questo determinerebbe un regime di tassazione più vantaggioso per chi possiede un immobile e darebbe nuovi impulsi al settore delle compravendite.

Si rinnova la convenzione con Casa.it

casa.itSconti esclusivi per gli aderenti al network Frimm Professional

Il Gruppo Frimm è lieto di annunciare il rinnovo della convenzione con il portale di annunci leader nel settore immobiliare Casa.it . A partire dal 1 febbraio 2013, gli Aderenti Professional avranno la possibilità di ottenere grandi sconti sull’acquisto di pacchetti di annunci da pubblicare sul portale.

Commissione europea: come calcolare i cicli dei prezzi del settore immobiliare

Commissione EuropeaTratto da Forexinfo.it
Gli indicatori della variabilità dei cicli dei prezzi delle abitazioni sono calcolati sulla base della grandezza e della durata delle diverse fasi del ciclo. Più in particolare, la variabilità nella dinamica dei prezzi immobiliari su tutto il ciclo è stimata attraverso un approccio a più fasi.

Clicca qui per leggere l’articolo

Immobiliare in evoluzione: addio sportello, la banca la faccio in caffetteria

immobiliare in evoluzioneSe internet sarà la grande protagonista nell’evoluzione del Settore Commerciale nei prossimi anni, lo sarà ancor più velocemente per un altro settore che attualmente è alle prese con grossi problemi economici e di credibilità: il sistema bancario. Questo quanto emerge da uno studio di Jones Lang Lasalle Research, che inquadra il sistema creditizio da qui al 2020.

Rratto da linkiesta.it

Clicca qui per leggere l’articolo